2^ sezione - Procedimenti n. 11 e n. 12 / 2016

Comunicato N. 3 del 27 giugno 2016

Tribunale Federale

PROCEDIMENTO N. 11/2016 – RICORRENTE PESCHIERA PAOLO GENITORE ESERCENTE LA POTESTA’ SUL MINORE PESCHIERA SIMONE.

OGGETTO: RICHIESTA TRASFERIMENTO ATLETA AD ALTRA SOCIETA’.

 

CONVOCATO E RIUNITOSI  in teleconferenza il Tribunale Federale F.C.I. – 2^ Sezione, nelle persone del dott. Claudio Vallorani (Presidente), dell’Avv. Carlo Iannelli (componente effettivo) e dell’Avv. Decio Barili (componente effettivo);

NOMINATO relatore il Presidente del Tribunale Federale 2^ Sezione dott. Claudio Vallorani il quale espone ed illustra i fatti e le deduzioni contenute nella richiesta di nulla osta al trasferimento dell’atleta e nei relativi allegati;

IL TRIBUNALE FEDERALE SEZIONE II

PREMESSO CHE

dalla documentazione in atti risulta:

a) l'atleta Simone Peschiera, categoria Juniores, è attualmente tesserato per la  A.S.D.  G.S. CINQUALE (cod. 08R2998); i genitori del medesimo hanno manifestato la volontà del suo trasferimento alla A.S.D. G.C. ROMAGNANO con sede a Massa;

b) il Presidente della squadra di appartenenza, sig. Ernesto Pardini, con dichiarazione datata 21.5.2016 ha autorizzato il passaggio del tesserato ad altra società già nella corrente stagione agonistica, dopo aver premesso che  “...il corridore per motivi personali si trova in una situazione di grave disagio personale con la ns. società”; il medesimo Presidente ha anche attestato l’avvenuta restituzione del materiale tecnico da parte dell’atleta;

c) la A.S.D. G.C. ROMAGNANO con sede a Massa, Via del Pozzo, 18 (Codice società: 08Q2598)  ha dichiarato per iscritto di essere favorevole al passaggio immediato del giovane nelle proprie fila;

d) che il carteggio intervenuto risulta inviato al Comitato Regionale Toscano della F.C.I;

CONSIDERATO CHE

- il caso in esame è riconducibile alla previsione di cui all’art. 26, ult. co., RTAA, il quale prevede che il trasferimento dell’atleta sottoposto a vincolo è comunque consentito ove consti il reciproco consenso manifestato per iscritto dal tesserato e dalla società;

- l’ostacolo, in astratto rappresentato dall’essere la stagione ormai ampiamente in corso e scaduto il termine per l’affiliazione ad altra società, può essere superato, in via di deroga ed eccezione (come da numerosi precedenti di questo Organo di Giustizia), in considerazione dell’interesse dell’atleta minorenne di portare a termine la stagione agonistica in corso;

- quanto sopra determina l’esigenza (da apprezzare come “prevalente”) di un trasferimento immediato dell’atleta Peschiera ad altra società;

P.Q.M.

autorizza il trasferimento dell’atleta minore  Simone Peschiera dalla società di appartenenza A.S.D.  G. S. CINQUALE (cod. 08R2998) alla società A.S.D. G.C. ROMAGNANO con sede a Massa, Via del Pozzo, 18 (Codice società: 08Q2598).


PROCEDIMENTO N. 12/2016 – RICORRENTE RANUCCI GIOVANNI ESERCENTE LA POTESTA’ SULLA MINORE RANUCCI ASIA.

OGGETTO: RICHIESTA TRASFERIMENTO ATLETA AD ALTRA SOCIETA’.

 

CONVOCATO E RIUNITOSI  in teleconferenza il Tribunale Federale F.C.I. – 2^ Sezione, nelle persone del dott. Claudio Vallorani (Presidente), dell’Avv. Carlo Iannelli (componente effettivo) e dell’Avv. Decio Barili (componente effettivo);

NOMINATO relatore il Presidente del Tribunale Federale 2^ Sezione dott. Claudio Vallorani il quale espone ed illustra i fatti e le deduzioni contenute nella richiesta di nulla osta al trasferimento dell’atleta e nei relativi allegati;

IL TRIBUNALE FEDERALE SEZIONE II

PREMESSO CHE

dalla documentazione in atti risulta:

a) l'atleta Asia Ranucci (n. Perugia il 6.5.2003), è attualmente tesserata per la  A.S.D.  G.S. Lu Ciclone (cod. 10F0818), con sede a Spello (PG); il padre della medesima, Sig. Ranucci Giovanni, ha manifestato la volontà che la minore possa trasferirsi in via immediata ad altra società sportiva, espressamente individuata nella soc. ciclistica “Città di Castello”;

b) il Presidente della squadra di appartenenza, sig. Luca Brufani, ha autorizzato il passaggio della giovane ad altra società già nella corrente stagione agonistica, seppure “in via del tutto eccezionale” al solo scopo di venire incontro alla esigenze della ragazza, negando, come pretestuoso, ogni addebito alla società nella gestione ed organizzazione dell’attività agonistica (fermi restando la doverosa restituzione del materiale tecnico consegnato all’atleta ad inizio stagione ed il pagamento del valore del punteggio ad oggi conseguito);

c) che il carteggio intervenuto risulta inviato al Comitato Regionale Umbria della F.C.I. che ha espresso parere favorevole al passaggio della Ranucci ad altra società;

CONSIDERATO CHE

- il caso in esame è riconducibile alla previsione di cui all’art. 26, ult. co., RTAA, il quale prevede che il trasferimento dell’atleta sottoposto a vincolo è comunque consentito ove consti il reciproco consenso manifestato per iscritto dal tesserato e dalla società;

- l’ostacolo, in astratto rappresentato dall’essere la stagione ormai ampiamente in corso e scaduto il termine per l’affiliazione ad altra società, può essere superato, in via di deroga ed eccezione (come da numerosi precedenti di questo Organo di Giustizia), in considerazione dell’interesse dell’atleta minorenne di portare a termine la stagione agonistica in corso;

- quanto sopra determina l’esigenza (da apprezzare come “prevalente”) di un trasferimento immediato dell’atleta ad altra società;

P.Q.M.

autorizza il trasferimento dell’atleta minore Ranucci Asia dalla società di appartenenza A.S.D.  G. S. Lu Ciclone ad altra Società.

 

Il Presidente del Tribunale Federale II Sezione

Dott. Claudio Vallorani

 

Data di pubblicazione: 28/06/2016