3 Dicembre Dic 2019 1218 4 days ago

Ad Andrea Piccolo il 23° Premio “Le Velò – L’Europa per lo sport”

Per il ciclismo la scelta della Commissione ha premiato una delle più belle promesse, il diciottenne che con la maglia del Team LVF è stato anche in questa stagione grande protagonista

Piccolo Le Velo

SCARPERIA (FI) - A due passi dall’Autodromo Internazionale del Mugello, nel consueto scenario della Fattoria Il Palagio a Scarperia grazie all’ospitalità squisita del suo titolare Leonardo Mansani, si è tenuta ieri sera la cerimonia di consegna del 23° Premio Internazionale “Le Velò – L’Europa per lo sport”. Cinque i protagonisti (erano assenti per impegni dell’ultimo ora la pattinatrice Giada Cavataio e il motociclista Nicola Dutto), dai campioni dello sport a personaggi del panorama italiano ed internazionale scelti non solo per la bravura, ma anche per l’impegno, i valori e gli aspetti umani. La manifestazione si è avvalsa della collaborazione dell’USSI Toscana ed il patrocinio dei Comuni del territorio, ideata e portata avanti dal senatore Riccardo Nencini dal 1997, che all’inizio della cerimonia ha portato il saluto, ricordando come nacque il premio inserito nel contesto delle iniziative del Consorzio Mugello Mediceo, che vuol promuovere il territorio e le eccellenze mugellane.

Per il ciclismo la scelta della Commissione ha premiato una delle più belle promesse, il diciottenne Andrea Piccolo che con la maglia del Team LVF è stato anche in questa stagione grande protagonista. Ha raggiunto il Mugello e Scarperia assieme alla mamma per ricevere i complimenti di tutti e gli applausi dei presenti alla festosa cerimonia.

“Sono soddisfatto dell’annata, con il titolo Europeo e italiano a cronometro, il bronzo nella prova europea in linea, la vittoria nel Giro della Lunigiana, contrastata fino all’ultimo per il valore e la bravura degli avversari, ma che mi ha dato una gioia immensa. Peccato per il mondiale, sarebbe stata la classica ciliegina sulla torta, ma quel giorno non ho reso come speravo. Per fortuna della Nazionale è stato magnifico Antonio Tiberi nel conquistare l’oro”.

Già e l’anno prossimo sarete assieme nel Team Colpack.

“Il debutto negli Under 23 sarà in una società che da anni è protagonista di spicco e che ha allestito un bel gruppo anche per il 2020. Spero di essere ancora protagonista, sono tranquillo e fiducioso, poi penseremo alla massima categoria con la stagione 2021 avendo già un contratto con il Team Astana. Sono contendo di essere ancora in Toscana e qui a Scarperia per ricevere un premio importante assieme ad altri protagonisti e personaggi dello sport. La Toscana mi porta bene, in questa Regione vinsi anche il titolo italiano juniores a cronometro nel 2018”.

Una bella serata, con storie di merito e di eccellenza; un evento come strumento per sensibilizzare l’opinione pubblica nel comprendere come lo sport non sia soltanto passione e competizione, ma anche veicolo di unità e solidarietà.

ANTONIO MANNORI