7 Giugno Giu 2023 1322 one year ago

Giro Next Gen - Tutto quello che c'è da sapere

Annunciati gli iscritti della corsa a tappe con i migliori Under 23 del mondo. Sabato 10 alle 18:30 la presentazione delle squadre al Castello di Agliè. Gran finale domenica 18 a Trieste. Tutte le info sul sito. Il live della corsa sarà disponibile sull'account Twitter del Giro d'Italia.

73C28cfc Eb94 6Cda 5515 Eb7896584b2a

Milano, 7 giugno 2023 - A quattro giorni dal via sono stati annunciati gli iscritti per il Giro Next Gen, organizzato da RCS Sport in collaborazione Federazione Ciclistica Italiana con il Patrocinio del Ministero per lo Sport e i Giovani e in programma dall'11 al 18 giugno. Le giovani stelle del ciclismo mondiale si daranno battaglia lungo otto tappe che offriranno opportunità ad ogni tipologia di corridore a partire dalla cronometro di Agliè fino alla frazione finale a Trieste.

Tra i principali pretendenti alla Maglia Rosa ci sono Johannes Staune-Mittet (Jumbo-Visma Development Team), secondo nel 2022 al Tour de l'Avenir e vincitore quest'anno del Giro del Belvedere, Antonio Morgado (Hagens Bermans Axeon), vincitore del Giro della Lunigiana 2022 e dell'International Tour of Rhodes 2023, Santiago Umba (GW Shimano Sidermec), recentemente 11° al Giro dell'Appennino dei professionisti e 5° alla Vuelta de la Juventud, e Francesco Busatto (Circus - ReUz - Technord), vincitore della Liegi - Bastogne - Liegi U23 e 4° al Giro dell'Appennino.

Altri nomi da tenere d'occhio saranno Hannes Wilksch (Tudor Pro Cycling Team U23), Alessio Martinelli e Giulio Pellizzari (Green Project Bardiani-CSF Faizanè), Thibaud Gruel e Brieuc Rolland (Equipe Continentale Groupama-FDJ), Darren Rafferty (Hagens Bermans Axeon), Tijmen Graat e Per Strand Hagenes (Jumbo-Visma Development Team), William Junior Lecerf (Soudal Quick-Step Devo Team), Davide De Pretto (Zalf Euromobil Fior), Lukas Nerurkas (Trinity Racing) e Davide De Cassan (Cycling Team Friuli ASD).

Folta anche la pattuglia di velocisti e cacciatori di tappe con nomi del calibro di Jordan Labrosse (AG2R Citroën U23 Team), Andreas Foldager (Biesse - Carrera), Alberto Bruttomesso (Cycling Team Friuli ASD), Davide Persico (Team Colpack Ballan), Brady Gilmore (ARA Skip Capital), Enzo Leijnse e Vlad Van Mechelen (Development Team DSM), Luke Lamperti (Trinity Racing), Tommaso Bergagna (General Store - Essegibi - F.lli Curia), Lorenzo Conforti (Green Project Bardiani-CSF Faizanè), Jan Christen (Hagens Bermans Axeon), Tim Torn Teutenberg (Leopard TOGT Pro Cycling), Tijl De Decker e Alec Segaert (Lotto Dstny Development Team), Alessio Portello (Q36.5 Continental Cycling Team), Gil Gelders (Soudal Quick-Step Devo Team), Joshua Gudnitz (Team Coloquick), Alexander Hajek (Tirol KTM Cycling Team) e Giosuè Epis (Zalf Euromobil Fior).

