PROTOCOLLO SANITARIO FEDERALE - DISPOSIZIONI SPECIFICHE PER LA GESTIONE DEI SITI DI GARA E DI ALLENAMENTO

DISPOSIZIONI SPECIFICHE PER LA GESTIONE DEI SITI DI GARA E DI ALLENAMENTO

Montichiari Velodromo

DISPOSIZIONI SPECIFICHE PER LA GESTIONE DEI SITI DI GARA E DI ALLENAMENTO

Nell’ambito del Protocollo sanitario federale tali disposizioni, come declinato nei file tutti sotto riportati, fanno esplicito riferimento allo specifico paragrafo relativo alla gestione dei siti di gara e di allenamento. Si specifica che tali file, pur non essendo richiamati come allegati, fanno parte integrante del Protocollo sanitario stesso.

Le disposizioni vigenti, infatti, prevedono che le FSN/DSA/EPS sono chiamate ad assicurare che gli eventi e le competizioni, sia di livello agonistico e di preminente interesse nazionale, sia di livello non agonistico, ove consentito, svolte all’interno di impianti sportivi, ovvero all’aperto, al pari delle sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, vengano organizzate nel rispetto di precise ed efficaci misure di carattere sanitario e non, atte a prevenire nel modo migliore possibile il rischio epidemiologico di contagio per Covid-19.

Nell’ambito del Protocollo sanitario federale è stata pertanto prevista la suddivisione dei siti di gara e di allenamento in 3 zone (Bianca, Gialla e Verde).

Conseguentemente sono state elaborate 2 distinte e specifiche linee guida (“Gare Linee Guida“ e “Allenamenti Linee Guida”), entrambe basate sulla suddetta suddivisione in 3 zone dell’area interessata, sia da una seduta di gara, che di allenamento. Tale approccio rende più facile evitare gli assembramenti e determinare i comportamenti utili per il contenimento del virus, in particolare:

  1. identificando il personale che può accedere alle 3 aree;
  2. stabilendo, per ciascuna zona, le modalità di accesso, con particolare riferimento, ove previste, alle obbligatorie verifiche (Green Pass, autocertificazioni, T corporea, possesso di DPI), il numero di persone che possono accedere, tenendo conto dell’area a disposizione e della distanza interpersonale richiesta dalle vigenti normative;
  3. definendo i dispositivi di protezione individuale (DPI) da utilizzare ed i comportamenti da seguire in ciascuna zona.

Oltre alle suddette linee guida sono stati prodotti altri due documenti (“Gare Screening del sito” e “Allenamenti-Screening del sito) che possano consentire alle società, allegando una piantina dell’area complessiva utilizzata, di poter presentare all’Ente o alle autorità locali, un piano ben definito di procedure per limitare il contagio che può favorire l’autorizzazione allo svolgimento della gara o dell’allenamento da parte delle Autorità territorialmente competenti.

Al fine di facilitare il compito di chi organizza le gare, è stato poi realizzato un ultimo documento (Gare Istruzioni Operative”) che può essere utilizzato come promemoria nella gestione della manifestazione stessa.

Anche per gli allenamenti è stato predisposto un ulteriore documento (“Allenamenti Istruzioni operative”) che può essere utilizzato come prontuario sulle norme comportamentali che gli atleti e tutti gli altri soggetti coinvolti devono rispettare all’interno del sito sportivo.

Tutti i documenti citati prevedono una cartellonistica, sia di carattere generale che relativa alle 3 Zone, anch’essa da considerarsi come parte integrante del Protocollo sanitario.