21 Gennaio Gen 2020 1044 28 days ago

Tricolori Ciclocross: Il bilancio del Gs Schio Bike

La soddisfazione e il grazie della società organizzatrice per il record di partecipazione e il successo dell'evento

Schermata 2020 01 12 Alle 08

Dopo il successo tecnico, organizzativo e di pubblico, di questa edizione 2020 dei Campionati Italiani di ciclocross che la città di Schio ha ospitato con grande onore è tempo di bilanci. Detto del successo di pubblico in tutti e tre i giorni di gara, il Gruppo Sportivo Schio Bike Asd sotto l’aspetto tecnico, porta all’incasso il record di partecipanti con 996 iscritti (807 all’Idroscalo di Milano nel 2019) ed il record anche di partecipazione nel settore giovanile con 537 presenze (335 nel 2019) mentre si registra un lieve calo di iscritti tra gli amatori (242 a fronte dei 274 di Milano). A Schio sono state ben 315 le società presenti (138 nel 2019) che grazie ad una logistica che ha saputo contenere in prossimità del campo gara ben 160 formazioni, hanno apprezzato anche questa opportunità.

La logistica è stata premiata anche per la vicinanza ai 2720 metri del tracciato di gara, della zona premiazioni, spogliatoi, della segreteria e della sala stampa nonché del servizio medico e per l’antidoping e anche i parcheggi per gli oltre 200 volontari nelle vicinanze hanno ricevuto il consenso della platea. Tutto ha funzionato a dovere con uno stand che ha lavorato a pieno regime con i servizi di Pompieropoli e il Pullman Azzurro della Polizia di Stato a fare da contorno con una proposta educativa in favore dei più giovani.

E’ stata una scommessa vinta anche grazie alla temperatura mite di queste tre giornate e ad un sole primaverile che ha permesso al pubblico di seguire al meglio le 14 gare in programma con ben 27 maglie assegnate. A conclusione dei Campionati Italiani di ciclocross il presidente del Gruppo sportivo Schio Bike Asd Edoardo Sandri intende esprimere il suo più sincero ringraziamento a quanti hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione iniziando dalle Amministrazioni, dagli sponsor e dai volontari (associazioni e gruppi e la Pro Loco che ha gestito la ristorazione) dalla segreteria di gara, all’ufficio stampa (e ai fotografi Giampaolo Trevisan e Lino Sartore), dalla logistica al servizio viabilità, tutte componenti essenziali che si sono adoperate in sinergia per il buon fine di questa iniziativa. Un grazie anche alle società Famila Basket, a Piscine di Schio e allo Schio Hotel che hanno ospitato il quartier generale e a chi ha coordinato l’evento e soprattutto al Consiglio Direttivo del Gruppo Sportivo Schio Bike Asd fondamentale nel percorso di avvicinamento a questo evento che ha soddisfatto atleti, società, pubblico e Amministratori federali e locali ospiti di una città come Schio che con questa manifestazione aggiunge un tassello importante nella corsa per diventare nel 2022 Città Europea per lo sport.

Grazie a tutti e alla prossima.