16 Febbraio Feb 2020 1944 one month ago

A CosmoBike presentate le tappe venete del Giro 2020

Le tappe venete del prossimo Giro d'Italia sono state presentate sabato 15 febbraio a CosmoBike Show a Verona Fiere alla presenza del Governatore Zaia e del presidente Di Rocco

 MG 003215 02 2020 Verona Cosmo Bike Show Taglio Del Nastro Photo Credits Cailotto

VERONA (VR) - Le tappe venete del prossimo Giro d'Italia sono state presentate sabato 15 febbraio a CosmoBike Show a Verona Fiere. La Corsa Rosa, organizzata da RCS Sport / La Gazzetta dello Sport, andrà in scena dal 9 al 31 maggio. La prima tappa veneta, in ordine cronologico, interesserà la provincia di Padova con l’arrivo a Monselice venerdì 22 maggio, dopo la partenza da Cervia. Il giorno successivo impegnativa frazione a cronometro (34,1 km), interamente nella provincia di Treviso, da Conegliano a Valdobbiadene, le terre del Prosecco. Mercoledì 27 maggio sarà Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, ad essere sede di partenza di una delle tappe di montagna del Giro, quella che terminerà a Madonna di Campiglio (oltre 5000 metri di dislivello). In quest'ultima frazione i corridori scaleranno l'inedita salita di Forcella Valbona (oltre 20 km di ascesa dalla pianura fino a quasi 1800m), il Monte Bondone dal versante inedito di Aldeno (seconda parte oltre il 10%), il passo Durone e la salita finale di Madonna di Campiglio.

Il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha dichiarato: "Ci siamo, il Veneto torna a vestirsi di Rosa. Con rinnovato entusiasmo e con la tradizionale passione per lo sport del pedale. E sarà un Giro d’Italia frizzante, in ogni senso: per l’entusiasmo che accompagnerà sulle strade della regione atleti, carovana e organizzatori, per la chicca della crono Conegliano-Valdobbiadene nel cuore delle colline del Prosecco Patrimonio Universale dell’Unesco, per il botto che potrebbe uscire dalla Cervia-Monselice, per il fascino di Bassano del Grappa, “capitale” degli alpini, che darà il via a una delle tappe alpine per antonomasia, con arrivo a Madonna di Campiglio. Ci sarà pane per tutti i denti".
Il Direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni ha sottolineato come "Il rapporto della Corsa Rosa con il Veneto è storico e risale agli albori. Quest’anno il rapporto con la Regione Veneto si è consolidato ancora una volta. L’arrivo a Monselice con un finale durissimo, la spettacolare cronometro del Prosecco Superiore tra Conegliano e Valdobbiadene e la partenza da Bassano del Grappa saranno alcuni momenti chiave del Giro 103. Sono certo che sarà una grande festa dello sport e del ciclismo in particolare, nella Regione che ha il numero di appassionati e praticanti più alto d’Italia".

Giorgio Torre - Photobicicailotto