5 Dicembre Dic 2023 0848 2 months ago

Veneto - La festa del ciclismo polesano

Alla Festa del Ciclismo Provinciale di Rovigo, sono intervenuti, tra gli altri, Sandro Checchin, Presidente del Crv, e numerose personalità del mondo politico locale.

PREMIAZIONI 4

ROVIGO - “Un cordiale saluto a tutti, anche a nome dei componenti il Comitato Provinciale, e ringrazio le autorità presenti ed i graditi ospiti. A stagione agonistica conclusa desidero ringraziare tutti per il lavoro svolto nonostante le numerose difficoltà incontrate lungo il percorso. Chiudiamo un 2023 molto positivo sotto il profilo organizzativo e qui va il mio ringraziamento a tutte le Associazioni, in particolare a quelle che nonostante le molte difficoltà hanno programmato e realizzato le gare, tutte riuscite in maniera molto positiva”. A rilevarlo, tra gli applausi, è stato il presidente del Comitato Provinciale di Rovigo della Federciclismo, Mirvano Mazzetto, in occasione della cerimonia delle premiazioni di fine anno.

“Desidero ringraziare la Polisportiva Tasso e Galvani del presidente Tiziano Casaro per la storica gara della categoria Juniores; la Cicli Erman Squadra Corse di Federico Mantovan, per le due gare organizzate, una nella per i Giovanissimi, riproposta dopo molti anni e una nel fuoristrada con la Fornaci Bike - ha continuato il presidente - ma anche il Gruppo Ciclisti Emic di Massimo Rossi, tornato ad organizzare una gara per Giovanissimi dopo il brutto periodo del Covid; la Liberi Ciclisti Adria 2002 del presidente Roberto Frigatti, che ha riproposto la ormai classica gara per Giovanissimi; la Nordest Ciclistica Villadose Angelo Gomme del Dott. Roberto Dolcetto che ha riproposto la storica gara Juniores. Il Gruppo Ciclisti Castelmassa di Gianluca Galli, per una prova di Mediofondo, inserita nel circuito del Criterium Veneto; la Mtb Tuttinbici di Luigi Giribuola per la Storica Su e Zo per I Fossi e per la Golena Race di cross country disputata nell’Oasi del WWF di Panarella. Permettetemi di affermare che Luigi Giribuola è stato il pioniere del fuoristrada in Polesine”.

“Ho lasciato per ultima la manifestazione più importante realizzata a fine giugno - ha detto il Presidente - le due tappe del Giro del Veneto Elite e Under 23 e alle quali va il mio ringraziamento all’Organizzazione Eventi Sportivi diretta da Adriano Zambon che ha voluto portare nel polesine una parte del Giro. Sono stati due giorni intensi, devo dire che ho avuto una grande collaborazione da Giovanni Cattozzi del Csi Veneto e da Vittorino Gasparetto del Crv. Il primo con la presentazione al Centro Commerciale La Fattoria e nel pomeriggio la Cronosquadre ad Adria, il secondo con la gara in linea Partendo dalla Sacca di Scardovari (Barricata) e arrivo ad Adria dopo aver attraversato nove Comuni. Si è concluso con un pieno successo e posso affermare che stiamo lavorando per riproporre nel 2024. E’ stato disputato anche il Campionato Provinciale sia Strada che Fuoristrada. Quello Juniores a San Bellino e il secondo articolato in due prove, la prima a Porto Viro, la Fornaci Bike. La seconda con assegnazione delle maglie alla Golena Race, a Pannarella. Due belle manifestazioni partecipate con entusiasmo dagli Atleti”.

“Il Comitato Provinciale intende elogiare e si complimenta con Marcello Pavarin Campione Mondiale Gravel e Martina Mantovani Campionessa Europea Granfondo Strada, due medaglie con onorano il Ciclismo Polesano - ha concluso il responsabile del ciclismo rodigino - . Mi auguro che questo sia da incentivo per i dirigenti, gli atleti e direi di tutto l’ambiente, per proseguire a praticare questo sport meraviglioso fatto di fatica e di rinunce, coinvolgendo appassionati del ciclismo e raccogliere risorse finanziarie atte a organizzare manifestazioni ciclistiche, sia per il sano agonismo degli atleti, sia per la valorizzazione del nostro territorio. Devo affermare che il rapporto con le istituzioni, con i vertici Federali, con la Polizia di Stato, è stato ottimo, caratterizzato dalla massima collaborazione e grande lavoro di squadra. Ultimo argomento, che a me sta molto a cuore, è il mondo Giovanile che nel nostro territorio non esistono, o quantomeno sono pochissimi gli spazi per poterlo praticare in sicurezza, e qui mi rivolgo alle amministrazioni, il nostro territorio non ha problemi di spazi e pur nelle difficoltà che sappiamo, qualche progetto si potrebbe realizzare dando la possibilità ai ragazzini-e a cui piace la bicicletta di vivere questo bellissimo sport in sicurezza. L’augurio è che arrivi qualche risposta positiva. Concludo augurando un 2024 ricco di soddisfazioni e di successi”.

