1^ sezione - Pronunce

Comunicato N. 1 del 9 gennaio 2016

Tribunale Federale

Nella riunione collegiale, ritualmente convocata, svoltasi in data 9 gennaio 2016 a Roma, presso la sede federale della FCI Stadio Olimpico – Curva nord - Roma, presenti: il Presidente Avv. Salvatore Minardi ed i Componenti Avv. Giovanni Petrella ed Avv. Carlo Mursia nonché il segretario Sig.ra Claudia Giusti (funzionaria FCI),

il Tribunale Federale I Sezione ha emesso la seguente pronuncia

N 28/15 DARIO CAVALLO – ROCCO MARCHEGIANO - UFF.  PROCURA FEDERALE - PROCEDIMENTO DISCIPLINARE – N. 11/15

In punto: violazione dell’art. 1, comma 1 del Regolamento di Giustizia Sportiva per il tesserato Dario Cavallo, Rocco Marchegiano; nonché violazione dell’art. 4 dello Statuto Federale nei confronti del solo Marchegiano.

NOMINATO relatore il Presidente Avv. Salvatore Minardi.

PRESENTE per l’U.P.  l’Avv. Giorgio De Arcangelis.

PRESENTE il deferito Sig. Rocco Marchegiano assistito dall’Avv. Massimo Rosso, non presente il deferito Dario Cavallo ritualmente convocato.

 

PRELIMINARMENTE

Il Procuratore Federale e il difensore presente rappresentano al Tribunale Federale di aver raggiunto un accordo ex art. 36 del Regolamento di Giustizia Sportiva FCI per l’applicazione di sanzione su richiesta a seguito di deferimento.

Il Tribunale Federale prende atto della superiore richiesta e dispone lo stralcio della posizione del Sig. Rocco Marchegiano e la prosecuzione del giudizio nei confronti del Sig. Dario Cavallo.

Pertanto il Presidente espone i fatti del provvedimento di deferimento adottato dalla P.F. nei confronti di Dario Cavallo, così come formalizzato all’esito dell’attività d’indagine espletata dopo l’acquisizione della comunicazione del Sig. Dario Cavallo in data 16/06/2014.

Il P.F. riferisce sul provvedimento di deferimento,  ritiene ampiamente provata la contestazione oggi mossa e chiede che venga riconosciuta la responsabilità del tesserato in ordine agli addebiti contestati, proponendo l’irrogazione della seguente sanzione: inibizione per anni 1 (uno) da scontare al momento in cui riacquisterà la qualifica di tesserato di cui oggi risulta privo.

 

Il Tribunale Federale I Sezione

PREMESSO

CHE a seguito dell’acquisizione della segnalazione del tesserato Dario Cavallo del 16/06/2014 la  Procura Federale espletava le indagini nei termini di rito al fine di verificare la ricostruzione dei fatti lamentati;

CHE dalla produzione documentale odierna della Procura Federale risulta la prova per tabulas  della falsa dichiarazione del soggetto deferito innanzi al Procuratore Federale in occasione dell’audizione del 28/11/2014;   

CHE, il soggetto deferito ad oggi non risulta tesserato;

RITENUTO

CHE è quindi stata raggiunta la prova del fatto contestato dall’ U.P. nell’atto di deferimento per cui è procedimento;

CHE il Sig. Dario Cavallo, sebbene si sia scusato per il comportamento tenuto con la mail del 10/08/2015, nulla ha giustificato o spiegato per esimerlo dalle responsabilità delle violazioni indicate nell’atto di deferimento;

CONSIDERATO

Condivisibile ed ampiamente provato dalle risultanze dibattimentali l’assunto della Procura nonché il comportamento tenuto dal deferito.

P.Q.M.

 Il Tribunale Federale I Sezione,

 

commina al Sig. Dario Cavallo la sanzione dell’inibizione per anni 1 (uno), da scontare al momento in cui riacquisterà la qualifica di tesserato di cui oggi risulta privo nonché, l’inibizione a rivestire in futuro cariche o incarichi nell’ambito delle attività federali e/o societarie, ovvero di proibizione a prendere parte a manifestazioni e/o eventi sportivi organizzati nell’ambito dell’attività FCI, con contestuale proibizione di frequentare impianti sportivi e la zona  neutra destinata ad atleti e personale addetto.

Dispone il rinvio del procedimento stralciato nei confronti del Sig. Rocco Marchegiano ad udienza da fissare in seguito alla ricezione delle comunicazioni come da rito.

 

Il Presidente        

Avv. Salvatore Minardi

 

Data di pubblicazione: 13/01/2016