1^ sezione - Pronunce

Comunicato N. 7 del 14 giugno 2019

Tribunale Federale

Nella riunione collegiale, ritualmente convocata, svoltasi in data 14 giugno 2019 a Roma, presso la sede federale della FCI Stadio Olimpico – Curva nord - Roma, presenti il Presidente Avv. Salvatore Minardi ed i Componenti Avv. Elisabetta Antonini e Avv. Carlo Iannelli nonché il segretario Sig.ra Marzia Picchioni (funzionaria FCI),

il Tribunale Federale I Sezione ha emesso le seguenti pronunce

N° 5/2019– ALBERTO GAMBARO - UFF. PROCURA FEDERALE – PROCEDIMENTO DISCIPLINARE N. 24/2018 

In punto:

-  il tesserato Alberto Gambaro per violazione dell’art. 1 comma 1  del Regolamento di Giustizia della Federazione ciclistica italiana  in relazione all’art. 24 del Regolamento Tecnico Attività giovanissimi e all’art. 4 parte B1 – infrazioni tecnico-organizzative Categoria Giovanissimi – del Prospetto Unico Infrazioni e sanzioni perché, in violazione dei principi di lealtà e correttezza  e delle norme sull’assistenza sanitaria nelle gare della Categoria Giovanissimi, in occasione della gara 2° Gran Premio Madonna in Binda del 21.10.2018, della quale era Organizzatore e Responsabile, non provvedeva ad interrompere la gara per l’assenza dell’ambulanza adibita ad  esclusivo e specifico servizio della gara  e si trovava costretto a far intervenire altro mezzo di soccorso, tramite chiamata al 118, in occasione della caduta dell’atleta Jordan Vignati. 

NOMINATO relatore l’Avv. Elisabetta Antonini che espone i fatti oggetto del procedimento nei confronti del tesserato Alberto Gambaro, così come formalizzato all’esito dell’attività d’indagine espletata

PRESENTE per l’U.P.F. il Procuratore Federale aggiunto Avv. Ida Blasi                  

NON PRESENTE il deferito ritualmente convocato né il difensore Avv. Silvia Monti

Preliminarmente la Procura Federale produce richiesta di applicazione di sanzione su richiesta a seguito di atto di deferimento ex art. 36 Regolamento di giustizia federale per il Sig. Alberto Gambaro. A questo punto il Tribunale Federale si ritira in Camera di Consiglio.

P.Q.M.

 Il Tribunale Federale I Sezione,

reputata corretta la qualificazione dei fatti contestati e congrua la sanzione di un mese di inibizione, dichiara l’efficacia dell’accordo fra le parti.

 

N. 6/2019 RUOLO – ALBERTO STEFANECCHIA – UFFICIO PROCURA FEDERALE – PROCEDIMENTO DISCIPLINARE N. 02/19.

PRESENTE per l’U.P.F. il Procuratore Federale aggiunto Avv. Ida Blasi  

NON PRESENTE il deferito ritualmente convocato.

Preliminarmente la Segreteria produce istanza di rinvio del 13/06/19 inviata dal Difensore del deferito. Sentito il parere della PF che si rimette al Tribunale; preso atto della irrilevanza del momento di ricezione dell’incarico da parte del difensore; rilevata l’eccezione di tardività della notifica di fissazione udienza sollevata dal difensore; rilevata altresì la irritualità della formulata eccezione in quanto avvenuta al di fuori dell’udienza; considerata l’irrilevanza della impossibilità a presenziare alle udienze future dal 01/07/19 al 07/07/19 assolutamente priva di giustificazioni o impedimenti documentati; considerato che lo Stefanecchia ha ricevuto la mail di convocazione già in data 24/05/2019, a tutela del diritto di difesa del deferito rinvia l’udienza al 28/06/19 ore 11.00 presso gli uffici federali, abbreviando il termine ex art. 37 co. 2 RGF. Dispone la immediata notifica a cura della segreteria.  

Il Presidente

Avv. Salvatore Minardi