22 Aprile Apr 2024 0922 28 days ago

Juniores - Uno, due del Team Giorgi con Quaglia e Mellano

Nel 60° Giro della Castellania. A completare il podio di giornata il rappresentante della Repubblica Ceka Filip Novak (Ciclistica Trevigliese) a 4” dal tandem di testa

20

Pettenasco (No), 20 aprile 2024 - Uno, due del Team Giorgi del Presidente Carlo Giorgi col direttore sportivo Leone Malaga in Ammiraglia sul traguardo di Pratolungo di questa 60° edizione del Giro della Castellania che piazza Tommaso Quaglia sul gradino più alto del podio, Ludovico Mellano al posto d’onore e, a completare il podio di giornata il rappresentante della Repubblica Ceka Filip Novak (Ciclistica Trevigliese) a 4” dal tandem di testa.

Una corsa semplicemente fantastica questo Giro della Castellania che da 60 edizioni racconta ed esalta le bellezze del Lago D’Orta (che circonda per ben tre giri) prima di spiccare il volo verso i 500 metri di altitudine di Pratolungo per l’arrivo.

La gara organizzata dalla SC Castellettese-Cicli Varsalona della presidentessa Gabriella Ambrosi è scattata dal centro urbano di Pettenasco con 180 corridori ai nastri di partenza in rappresentanza di 28 squadre provenienti oltre che dal Piemonte, anche dalla Lombardia, Emilia-Romagna, Trentino-Alto Adige e da una squadra straniera, il Velo Club Lugano (Svizzera).

In una giornata baciata da un sole molto primaverile (con un leggero vento che si alzava ad intermittenza) tra il melodioso “Klik-Klak” delle scarpette che si agganciavano ai pedali il gruppo si incamminava a ritmo spedito verso il primo GPM in località Nonio dove transitava per primo Pietro Galbusera (GB Junior-Pool Cantù) seguito da tutto il gruppo compatto che andava a completare il primo giro del Lago D’Orta ravvivando l’andatura in vista del TV primo giro vinto dal trentino Federico Nardelli (US Montecorona) e, sempre a ranghi compatti si va verso l’inizio della seconda circumnavigazione del Lago d’Orta e il secondo GPM ai 499 metri di Nonio dove questa volta transita per primo l’ukraino Maksym Lahuta (Team Giorgi) che lancia una fuga con Pietro Galbusera che verrà annullata dopo qualche chilometro e prima di transitare per Pettenasco dove sulla linea del secondo TV di giornata dove è ancora un Galbusera a transitare per primo, sempre della GB Junior-Pool Cantù ma che di nome fa Simone.

Intanto vuoi per la fatica che per il vento aumentato di intensità molti corridori alzano bandiera bianca però lasciando il gruppo sempre abbastanza numeroso che attacca lo strappo del GPM di Nonio per la terza volta che verrà spianato per primo da Pietro Galbusera, dorsale 98 del GB Junior-Pool Cantù.

Alla fine del terzo giro c’è il terzo e penultimo TV di giornata dove dopo un lunghissimo sprint transita per primo il piemontese Emanuele Ferrando dell’UC Piasco,

Tra poco più di un chilometro la corsa lascerà il lungolago per scalare il GPM di Pratolungo e l’arrivo ma, prima del rush finale c’è un altro TV che va al vincitore del recente Giro d’Abruzzo Juniores, il bergamasco Diego Nembrini (SC Cene) che ha già lanciato anche l’attacco verso il traguardo in compagnia di Quaglia e Mellano (Giorgi), Novak (Trevigliese), Segatta (Montecorona) e il colombiano Herreno (Giorgi) che andrano a contendersi la vittoria.

Ai duecento metri dalla linea bianca si avvantaggiano leggermente Quaglia e Mellano che con 4” di vantaggio vanno a contendersi la vittoria.

Alla gara hanno partecipato anche i figli d’arte, Santiago Basso (Bustese Olonia) ed Enrico Simoni (US Montecorona) figli rispettivamente degli ex vincitori del Giro d’Italia Ivan e Gilberto.

Ordine d’arrivo,

1) Tommaso Quaglia (Team Giorgi) km 112,3 in 2h41’ media kmh, 41,851;
2) Ludovico Maria Mellano (Team Giorgi) st;
3) Filip Novak (Cze-Ciclistica Trevigliese) a 4”;
4) Diego Nembrini (SC Cene) st;
5) Fabio Segatta (US Montecorona) st;
6) Herreno Polania Martin (Col-Team Giorgi) st;
7) Giuliano Riccardo (UC Piasco) a 28”;
8) Pietro Galbusera (Pool Cantù-GB Junior) st;
9) Nicolò D’Alessandro (SC Fagnano Nuova) st;
10) Nicholas Travella (Pool Cantù-GB Junior) st;

(Corridori Iscritti 204; Partenti 180; Classificati 100).

Vito Bernardi