23 Settembre Set 2021 0927 27 days ago

Elite/U23 - 67° GP Ciclistico di Sannazzaro de Burgondi

Dopo la vittoria di sabato scorso nel Medio Po Andrea D’Amato (Iseo Carnovali Rime) concede subito il bis conquistando anche la 67° edizione del GP di Sannazzaro con uno sprint di potenza

Sannazzaro

Dopo la vittoria di sabato scorso nel Medio Po Andrea D’Amato (Iseo Carnovali Rime) concede subito il bis conquistando anche la 67° edizione del GP di Sannazzaro con uno sprint di potenza, lanciato ai duecento metri dalla linea bianca uno sprint un po’ da lontano anche perché il gruppo stava recuperando su noi tre fuggitivi in modo troppo vertiginoso. Nello sprint ho pensato anche al famoso detto latino che recitava ; “Nemo Profeta in Patria est”, un pensiero che mi ha spin to, mi ha spronato a dare il massimo perché ripetevo a me stesso, che dovevo sfatare quel detto. E ci sono riuscito perché sono nato a Pavia il 14 novembre 2002, abito a Stradella e mi sono diplomato al Liceo Scientifico di Broni sempre in provincia di Pavia. Un pavese doc dunque che ha fatto felice anche l’Organizzatore della gara nonché Presidente del CP FCI di Pavia Gianbattista Deantoni che premia così il primo pavese ad iscrivere il suo nome nell’Albo d’Oro della corsa.

La cronaca. Sono 97 i corridori scattati al via dato dal Sindaco Ing. Zucca in sintonia col Parroco Don Luca che ha impartito la Benedizione del Cristiano a tutto il gruppo che è subito scattato col terzetto formato da Rigatti (Petroli Firenze), Cali’ e Quaranta (Colpack-Ballan) che sono andati a conquistare nell’ordine il TV dedicato alla memoria di Maria Teresa e Pierangelo Luccardini (quest’ultimo è stato per 29 anni presidente del GC Sannazzaro). I giri da percorrere sono 23 su di un circuito disegnato intorno al territorio comunale di km 5.3. Ed è subito Andrea Gatti (Gallina Ecotek Colosio) ad accendere la miccia con una fuga solitaria a partire dal 3° giro.

Gatti vince il secondo TV a premi di giornata e prosegue in solitaria prima di essere raggiunto nel corso del quarto giro da La Terra (Northwave), D’Amato (Iseo Rime Carnovali) e Pietrogalli (VC Mendrisio-Immoprogramm); Questo corridore alzerà bandiera bianca dopo una settantina di km lasciando al comando gli ex compagni di fuga che proseguono nel loro tentativo con determinazione e, soprattutto, collaborando senza furbizie o risparmi di energie mantenendo un vantaggio costantemente intorno ai 2 minuti sul gruppo inseguitore che nonostante l’impegno della Colpack, della Petroli Firenze e della Zalf non mollano la presa e proseguono nella loro avventura conquistando con Andrea Gatti anche la classifica generale a punti dei TV in palio ad ogni passaggio dal 6° al 20° giro con punteggio doppio al 12° passaggio (Gatti Andrea). Poi il finale al cardiopalmo ma….come si dice, chi la dura la vince ma anche chi ha il coraggio di osare senza timori riverenziali come questi tre atleti D’Amato pavese della Iseo-Rime-Carnovali, Gatti bresciano della Gallina-Ecotek.

Colosio e La Terra siciliano della Northwave sul podio del 67° GP Ciclistico di Sannazzaro de Burgondi-9° Trofeo Comune di Sannazzaro. In fine un saluto al Giudice di gara Fci Mario Frutti che con oggi finisce la sua attività federale per raggiunti limiti di età e dopo avere conquistato per 8 volte la maglia di Campione d’Italia negli speciali Campionati Italiani riservati ai Giudici di Gara FCI. Ordine d’arrivo, 1)Andrea D’Amato (Iseo Rime Carnovali) km 121 in 2h48’25” media kmh 43,107; 2)Andrea Gatti (Gallina Ecotek Colosio); 3)Pierre Samuele La Terra (Team Northwave Siatek Olmo); 4)Michael Minali (Team Iseo Rime Carnovali) a 4”; 5)Davide Boscaro (Team Colpack Ballan); 6)Matteo Pongiluppi (Delio Gallina Ecotek Colosio); 7)Mattia Pinazzi (Biesse Arvedi Asd); 8)Simone Buda (Italian Cycling Team); 9)Samuel Quaranta (Team Colpack Ballan); 10)Andrea Berzi (Team Gallina Ecotek Colosio). Corridori Iscritti 125; partiti 97; Classificati 64; Ritirati 33.

Vito Bernardi