20 Gennaio Gen 2022 1356 4 months ago

LAZIO - Bilancio positivo per la stagione agonistica strada e pista

Con la gara di Trevignano Romano il Lazio chiude la stagione 2021 e mette in archivio un anno di tutto rispetto

La Gioia Per Il Tricolore

Con la gara di Trevignano Romano il Lazio chiude la stagione 2021 e mette in archivio un anno di tutto rispetto se si guardano i numeri dell’attività svolta. Il Comitato Regionale festeggia così il primo anno della gestione Brilli rilanciando un movimento che come tanti aveva dovuto patire la sofferenza dell’emergenza Covid. Il settore agonistico si è mostrato in gran salute con 556 tesserati così suddivisi 195 Esordienti, 14 Donne Esordienti, 169 Allievi, 12 Donne Allieve, 82 Juniores, 4 Donne Juniore, 27 Under 23, 24 Elite e 27 Donne Elite. In campo organizzativo su strada si contano 10 gare Juniores (4 nazionali), 10 Allievi, 7 Esordienti e 1 Under 23 Nazionale. A queste vanno aggiunte 4 riunioni su pista ed 1 cronoscalata. Oltre 30 gare in una stagione osteggiata dalle difficoltà organizzative imposte dai decreti ministeriali che in qualche occasione hanno costretto gli organizzatori a rinunciare ad impegni già in calendario. Soddisfatta anche la Struttura Tecnica Regionale guidata dall’ex pro Valerio Agnoli coadiuvato da Aldo Delle Cese (Juniores), Simone Sterbini (Allievi) e Cristian Astolfi (Esordient) con la supervisione del consigliere regionale Alfio Sciuto. Fra i risultati colti dagli atleti laziali spicca la maglia tricolore di Ivan Toselli, portacolori della Marco Pantani Official Team, conquistata nella categoria Allievi strada. Ma appartengono al Lazio anche i successi olimpici, mondiali, europei e tricolori dei tanti atleti tesserati per i corpi di stato che sono affiliati in regione come l’oro di Tokio nell’inseguimento a squadre di Francesco Lamon (Fiamme Azzurre) e il bronzo olimpico di Elisa Longo Borghini (Fiamme Oro) nella prova su strada.

Ci sono poi i titoli mondiali di Elisa Balsamo (Fiamme Oro) su strada, Letizia Paternoster(Fiamme Azzurre) nell’eliminazione su pista e Francesco Lamon (Fiamme Azzurre) nell’inseguimento a squadre. In campo europeo invece sono arrivati i titoli di Elisa Longo Borghini (Fiamme Oro), Elena Cecchini (Fiamme Azzurre) e Marta Cavalli (Fiamme Oro) nel Mixed Relay, Martina Fidanza (Fiamme Oro) nella Madison e nell’inseguimento a squadre e Vittoria Guazzini (Fiamme Oro) nella crono Under 23. Per i tricolori la lista è ancora lunga con Elisa Longo Borghini (Fiamme Oro) che si è presa le maglie tricolori Strada e crono, Elisa Balsamo (Fiamme Oro) tricolore in pista nell’Omnium, Rachele Barbieri (Fiamme Oro) tre volte campionessa su pista nella Madison, Corsa a punti ed Eliminazione, Martina Fidanza (Fiamme Oro) Madison, Francesco Lamon (Fiamme Azzurre) Madison e Omnium, Michele Scartezzini (Fiamme Azzurre) Madison e la coppia Francesco Lamon-Carlo Buttarelli (Fiamme Azzurre) nel Derny.

Una nota di merito va ascritta al settore pista laziale che dopo anni di calo è rifiorito in maniera sorprendente grazie alla sinergia fra la commissione pista, guidata da Angelo Onofri con il tecnico Luigi Bielli, il meccanico Armando Topi e il collaboratore Alessandro Tovo, la società Nuova Ciclisti Forano i Reccapezzati, che gestisce l’impianto reatino, e l’Asd Acido Lattico Mtb Passo Corese, che cura la parte amministrativa del Centro Pista. Ben 69 iscritti al Centro Pista, quattro gare organizzate nel velodromo Denaro e la partecipazione ai Campionati Italiani giovanili su pista in Friuli con una rappresentativa di 6 atleti testimoniamo la svolta del CR Lazio anche in questa specialità. Il presidente Maurizio Brilli a margine del bilancio del suo primo anno di guida del CR Lazio ha commentato: “È stata una stagione che ci ha regalato tante soddisfazioni su molteplici specialità, abbiamo visto migliorare i numeri in ogni dove, segno che il movimento è vivo e desideroso di uscire dai disagi imposti dalla pandemia. Un ringraziamento è doverosamente rivolto alle società sportive, la cui passione si riversa inesorabilmente sull'attività, non posso dimenticare lo sforzo dei collaboratori eletti che le società mi hanno donato, sia nel Comitato Regionale che nei Comitati Provinciali, dei nominati che si sono messi a disposizione con entusiasmo e spirito di collaborazione. Sono certo che ci apprestiamo tutti ad affrontare la nuova stagione con l'auspicio di confermare e possibilmente migliorare quanto di buono è stato fatto."