2^ sezione - Pronuncia ricorsi Procedimenti n° 6 e 7/2017

Comunicato N. 3 del 24 marzo 2017

Tribunale Federale

Nell’udienza collegiale, ritualmente convocata, svoltasi in data 24 marzo 2017 presso la sede della Federazione Ciclistica Italiana sita in Roma, Stadio Olimpico -  Curva Nord, presenti: il Presidente Avv. Adriano Simonetti, componenti Avv. Laura Olivieri, Avv.  Mariano Parisi, nonché il Segretario, Sig.ra Claudia Giusti (Funzionario F.C.I.), il Tribunale Federale, II Sezione, ha emesso la seguente pronuncia:

 

N° 6 e 7/2017 –  Ricorsi presentati da Francesco Canepa e Leonardo Canepa. Richiesta di nulla osta per lo svincolo dalla Società GB Junior Team (cod. Società 01W2229).

 

NOMINATO relatore il componente effettivo Avv. Laura Olivieri, la quale espone ed illustra i fatti e le deduzioni contenute nei ricorsi proposti dai predetti ricorrenti e Protocollati al n. 0000731/17 del 8/2/2017, n. 06/17 e 0000732/17 del 8/2/2017n. 7/17;

PRESENTI: i ricorrenti personalmente, assistiti dall’Avv. Nicola Orti del Foro di Pescara, i quali si riportano al ricorso proposto.

PRESENTI per la Società GB Junior Team il sig. Bortolami Gianluca, Team manager, nonchè il D.S. sig. Porta Antonio.

 

Il componente del Tribunale Federale avv. Laura Olivieri espone ed illustra i fatti e le deduzioni contenute nel ricorso proposto dai sigg.ri   Leonardo e Francesco Canepa avverso il diniego di nulla osta al trasferimento presso altra Società.

Il Tribunale Federale, Seconda Sezione,

PREMESSO CHE

I ricorrenti riferiscono di essere stati tesserati nella stagione 2015 con la società GB Junior Team, nella categoria Juniores e di aver ottenuto 10 punti di Valorizzazione.

Nella stagione 2016, invece, non sono stati tesserati da nessuna Società e non hanno quindi svolto alcuna attività nella categoria Under 23 1° anno.

Per la stagione 2017 (categoria Under 23-2° anno), i ricorrenti hanno formulato richiesta di svincolo alla società GB Junior Team per il trasferimento alla società Velo Club Abruzzo s.r.l (GM Europa Ovini).

A tal riguardo, i ricorrenti fanno presente che la società di trasferimento avrebbe depositato presso il Comitato Regionale Abruzzo n. 2 assegni circolari: uno dell’importo di € 520,00 intestato alla GB Junior Team e l’altro di € 260,00 intestato alla FCI CR Piemonte, a titolo di pagamento dei punteggi di valorizzazione, stante l’impossibilità di reperire l’iban della società, onde effettuare il versamento tramite bonifico bancario.

Riferiscono poi i ricorrenti che la società avrebbe negato la richiesta di nulla osta al trasferimento adducendo generiche ragioni di natura economica.

Sul punto, i ricorrenti dichiarano di non comprendere le ragioni addotte dalla Società di appartenenza e precisano inoltre di aver regolarmente riconsegnato tutto il materiale fornitogli in comodato d’uso dalla medesima Società (bicicletta, ruote, abbigliamento).

In merito all’eccepita mancata riconsegna di due biciclette e di parte del materiale del 2015, riferiscono che le stesse furono trafugate dall’auto del padre in occasione di una gara il 15/3/2015 e che in relazione a tale fatto fu sporta regolare denuncia (allegata agli atti sub. doc. A)

I ricorrenti, stante il diniego da parte della Società, hanno quindi inoltrato la richiesta anche al Comitato Regionale Piemonte, il quale pure avrebbe confermato il diniego di svincolo, in data 1 febbraio 2017, adducendo la motivazione che la società di appartenenza 2015 “rivendicava gravissime inadempienze a suo carico”.

La Società GB Junior, in udienza, dichiara di non essere a conoscenza del deposito di detti assegni, per cui il Presidente sospende l’udienza per consentire al difensore dei ricorrenti di poter documentare tale asserita circostanza.

Il difensore dei ricorrenti, ha quindi acquisito in via telematica ed esibito al Tribunale ed alle parti copia degli assegni depositati e relativa lettera di accompagnamento indirizzata al Comitato Regionale Abbruzzo.

La Società, preso atto di quanto sopra, a tal punto, dichiara di acconsentire al richiesto svincolo nei confronti di entrambe i ricorrenti, riservando peraltro ogni proprio diritto, in merito alle biciclette oggetto di furto, da esercitare eventualmente nelle competenti sedi.

Tutto cio’premesso,                                     

rilevato

tutto quanto espresso dalle parti in udienza e tenuto conto, in particolare, del consenso manifestato dalla società di appartenenza al rilascio del richiesto nulla osta, ed avendo accertato l’avvenuto adempimento degli obblighi di pagamento previsti dalle norme vigenti per il trasferimento degli atleti, il Tribunale Federale,

P.Q.M.

allo stato degli atti, autorizza lo svincolo dei due ricorrenti dalla Società di appartenenza per il loro trasferimento alla Società Velo Club Abbruzzo s.r.l..

 

 

Il Relatore estensore

Tribunale Federale II Sezione

Avv. Laura Olivieri

 

Il Presidente

Tribunale Federale II Sezione

Avv. Adriano Simonetti

 

data di pubblicazione: 24/03/2016