Alla Festa del Ciclismo Provinciale di Rovigo, sono intervenuti, tra gli altri, Sandro Checchin, Presidente del Crv, Cristiano Corazzari, Assessore allo Sport della Regione Veneto, Mattia Milan, Assessore allo Sport del Comune di Rovigo, Federico Simoni, Assessore allo Sport del Comune di Adria, Lorenzo Rizzato, Consigliere Provincia di Rovigo, Giovanni Cattozzi, Presidente Csi del Veneto. Per la Polizia Stradale era presente Marco Cinini, Sostituto Commissario e Capo Ufficio Verbali quindi Marco Cavallaro, Direttore Cc La Fattoria, Vittorino Gasparetto, Consigliere Regionale del Crv ed Adriano Zambon, Presidente dell’Organizzazione Eventi Sportivi.

Si è passati quindi alle premiazioni degli atleti Giovanissimi e per la Asd Liberi Ciclisti Adria 2002 hanno ricevuto i riconoscimenti Alessandro Barnabà (G5), Adelaide Belluco (G5), Kataleya Belluco (G1), Evelin Maria Bejan (G1), Tommaso Bovolenta (G3), Lorenzo Carinci (G1), Rebecca Crivellaro Cassetta (G3), Fatica Zahraa Daoukha (G5), Meriam Daoukha (G1), Ettore Mantovan (Minibiker Pg) ed Enea Tessarin (G1). Per il Gruppo Ciclisti Emic li hanno ricevuti Brian Casellato (G1) e Marco Farinelli (Pg).

La premiazione è proseguita con gli Juniores: per l’Asd Nordest Ciclistica Villadose Angelo Gomme, Cristian Sinigaglia (2° Anno), Marco Giandoso (1° Anno), Luca Stecca (1° Anno) e Luca Destro (1° Anno). Sono tutti Polesani e hanno iniziato l’attività con il Gruppo Ciclisti Emic.

Premi Speciali dedicati ad “Una Vita per il Cicismo” sono andati a Daniela Ivana Malin, figura storica della Polisportiva Tasso e Galvani con due mandati alla presidenza del Comitato Provinciale Fci di Rovigo e a Raffaele Vincenzi del Gs Cicloamatori Castelmassa per molti anni è stato anche presidente.

La premiazione dei campioni con Marcello Pavarin, Mondiale Gravel di Categoria e Martina Mantovani, Campionessa Europea Granfondo Strada Uec. Entrambi gareggiano per l’Asd Adria Bike.

E’ toccato poi ai Campioni Provinciali 2023 ricevere i premi. Per il settore Strada della Categoria Juniores è andato a Leonardo Longagnani (Nordest Ciclistica Villadose Angelo Gomme); per ll Fuoristrada Mtb della Categoria Esordienti 1° Anno a Davide Coltro (Acd Monselice); per la Categoria Allievi del 2° Anno a Mirco Selvaggio (Asd San Bortolo); per la Categoria Under 23 a Gianmarco Mazzucato (Team Todesco); per i Master 1 a Simone Peretti (Porto Viro); per i Master 2 ad Alessandro Bergamasco (Porto Viro) vincitore anche del Trofeo Serenissima di Categoria; per i Master 3 a Luca Cariani (Porto Viro); per i Master 4, a Luca Frizziero (Adria Bike); per i Master 5 a Massimo Boscolo Cucco (Adria Bike) e anche vincitore del Trofeo Serenissima di Categoria; per i Master 6 a Cristian Astolfi (Porto Viro); per i Master 7 a Giorgio Padoan (Adria Bike) e per i Master Elite a Massimo Maestri (Porto Viro) e vincitore anche del Trofeo Serenissima di Categoria.

Francesco Coppola