2^ sezione - Pronunce

Comunicato N. 2 del 5 maggio 2015

Tribunale Federale

N.  04/14 – RICORRENTE SIG.RA ALIA MARCELLINI / A.S.D. KORAX LAPIERRE DIRTY TEAM; TRASFERIMENTO ATLETA AD ALTRA SOCIETA’.

 

Oggi, in data 5 maggio 2015, si è riunito il Tribunale Federale, II Sezione, in “conference call”, nella seguente composizione: 

dott. Claudio Vallorani – Presidente;

Avv. Carlo Iannelli – Componente;

Avv. Decio Barili – Componente;

E’ nominato relatore nel ricorso in epigrafe il Presidente Claudio Vallorani;

 

P R E M E S S O

- che dalla documentazione in atti risulta:

a) che l'atleta Alia Marcellini è attualmente tesserata (n. tessera A 959569M) presso la A.S.D. Korax Lapierre Dirty Team (cod. società 03H2914);

b) che la società sportiva di appartenenza ha ammesso, a causa del venir meno di alcuni importanti sponsor, di non poter più assicurare i mezzi e le trasferte e, più in generale, il necessario supporto logistico e tecnico all’atleta nel corso della stagione 2015;

c) che, in ragione di ciò, è stato raggiunto un accordo tra la Dirty Team e la società sportiva Team Lancio Bike Team (cod. 02Q4171) che ha dato la propria piena disponibilità a accogliere l’atleta e a dare alla medesima ogni necessario supporto nell’attività agonistica per la stagione in corso (2015);

d) che quanto precede trova conferma nelle dichiarazioni rese per iscritto dell’atleta ricorrente e dal team manager della Dirty Team in atti; 

 

CONSIDERATO

 

- il caso in esame è riconducibile alla previsione di cui all’art. 26, ult. comma RTAA, il quale prevede che il trasferimento dell’atleta sottoposto a vincolo è comunque consentito ove consti il reciproco consenso manifestato per iscritto dal tesserato e dalla società;

- l’ostacolo - in astratto rappresentato dall’essere la stagione ormai ampiamente in corso e scaduto il termine per l’affiliazione ad altra società - può essere superato, in via di deroga ed eccezione, in considerazione del fatto che la società di attuale appartenenza ha ammesso di non poter più supportare l’atleta nel proseguimento dell’attività agonistica, determinando l’esigenza (da apprezzare come “prevalente”) di un trasferimento immediato ad altra società, senza il quale la ricorrente si troverebbe a dover interrompere l’attività;

 

P.Q.M.

 

Il Tribunale Federale, II Sezione, autorizza il trasferimento dell’atleta Alia Marcellini ad altra Società Sportiva.

 

Il Presidente

Tribunale Federale II Sezione

Dott. Claudio Vallorani