16 Ottobre Ott 2020 1326 4 days ago

Premio Giornalistico Estra per lo Sport

Lunedì 19 ottobre alle ore 11:00, presso il Salone d’Onore del CONI, saranno premiati i vincitori della III edizione del raccontare le buone notizie

Conipalazzo

Roma, 16 ottobre 2020 – Un Premio per esprimere al meglio i valori dello sport: questo l’intento di Estra Spa, multiutility a partecipazione pubblica, che, insieme all’ Unione Stampa Sportiva Italiana (USSI), ha voluto dare un riconoscimento a giornalisti professionisti e pubblicisti regolarmente iscritti all’Ordine di categoria e ai praticanti delle Scuole di Giornalismo, che abbiano saputo esporre al meglio i valori stessi dello sport evidenziandone il ruolo di grande rete sociale, di agenzia educativa e di strumento di crescita per ogni territorio.

Il Premio Estra nasce nell’ambito delle attività di responsabilità sociale dell’azienda che in termini di risorse immesse nelle iniziative territoriali, vale oltre 2.600.000 euro. Il binomio sport e impresa, in particolare, rappresenta un elemento fondamentale nelle strategie di comunicazione del Gruppo Estra che punta sulla comunione di valori che avvicinano l’azienda allo sport, ovvero: spirito di gruppo, gioco di squadra, responsabilità e correttezza.

Lunedì 19 ottobre alle ore 11:00, presso il Salone d’Onore del CONI, Piazza Lauro de Bosis 1, con la presenza del Presidente del CONI Giovanni Malagò, del Presidente di Estra SpA Francesco Macrì e del Presidente USSI Luigi Ferrajolo, si terrà la Cerimonia di Premiazione della III edizione del Premio Estra per lo Sport, in cui, oltre ai premi delle categorie “Televisione e radio”, “ Carta stampata” e “Web e Blog”, verranno assegnate quattro Menzioni d’Onore e quattro Premi Speciali: “Premio alla Carriera” a Marino Bartoletti, giornalista, conduttore e autore televisivo, “Premio Donna di Sport” ad Alessandra Giardini, “Premio Redaelli” a Massimiliano Cassano, “Premio Protagonista buona notizia” ai campioni di volley Matteo Piano e Luca Vettori.

Ospite dell’evento Sara Simeoni, Campionessa Olimpica di salto in alto, da sempre esempio di sport e di vita al femminile.