25 Ottobre Ott 2020 1825 one month ago

Tricolore DH 2020 – Qualifiche

Risultati delle qualifiche a Viola Saint Grée

Intro Camp It 20

Si è svolta oggi la manche di qualificazione per il Campionato Italiano Downhill 2020. La trentesima edizione della gara che assegna le maglie tricolori ai più veloci discesisti italiani ha visto protagonista Viola Saint Grèe, località in provincia di Cuneo immersa nei stupendi boschi di Castagni ricchi di frutti e di Betulle ingiallite dalla stagione che ormai è nel pieno del proprio vigore.

Nel comprensorio sciistico di Saint Grèe si sviluppa il tracciato Black Line, in 3 km di lunghezza lungo una delle linee del bike park, per un dislivello totale di 550 metri. Un tracciato dalle caratteristiche molto varie che prevedono curve con sponde a tratti in contropendenza parecchio ostici, rock garden, parecchi drop e salti particolarmente spettacolari per il pubblico. Il terreno bagnato dalla pioggia caduta durante il giorno precedente si è mano a mano asciugato durante la giornata odierna grazie a un sole che sempre più ha scaldato anche il pubblico presente.

Un evento all’insegna del rispetto delle attuali norme anti-Covid istituite dal DPCM in vigore e dalla Federazione Ciclistica Italiana, regolamenti che comunque non hanno limitato la spettacolarità dell’evento.

In questa prima giornata di gara abbiamo assistito ad una manche di qualifica che ha riservato non poche sorprese: a causa delle poche gare durante tutta la stagione gli atleti hanno avuto poche possibilità di confronto, e per lo stesso motivo sono stati molti gli enduristi presenti al cancelletto di partenza: una piacevole occasione di confronto tra le due discipline gravity della mountain bike.

Tra i nomi importanti sottolineiamo la presenza di Marco Aurelio Fontana, l’endurista che nel 2012 ha indossato la medaglia di bronzo ai giochi olimpici di Londra nella specialità crosscountry, e di Pier Paolo Marani, il “Pippo” nazionale, il quale ha partecipato al primo campionato italiano di downhill nel lontano 1990 ed è il realizzatore della pista Black Snake in Val di Sole, una delle più temute del circuito mondiale.

Nell’assoluta agonisti maschile, in prima posizione troviamo Loris Revelli, team Cingolani, che riesce a fermare il cronometro sul tempo di 4’02”513, staccando di 1” e 606 millesimi Simone Medici, atleta del team Kona Bike Center Cimone. Le previsioni meteo prevedono tempo soleggiato anche domani quindi immaginiamo che il terreno possa asciugarsi ulteriormente, potrebbero così riuscire ad abbattere la soglia dei 4 minuti?

Indubbiamente le scelte tecniche dei piloti e dei team saranno di fondamentale importanza anche in funzione di questi cambiamenti, la manche di domani sarà quella decisiva per la conquista della maglia tricolore.

Terzo assoluto un inaspettato endurista, Tommaso Francarco (team Giant VG Squadra Corse), che con il tempo di 4’06”890 è ad un soffio dalla leadership.

In campo juniores la top 3 di giornata è formata da Riccardo Gramatica (team Kona Bike Center Cimone) con l’ottimo tempo di 4’24”216, al secondo posto Marco Comerio (team Scoutbike.com) e a seguire Filippo Rossi del team Kona Bike Center Cimone.

Tra gli allievi il più veloce è Davide Cappello (team Scoutbike.com) che chiude le qualifiche con un incredibile 4’17”451; per quanto riguarda invece i giovani esordienti la spunta il velocissimo Christian Hauser (team 3Stars-Alessibici).

Sofia Priori Viale (Ponente Gravity Team) fa segnare il miglior tempo tra le donne allieve con un buon distacco dalle dirette avversarie.

Tra le donne agoniste la protagonista è Eleonora Farina (Giangis’ Team Free Bike Erbusco) con il tempo di 4’41”753, che distacca Alia Marcellini (Team After Skull – Rogue Racing) di qualche lunghezza. Chiude il podio la campionessa italiana di enduro Laura Rossin (Soul Cycles Racing Team).

Tra le juniores l’unica a prendere il via è Sophie Riva (Ancillotti Factory Team) che fa segnare un ottimo 5’14”459.

Nell’amatori femminile il miglior tempo è di Martina Fumagalli (BMT Valsassina), al secondo posto Chiara Panesi (Raptors Bike ASD), mentre al terzo posto la campionessa italiana uscente Bruna Benedusi, anche lei portacolori del team Raptors Bike ASD.

Il miglior tempo tra i master spetta a Emanuele Grimani (Asd 2010 Gravityteam) leader dei maser1 con un ottimo 4’42”065. Giovanni D’Aroma (Soul Cycles Racing Team) vince la qualifica per la categoria elite sport.

Tra i master2 la spunta Daniele Galliani (Team Biciaio), mentre per la master3 il miglior tempo è segnato da Michele Berera del team BMT Valsassina. Nella master4 al primo posto Oscar Colombo (Team Scoutbike.com), mentre nella master5 il gradino più alto è occupato da Marco Chiodini (Team Cycle Classic).

Chiudono le categorie amatoriali il master6 Graziano Sala (Team Morotti) Tommaso Lumini (Valdarno Regia Congressi Seiecom) con il primo posto tra i master7.

Nella giornata odierna non sono mancate le sorprese, i tempi ravvicinati preannunciano una gara molto adrenalinica e confermano la voglia comune di vincere la maglia nazionale più ambita.

L’appuntamento per le finali è per domani alle 12.00