LE SQUADRE (35 team da 5 corridori ciascuno)

17 TEAM ITALIANI

ASD Ciclistica Rostese
ASD G.C. Sissio Team
Beltrami TSA Tre Colli
Biesse - Carrera
Cycling Team Friuli ASD
General Store - Essegibi - F.lli Curia
Green Project Bardiani-CSF Faizanè
Mastromarco Sensi FC Nibali
Q36.5 Continental Cycling Team
Sias Rime
Team Colpack Ballan
Team Hopplà - Petroli Firenze - Don Camillo
Team Technipes #inEmiliaRomagna
UC Trevigiani Energiapura Marchiol
Work Service - Vitalcare - Dynatek
Zalf Euromobil Fior
Team Italia Interregionale

18 TEAM INTERNAZIONALI

AG2R Citroën U23 Team
ARA Skip Capital
Astana Qazaqstan Development Team
Bingoal WB Development Team
Circus - ReUz - Technord
Development Team DSM
Eolo-Kometa U23
Equipe Continentale Groupama-FDJ
GW Shimano Sidermec
Hagens Bermans Axeon
Jumbo-Visma Development Team
Leopard TOGT Pro Cycling
Lotto Dstny Development Team
Soudal Quick-Step Devo Team
Team Coloquick
Tirol KTM Cycling Team
Trinity Racing
Tudor Pro Cycling Team U23

LE MAGLIE
Saranno sei le maglie del Giro Next Gen, disegnate da ALE' con tessuti riciclati prodotti da SITIP. Oltre alle tradizionali Maglia Rosa (classifica generale), Maglia Ciclamino (classifica a punti), Maglia Azzurra (classifica GPM) e Maglia Bianca (classifica giovani riservata ai corridori nati nell'anno 2004), saranno in palio anche la Maglia Tricolore, per il primo corridore di nazionalità italiana in classifica generale, e la Maglia Combinata, data dalla somma dei punti ottenuti dagli atleti nelle tre classifiche principali (generale, punti e GPM).

I SOCIAL DEL GIRO NEXT GEN
Il Giro Next Gen avrà ampia copertura web, sia sul nuovo sito (www.gironextgen.it) che sui canali Social del Giro d'Italia (Facebook, Instagram, TikTok, Youtube e Dailymotion). Sull'account Twitter del Giro d'Italia sarà inoltre possibile seguire il live della corsa.

LE TAPPE - 11/06, 1^ TAPPA, AGLIÈ - AGLIÈ ITT, 9.4 KM - Cronometro individuale breve, molto veloce e adatta agli specialisti contro il tempo. Si compone di lunghi tratti rettilinei raccordati da alcune curve. Unica piccola difficoltà la rampa finale (4% medio) che conduce al Castello di Agliè.
Ultimi km - Lineari con l’ultimo chilometro tutto in leggera salita con pendenze del 4/5 %

12/06, 2^ TAPPA, SAN FRANCESCO AL CAMPO-CHERASCO, 151 KM - Tappa relativamente pianeggiante nella prima parte e poi mossa e articolata fino all’arrivo. Si contorna la città di Torino toccando alcune località del suo hinterland come Settimo Torinese e Chieri. Si prosegue poi verso sud fino a trovare le colline dell’Albese dove si scalano La Morra e Novello prima di giungere al circuito finale di 18 km (1 giro) che tocca oltre a Cherasco anche Narzole e il fondovalle del Tanaro. Nel 2010 sullo stesso arrivo Philippe Gilbert trionfò in quell’edizione del Gran Piemonte.
Ultimi km - Ultimi 3 km pianeggianti prima e poi dai 1500 m all’arrivo in salita abbastanza marcata con alcuni tornanti e pendenze fino al 9%. Ultimi 500m quasi pianeggianti.

13/06, 3^ TAPPA, PRIOCCA-MAGENTA, 146 KM - Tappa praticamente piatta interamente dedicata alle ruote veloci che avranno come unica difficoltà il breve strappo di Lu. Si attraversa la pianura Padana alessandrina e pavese su strade sostanzialmente diritte e perfettamente piatte.
Ultimi km - Finale lungo viali larghi e rettilinei con alcuni raccordi su rotatorie e con alcune ampie curve. Rettilineo finale di 450 m.

