Protocollo sanitario federale, approvato dal CF l'8 maggio 2021, aggiornato al 20 ottobre 2021

Si pubblica in allegato il Protocollo sanitario della FCI, aggiornato al 20 ottobre 2021 a seguito della Circolare del Ministero della Salute dell'11 agosto 2021, nonché dei D.L 105, 111, 127 e 139/2021, D.L. relativi alle disposizioni su obbligo Green Pass ed accesso del pubblico.

Garaomnium

Si pubblica in allegato il Protocollo sanitario della FCI, aggiornato al 20 0ttobre 2021, a seguito dell’emanazione della Circolare del Ministero della Salute dell’11 agosto 2021, nonché dei D.L 105, 111, 127 e 139/2021, D.L. relativi alle disposizioni su obbligo Green Pass ed accesso del pubblico.

Si specifica che il Protocollo in oggetto, ai fini della sua corretta applicazione, fa espresso riferimento, nelle sue linee di principio generali, al rispetto di quanto contenuto nel DPCM del 02 marzo 2021, nonché nel D.L. 22 Aprile 2021 n. 52 e del successivo D.L. n. 65 del 18 maggio 2021 e della sua conversione con Legge 87 del 17 giugno 2021, nonché nei D.L. n.105, del 23 luglio 2021 (in vigore dal 6 agosto 2021), che ha prorogato lo stato di emergenza nazionale fino al 31 dicembre 2021, e successivi D.L 111, del 6 agosto 2021, in vigore dal 7 agosto 2021, D.L 127 del 21 settembre 2021, la cui applicazione, per quanto di specifico interesse, è a partire dal 15 ottobre 2021, D.L. 139 dell’8 ottobre 2021, nonché alla Circolare del Ministero della Salute del 11 agosto 2021, ed alle Linee Guida per l’organizzazione di eventi e competizioni sportive, del 8 ottobre 2021, ed a quelle per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere, del 4 ottobre 2021, entrambe redatte a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento dello Sport, ed a tutte le ordinanze del Ministero della Salute emanate ed attualmente in vigore.

Nello specifico il Protocollo in oggetto è stato aggiornato sulla base delle novità introdotte dalla Circolare del Ministero della Salute del 11 agosto 2021, in merito alle disposizioni per quarantena ed isolamento per contatti con positivi, con distinzione di diverse casistiche e tempistiche in relazione ai vaccinati, ai vaccinati ancora incompleti, ai non vaccinati, anche in relazione alle accertate varianti del virus, nonché alle disposizioni per soggetti positivi al Covid, ed è stato obbligatoriamente adeguato, a quanto previsto dai D.L 105 e 111/2021, relativi all’introduzione del Green Pass ed al suo obbligo di possesso per il pubblico, nonché all’introduzione dell’obbligo di possesso di Green Pass per tutti gli atleti di ogni categoria e per tutti i soggetti coinvolti nello svolgimento di gare e allenamenti, secondo quanto stabilito dal D.L 127 del 21 settembre 2021, D.L. che è entrato in vigore dal 15 ottobre 2021.

Nel suddetto aggiornamento del Protocollo è altresì ricompreso anche quanto previsto dal D.L. 139 del 8 ottobre 2021, D.L. che ha ulteriormente modificato i limiti di capienza consentita per l’accesso del pubblico agli eventi sportivi.

Nell’ambito di tali aggiornamenti si precisa che le disposizioni sul Green Pass non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale (infradodicenni) e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica, rilasciata secondo i criteri definiti con Circolare del Ministero della salute. Per tali soggetti, in attesa di un nuovo DPCM che stabilisca le modalità per consentirne la verifica digitale, possono essere utilizzate le certificazioni rilasciate in formato cartaceo fino al 30 Novembre 2021. Nel merito si specifica che, per la categoria G6, sono da ritenersi esclusi solo gli atleti che, con espresso riferimento all’età anagrafica, nell’ambito della stagione agonistica di riferimento non hanno ancora compiuto 12 anni.

Si specifica inoltre che il Green Pass non è richiesto per gli accompagnatori dei minori o dei soggetti diversamente abili ai fini della relativa assistenza all’interno degli spogliatoi. In ogni caso, tali accompagnatori, se non in possesso di Green Pass, non potranno sostare all’interno degli ambienti per i quali detta certificazione è richiesta.

Si specifica altresì che il Green Pass non è richiesto per la pratica di attività sportiva e/o per gli allenamenti all’aperto al di fuori dei siti sportivi, mentre, per gli allenamenti all’aperto all’interno dei siti sportivi, non c’è obbligo di Green Pass limitatamente allo svolgimento di attività sportiva di base ed attività motoria in genere.

Si sottolinea, inoltre, che nell’ambito del testo del suddetto protocollo è previsto un paragrafo relativo alla gestione dei siti di gara e di allenamento che rimanda a file specifici che, pur non essendo richiamati come allegati, fanno parte integrante del protocollo medesimo.

Gli stessi sono riportati sul sito in una sezione separata, ma sempre all’interno dei protocolli federali.

Si riportano di seguito il testo del Protocollo sanitario federale ed i relativi allegati da 1 a 8.