14 Ottobre Ott 2021 0851 4 days ago

CDM CICLOCROSS - Realini quinta tra le U23

Buona prova per il gruppo di Pontoni: le due azzurre concludono tra le prime 20, al maschile Toneatti 27esimo e Masciarelli 23esimo

Realini Arzuffi

Lucinda Brand mette la sua firma sul secondo appuntamento di Coppa del Mondo in programma a Fayetteville (USA). Prestazione eccellente da parte della campionessa del mondo in carica, nonostante le oggettive difficoltà dovute a maltempo, pioggia, vento e fango. Secondo gradino del podio per un’altra olandese, Denise Betsema. Alle sue spalle la campionessa nazionale americana Clara Honsinger. Quarta Marianne Vos, dopo essersi imposta nella prima gara.

La gara sul suolo americano presentava un circuito di 3,1 chilometri durissimi con discese molto tecniche, lunghi tratti di salita e una scalata di 34 gradini, una delle più lunghe della Coppa del Mondo. Una prova importante, sullo stesso tracciato che ospiterà i Mondiali di Ciclocross previsti per Gennaio 2022.

Nonostante una caduta ed un secondo errore nel quarto giro, Brand riesce a riportarsi su Vos dopo quasi 10 minuti di inseguimento. Il testa a testa dura fino alla caduta di Marianne Vos in discesa nell’ultimo giro che permette a Brand di finire la gara in solitaria. Brand diventa così anche leader di coppa dopo due gare (70 punti), davanti proprio a Vos (62) e Betsema (55). Buona prestazione di squadra per le italiane, con le due azzurre in corsa piazzate nella Top 20: 19esima Alice Maria Arzuffi, 15esima invece Gaia Realini, che dopo il bronzo di Waterloo conquista un bel quinto posto nella classifica U23. ​

Capitolo uomini: prima vittoria in Coppa del Mondo per Quinten Hermans, che trionfa nella seconda tappa americana. Il 26enne belga, dopo il terzo posto ottenuto appena tre giorni fa nella gara di Waterloo, taglia il traguardo dopo una fuga in solitaria di quasi 15 km: l'attacco arriva al terzo giro, quando stronca la resistenza dei suoi avversari e compagni di squadra. Ad Eli Iserbyt e Micheal Vanthourenhout non resta che accontentarsi del secondo e del terzo gradino del podio. Buona gara per Davide Toneatti che chiude in top 20, più attardato Lorenzo Masciarelli. Iserbyt mantiene la sua leadership in Coppa del Mondo con 70 punti, Hermans secondo con 65, Vanthourenhout terzo a 55.

Il commento del CT Daniele Pontoni: "E' stata una prova fondamentale, perché i ragazzi hanno potuto testare il percorso del Mondiale. Abbiamo avuto la possibilità di capire cosa ci servirà per la competizione iridata: abbiamo girato sia con tempo buono che in condizioni climatiche avverse, abbiamo quindi annotato tutte le difficoltà che potrebbero derivare da un percorso di questo genere, completamente artificiale. Dal punto di vista agonistico ho visto le donne un po' sottotono: mi aspettavo qualcosa in più, in particolare da Gaia Realini, che però mi ha confessato di non avere le stesse gambe di domenica. Peccato, perché il tracciato era particolarmente adatto ad un'atleta come lei. Prendiamo comunque per buono il suo quinto posto, con il quale Gaia mantiene una buona posizione nella classifica di Coppa U23. Anche la Arzuffi deve limare qualcosa e dare un pochino di più".

Sugli uomini: "Bella gara in rimonta per Masciarelli, partito dalla penultima fila. Sono contento, soprattutto perché è riuscito a non calare nel finale come avvenuto a Waterloo. Peccato per Toneatti: una foratura al primo giro lo ha costretto a fermarsi e ripartire dai box in 40esima posizione. Un secondo problema meccanico al cambio gli ha poi fatto perdere secondi prezioni in chiave classifica finale. Viste le sue condizioni, con un pizzico di fortuna in più avremmo potuto avvicinarci di più alla Top 10".

ORDINE DI ARRIVO MASCHILE

  1. Lucinda Brand (Baloise Trek Lions) 51:45
  2. Denise Betsema (Pauwels-Sauzen Bingoal) +9”
  3. Clara Honsinger (Cannondale/Cyclocrossworld) +16”
  4. Marianne Vos (Jumbo Visma) +25”
  5. Puck Pieterse (Alpecin-Fenix) +28”
  6. Kata Blanka Vas (Team SDWork) +29”
  7. Magdalie Rochette (Specialized / Feedback Sports) +49”
  8. Annemarie Worst (777) +1’22”
  9. Yara Kastelijn (IKO-Crelan) +1’35”
  10. Katerina Nash (Clif Pro Team) +1’46”

15. Gaia Realini (Selle Italia – Guerciotti) +2’42”
19. Alice Maria Arzuffi (Valcar – Travel & Service) +3’04”

ORDINE DI ARRIVO MASCHILE

  1. HERMANS Quinten (Tormans – Circus Cyclo Cross Team) 54:55
  2. ISERBYT Eli (Pauwels Sauzen – Bingoal) +37”
  3. VANTHOURENHOUT Michael (Pauwels Sauzen – Bingoal) +49”
  4. AERTS Toon (Baloise Trek Lions) +1’21”
  5. RONHAAR Pim (Baloise Trek Lions) +1’33”
  6. ADAMS Jens +1’40”
  7. VANDEPUTTE Niels (Alpecin – Fenix) +1’44”
  8. HECHT Gage (Aevolo) +1’44”
  9. VANDEBOSCH Toon (Pauwels Sauzen – Bingoal) +1’54”
  10. VERSTRYNGE Emiel (Tormans – Circus Cyclo Cross Team) +2’01”

17. TONEATTI Davide (Dp66 Giant) +3’10”
23. MASCIARELLI Lorenzo (Pauwels Sauzen – Bingoal) +4:19