7 Maggio Mag 2022 1948 15 days ago

105^ Giro d'Italia - Crono a Yates, Sobrero 4° è in Maglia Bianca

Il britannico vince davanti a Van der Poel, che conserva la Rosa, e Dumoulin. Ottima prova del campione italiano che veste le insegne di miglior giovane.

F7b72184 D46f 9D6a B2d2 F54ad079fd74

Budapest, 7 maggio 2022 – E' Simon Yates (Team BikeExchange-Jayco) ad imporsi nella prima prova contro il tempo di questa edizione del Giro d'Italia, la Budapest-Budapest che ha attraversato la capitale ungherese tra due ali di folla. Il corridore britannico, giunto al suo quinto successo di tappa nella Corsa rosa, si è messo alle spalle due corridori olandesi, la Maglia Rosa Mathieu Van der Poel e l'ex Campione del Mondo della specialità Tom Dumoulin. Il leader della Alpecin-Fenix ha conservato le tre maglie che aveva conquistato ieri, mentre il Campione Italiano a cronometro Matteo Sobrero è balzato in testa alla classifica della Maglia Bianca grazie al suo quarto posto a 13" da Yates. Domani la tre giorni ungherese si chiuderà con la Kaposvár-Balatonfüred.

Yates: "Avevo già fatto delle buone cronometro in passato ma questa è sicuramente la migliore che abbia mai disputato. Abbiamo lavorato molto duramente sulla mia posizione e sui materiali. Questa vittoria è arrivata anche grazie al lavoro di Marco Pinotti, sono davvero felice per lui. Non mi stupisco che Mathieu van der Poel sia stato molto veloce e sono invece sorpreso di averlo battuto, soprattutto visto il suo stato di forma che abbiamo visto ieri. Sicuramente sono contento di aver guadagnato tempo oggi in ottica classifica generale ma personalmente non guarderei troppo alle differenze: il Giro è appena iniziato. Sono rimasto sorpreso positivamente nel vedere così tanti ungheresi in bicicletta lungo il percorso!”

Van der Poel: "Volevo tenere la Maglia Rosa. Restare in testa alla generale dopo questa tappa era il mio grande obiettivo e ammetto che non avrei immaginato di poter arrivate così vicino al successo di tappa. La cronometro è una disciplina a cui non dedico molto tempo ma il percorso di oggi mi piaceva molto. Ho visto molti fan, ieri come oggi, e mi è piaciuta molto la città di Budapest. Sono felice di poter indossare la Maglia Rosa in una tappa in linea come quella di domani dove sarò l'ultimo uomo di Jakub Mareczko, il nostro velocista. Credo di poter arrivare in Maglia Rosa fino all'Etna dove però non credo di riuscire a difenderla".

La nuova Maglia Bianca Matteo Sobrero ha dichiarato: “È un po' una sorpresa anche per me che Simon [Yates] abbia vinto. Abbiamo lavorato molto con il team durante l'inverno per migliorare nelle prove a crono e sono contento dei nostri risultati. Avevo già fatto una buona prova contro il tempo alla fine dello scorso Giro. Il percorso di oggi si adattava bene alle alle mie caratteristiche. Non so se riuscirò a difendere la Maglia Bianca sull'Etna. Il piano della squadra è stare vicino a Simon".

RISULTATO DI TAPPA
1 - Simon Yates (Team BikeExchange-Jayco) - 9.2 km in 11'50", alla media di 46.648 km/h
2 - Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix) a 3"
3 - Tom Dumoulin (Jumbo-Visma) a 5"

CLASSIFICA GENERALE
1 - Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix)
2 - Simon Yates (Team BikeExchange-Jayco) a 11"
3 - Tom Dumoulin (Jumbo-Visma) a 16"

LE MAGLIE UFFICIALI
- Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel - Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix)
- Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, dedicata al Made in Italy - Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix) - indossata da Biniam Girmay (Intermarchè-Wanty- Gobert Matériaux)
- Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix) - indossata da Rick Zabel (Israel-Premier Tech)
- Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Intimissimi Uomo - Matteo Sobrero (Team BikeExchange-Jayco)

LA TAPPA DI DOMANI TAPPA 3, KAPOSVÁR-BALATONFÜRED, 201 KM - Tappa del Lago Balaton, il mare d’Ungheria. Dopo una prima parte in cui attraverso lievi ondulazioni ci si avvicina al lago si raggiunge Nagykanizsa dove la tappa effettua il giro di boa per tornare al Balaton. Alcuni brevi saliscendi riportano sulla costa. Ultimi 50 km lungo la costa con la sola brevissima asperità dell’Abbazia di Tihany. Finale rettilineo con alcuni lievi cambi di direzione.

Ultimi km - Finale praticamente piatto. Dopo la penisola di Tihany la strada percorre la costa con una breve discesa (pochi metri di dislivello) dentro l’ultimo chilometro. Ultimi 500 m rettilinei in impercettibile ascesa fino all’arrivo.

Photo Credits: LaPresse