13 Dicembre Dic 2019 1302 8 months ago

FCI e Formula Bici insieme per sviluppare il ciclismo amatoriale

Importante incontro a Bologna tra l’Associazione che racchiude i più importanti eventi ciclistici amatoriali italiani e la Federazione, per studiare nuove regole e sviluppare assieme il mondo del ciclismo amatoriale nel nostro paese

Nove Colli 2017

Roma, 10 dicembre 2019 - Formula Bici sta diventando sempre più il punto di riferimento per tutti i cicloamatori italiani, rappresentando i più significativi eventi nazionali di granfondo, mountain bike, gare a tappe, randonnè e ciclostoriche e lavorando per sviluppare al meglio il mondo della bicicletta in tutte le sue diverse accezioni, anche agonistiche.

Alla luce del nuovo disciplinare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ministero dell’Interno che regolamenterà gli eventi ciclistici nel nostro paese, il Presidente di Formula Bici Roberto Sgalla, con una lunga esperienza come ex Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato e attuale Presidente della Commissione Direttori di Corsa Sicurezza della FCI, ha ritenuto necessario aprire un tavolo di discussione con la FCI per iniziare a varare le nuove norme per il mondo della bicicletta. L’incontro si è svolto a Bologna ed ha visto la presenza del presidente Renato Di Rocco.

Il Presidente Sgalla ha voluto ribadire l’intenzione di Formula Bici di voler diventare il vero e proprio punto di riferimento per tutto il mondo ciclistico amatoriale nazionale, e con questo importante obiettivo diventa quindi necessario iniziare a guardare al futuro con la Federazione Ciclistica Italiana. “Il mondo del ciclismo amatoriale sta andando incontro a grandi trasformazioni imposte anche da una mobilità stradale sempre più complessa, ed il nuovo disciplinare sarà un vero e proprio punto di svolta per alzare il livello organizzativo delle granfondo e per migliorare la sicurezza ed i servizi a tutti i partecipanti“ ha ribadito Roberto Sgalla durante il suo intervento di apertura all’incontro “e per tale motivo Formula Bici vuole essere l’interlocutore principale per la Federazione Ciclistica Italiana a riguardo di tutte le normative e regolamentazioni che competono al mondo del ciclismo amatoriale, un mondo sempre più in crescita e in grande sviluppo”.

L’incontro ha poi sviluppato alcuni dei temi caldi nel mondo del ciclismo amatoriale come la gestione dei certificati medici e le problematiche relative alle chiusure delle strade durante il giorno di gara, oltre alla gestione degli ASA (Addetti alla Segnaletica Aggiuntiva). Il Presidente Di Rocco, dopo aver salutato tutti gli organizzatori di Formula Bici convenuti a Bologna (l’Associazione ne comprende oltre 20 nelle differenti discipline), ha voluto ribadire la posizione della Federazione: “La FCI ha da sempre un’attenzione particolare per la sicurezza, per il mondo delle granfondo e del ciclismo amatoriale in genere (randonnè, ciclostoriche, gare a tappe…), che rappresenta per noi un ambito importantissimo e che ha favorito lo sviluppo dell’uso agonistico della bicicletta in Italia negli ultimi anni. Formula Bici è per noi l’interlocutore ideale per studiare assieme i regolamenti del mondo amatoriale, e siamo certi che nei prossimi anni avremo sempre più appassionati che si avvicinano al mondo delle granfondo”.

Al termine del lungo dibattito si sono stabilite le linee guida per le prossime attività e si è deciso di organizzare un secondo incontro collegiale nella prima parte del 2020 per verificare lo stato dell’arte di tutte le attività.

La strada è stata segnata e Formula Bici e FCI assieme lavoreranno di concerto per un ciclismo amatoriale sempre più diffuso e sempre più sicuro.

Per maggiori informazioni: www.formulabici.com