14 Dicembre Dic 2019 1100 8 months ago

Presentato l’Almanacco del Ciclismo Bergamasco 2019 dedicato a Gimondi

Presentata la raccolta di articoli, fotografie e risultati che raccontano e fanno rivivere un’intensa stagione di ciclismo orobico e non solo

FFGH2050

L’Almanacco del Ciclismo Bergamasco 2019 è stato presentato ieri sera all’Auditorium Modernissimo di Nembro (Bg). L’iniziativa editoriale promossa da BICITV e a cura di Giorgio Torre, Valerio Villa e Roberto Amaglio quest’anno è stata dedicata a Felice Gimondi e la serata è stata anche occasione per ricordare il campione di Sedrina.

L’Almanacco è raccolta di articoli, fotografie e risultati che raccontano e fanno rivivere un’intensa stagione di ciclismo orobico e non solo: la prima vittoria di tappa del professionista Fausto Masnada al Giro d’Italia, il primo successo nel WorldTour di Chiara Consonni in Belgio, i prestigiosi successi del Team Colpack, il titolo europeo a cronometro tra gli Juniores conquistato da Andrea Piccolo, la medaglia d’argento mondiale di Alessio Martinelli nello Yorkshire, quindi Professionisti, Donne, Elite e Under 23 e poi i protagonisti delle categorie giovanili dagli Juniores fino ai Giovanissimi. Strada, Pista, MTB, BMX, Ciclocross e anche i principali eventi del mondo amatoriale.

L’Almanacco del Ciclismo Bergamasco 2019 è una pubblicazione di 320 pagine di cui 40 dedicate al ricordo di Felice Gimondi con fotografie e testimonianze di oltre 60 personaggi, autorità e campioni del mondo del ciclismo tra cui: la figlia Norma Gimondi, il presidente del CONI Giovanni Malagò, il presidente della FCI Renato Di Rocco, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli, gli assessori regionali Martina Cambiaghi e Lara Magoni, giornalisti e diversi campioni, tra cui Gianni Motta, Vittorio Adorni, Francesco Moser, Giuseppe Saronni, Giambattista Baronchelli, Michele Dancelli, Maurizio Fondriest, Gianni Bugno, Moreno Argentin, Cadel Evans, Alberto Contador, i bergamaschi Ivan Gotti e Paolo Savoldelli. Un’edizione da collezione.