16 Maggio Mag 2023 1519 one year ago

A Rodano un murale per intitolare la scuola a Gino Bartali

Opera dei ragazzi della Scuola Secondaria dell'Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci”. Sono raffigurati Bartali, Coppi, Levati, Moser, Pantani che sfrecciano sulle le loro biciclette. Il 27 maggio vi sarà l'inaugurazione e l'intitolazione della scuola al Giusto tra le Nazioni.

987Da477 77C3 4686 899A 51E84127f1bc

Si stanno dando gli ultimi colpi di pennello al Murale che separa l’atrio dalla Palestra della Scuola Secondaria dell'Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci”, nel plesso di Rodano, in provincia di Milano. Sono raffigurati Bartali, Coppi, Levati, Moser, Pantani che sfrecciano sulle le loro biciclette, con i volti che esprimono la fatica, la determinazione, la passione per quel grande sport che è il ciclismo.

Sono all'opera gli studenti delle classi prime, seconde e terze medie, guidati dalla professoressa di arte, Cristina Altoneri e la sua assistente Sabrina Leonardi. Lavorano gli alunni che hanno un talento artistico e lo mettono a disposizione della Scuola, ma lavorano anche quelli più fragili che vogliono essere parte di un progetto di cui custodire la memoria e andare fieri.

La nuova Dirigente, Concetta Frazzetta, ha proposto e fortemente sostenuto l'adesione ad un progetto di rete relativo al Piano delle Arti per l'anno 2022/23, di cui l'Istituto di Settala è capofila. Da questa possibilità è scaturito il progetto “Orientarti”, condiviso con l'Istituto di Vignate e Paullo. Già lo scorso anno scolastico, nel 30° anniversario delle stragi di Capaci e di via D'Amelio, la docente di arte ha progettato e realizzato un murale all'ingresso esterno della scuola, in cui compaiono i volti di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, figure emblematiche sul tema della legalità.

Quest'anno si è presentata inoltre l'occasione di intitolare il Plesso di Rodano ad una persona che si sia distinta per particolari benemerenze. Si è pensato di proseguire sul tema della legalità, in modo tale da creare un percorso che si agganci alle discipline di studio proposte ai ragazzi, i veri protagonisti della scuola. Dalla collaborazione della prof.ssa Altoneri con il prof. Silvano Celani, docente di educazione motoria, è nato il progetto del presente murale: “Fare squadra nello Sport e nella Vita”, frase di un giovane allenatore di pallavolo scomparso un anno fa, Federico Neri. Tra i tanti sport è stato scelto il ciclismo. Si è pensato innanzitutto di immortalare Bartali, un “giusto”, che contribuì al salvataggio di moltissime persone nel 1943 e 1944, già medaglia d'oro al merito civile nel 2005 e riconosciuto come Giusto tra le Nazioni nel 2013. Accanto a lui compaiono Coppi, Moser, Pantani e Virginio Levati, campione che conquistò molti titoli negli anni 60' e '70. Abita nella vicina Pantigliate e i ragazzi lo conoscono personalmente in quanto è una prestigiosa presenza, come volontario, durante l'organizzazione delle gare sportive della scuola.

Il 27 maggio la Dirigente dell'Istituto, alla presenza degli studenti e genitori, dei docenti della scuola, delle autorità sarà lieta di solennizzare l'inaugurazione del murale e l'intitolazione della scuola a Gino Bartali.

Clara Bramati
Docente di lettere della Scuola Secondaria di Rodano MI

Nelle foto in basso: due momenti di lavorazione del murale e (al centro) quello realizzato lo scorso anno per i 30 anni della strage di Capaci in ricordo di Falcone e Borsellino.