27 Gennaio Gen 2021 0841 one month ago

Toscana - La Firenze Empoli si farà

Negli ultimi giorni definiti i dettagli anche con le autorità preposte al controllo per il via della 34^ edizione della classica di apertura Under 23.

Arrivo Firenze Empoli 2020

FIRENZE- La 34^ Firenze-Empoli gara di apertura della stagione dilettanti Under 23 ci sarà. Qualcuno si domanderà il perché di questa ufficializzazione ma in tempi come questi dove non è certo terminata l’emergenza sanitaria, nulla è facile e scontato. A Firenze gli organizzatori del gruppo sportivo Maltinti Lampadari-Banca Cambiano si sono incontrati con le autorità cittadine ed è stato deciso che la corsa si svolgerà regolarmente osservando tutti i protocolli sanitari anti Covid previsti. Manca un mese alla disputa della gara di apertura e possiamo confermare che zona di ritrovo, partenza e arrivo così come il tracciato, saranno identici allo scorso anno. Dunque il ritrovo nell’incantevole scenario del Piazzale Michelangelo e da questa meravigliosa terrazza sulla città il via ufficioso poco prima delle ore 13, mentre il via ufficiale verrà dato in località Galluzzo. Il percorso di poco inferiore ai 140 chilometri non cambierà, con sei passaggi dalle salite di Monteboro e Monterappoli oltre a quella della “Casette” nell’ultimo giro a 5 Km dal traguardo di via Carraia, dove l’anno scorso esplose il suo poderoso sprint Leonardo Marchiori della NTT Continental. Felice della conferma dell’ospitalità logistica a Firenze, il presidente della società organizzatrice Renzo Maltinti. Per lui ed i suoi stretti collaboratori il “difficile” arriva adesso con le società pronte ad iscriversi, dalle toscane a quelle extraregionali, e con le richieste che arrivano anche dall’estero. Essendo gara nazionale alla Firenze-Empoli potranno prendere il via un massimo di 176 atleti e la Maltinti Banca Cambiano è orientata su 34 società. Diverse resteranno fuori, altre dovranno “limare” i propri organici. Insomma non sarà un lavoro facile quello di sfoltimento al quale saranno chiamati i dirigenti empolesi da qui al giorno della gara fissata per sabato 27 febbraio.

Antonio Mannori