14/06, 4^ TAPPA, MORBEGNO-PASSO DELLO STELVIO, 119 KM - Tappa di alta montagna molto dura che designerà la prima bozza, potenzialmente definitiva della classifica generale. Da Morbegno si segue il corso dell’Adda fino a Sondrio dove si sale sulla strada panoramica attraversando località importanti per il ciclismo come Poggiridenti. Passaggio da Teglio (che dà il nome alla valle) e poi lunga risalita fino a Bormio attraverso Tirano, Mazzo di Valtellina e Valdisotto. Salita finale di 22 km al 7% medio con oltre 30 tornanti.
Ultimi km - Ultimi chilometri in salita marcata a tornanti con pendenze sempre attorno al 9%.

15/06, 5^ TAPPA, CESANO MADERNO-MANERBA DEL GARDA, 159 KM - Tappa mossa e nervosa, specie nel finale, che porta la corsa sul Lago di Garda. Partenza attraverso la pianura a nord di Milano costellata di centri abitati con le consuete difficoltà di attraversamento costituite da normali ostacoli alla circolazione come rotatorie, spartitraffico e arredo urbano di vario tipo. Prima di Brescia la corsa sale verso il Lago d'Iseo e scala il Passo Tre Termini, l’ascesa a Lumezzane e il Passo di Sant’Eusebio prima di scendere in riva al Garda con alcuni “dentini” finali adatti ad eventuali colpi di mano.
Ultimi km - Ultimi chilometri ondulati con un breve strappo (fino al 12%) all’interno dell’ultimo chilometro.

16/06, 6^ TAPPA, PERGINE VALSUGANA-POVEGLIANO, 166 KM - Tappa con una dura ascesa iniziale (Valico della Fricca), con successivi 150 km in discesa o pianeggianti. Si attraversano molti centri abitati con le consuete difficoltà fino ad arrivare a Povegliano dove, dopo il passaggio sulla linea di arrivo, si percorreranno due giri di un velocissimo circuito di 16 km.
Ultimi km - Ultimi 3 km costituiti da rettilinei ampi e pianeggianti intervallati da semicurve. Ultima curva a 350 m dall’arrivo.

17/06, 7^ TAPPA, POSSAGNO-PIAN DEL CANSIGLIO, 176 KM - È il tappone del Giro Next Gen 2023. Partenza dal Tempio del Canova a Possagno e dopo il km 0 sarà una successione di salite brevi e lunghe, dure o pedalabili, senza soluzione di continuità. Si attraversa tutta la zona del Prosecco da Valdobbiadene a Combai a Refrontolo e dopo Vittorio Veneto inizia la sequenza di salite: San Lorenzo, Passo San Boldo con i suoi tornanti in galleria, Valmorel, Nevegal con i suoi chilometri centrali tutti oltre il 10%, Malga Cate in Alpago anche qui sempre con pendenze in doppia cifra e infine l’ingresso al Pian del Cansiglio da Farra con i suoi primi 4 km tutti al 12/13%. Tappone durissimo e selettivo che determinerà la classifica finale.
Ultimi km - Ultimo GPM a 4 km dall’arrivo seguito da una breve discesa e ultimi tre chilometri pianeggianti.

18/06, 8^ TAPPA, TAVAGNACCO (CAVALICCO)-TRIESTE, 131 KM - Tappa di chiusura del Giro Next Gen 2023. Partenza da Tavagnacco (Cavalicco), città di Enzo Cainero, e prima parte lievemente ondulata lungo le morene udinesi. Si passa da Pagnacco, Buja, Tarcento per proseguire nella zona dei vini di Nimis, Attimis, Faedis fino alla piana Cividalese. Nella provincia di Gorizia il passaggio è segnato dalla Grande Guerra con il Monte San Michele e il sacrario di Redipuglia per poi entrare nella provincia di Trieste attraverso la strada “alta” di Aurisina e Santa Croce. Breve picchiata verso la costa e volata finale della tappa e del Giro davanti a Piazza Unità d’Italia e al Molo Audace.
Ultimi km - Leggera discesa fino ai 2 km dall’arrivo dove la corsa percorre una breve rampa impegnativa per raggiungere la strada costiera. Ultimi chilometri completamente pianeggiante fino alla linea di arrivo.