29 Novembre Nov 2019 1206 8 days ago

Domani a Mezzocorona la festa del Ciclismo Trentino

La maglia iridata “da sogno” di Fausto Coppi sarà esposta in occasione della cerimonia che premierà i successi dei ciclisti della provincia tra cui Letizia Paternoster, Matteo Trentin, Gianni Moscon e Cesare Benedetti..

Podiopater Alkmaar

Domani sera, al PalaRotari di Mezzocorona, il Comitato di Trento della Federazione Ciclistica Italiana ripropone la Festa del Ciclismo Trentino: oltre 1.000 tra ciclisti, direttori sportivi, dirigenti e campioni per celebrare un’annata d’oro, che ha visto Letizia Paternoster trionfare nel Campionato Europeo Under 23 su strada, Matteo Trentin conquistare l’argento iridato e Cesare Benedetti conquistare la tappa Cuneo-Pinerolo al Giro d’Italia. Per l’occasione, viene siglato un importante gemellaggio con il Museo del Ghisallo, che mette a disposizione alcuni pezzi storici della sua collezione: il più pregiato è la maglia iridata realizzata in un unico pezzo.

Nel 1953, Elda De Marchi, figlia dell’imprenditore che aveva fondato il celebre marchio di abbigliamento sportivo, ancora oggi presente sul mercato, aveva visto in sogno Coppi vincitore dell’imminente Mondiale di Lugano. Di notte, per non incorrere nella rabbia del padre, poiché ciò avrebbe distolto la sua attenzione dalle normali attività quotidiane, realizzò per il Campionissimo quella che sarebbe diventata una delle sue maglie preferite e che avrebbe poi indossato spesso, l'anno successivo al trionfo iridato. Un pezzo unico, confezionato a mano, giunto al Museo del Ghisallo quattro anni fa per mano di un caro amico dell’Airone, che l’ha custodita per decenni.

Il valore di questa maglia è inestimabile: basti pensare che di recente, l’unica replica ufficiale realizzata è stata battuta all’asta per 10.500 dollari.

Grazie al gemellaggio sancito quest’anno, La Festa del Ciclismo Trentino 2019 ha l’onore di ospitare anche altri cimeli storici solitamente conservati nel Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo, diretto dalla trentina Carola Gentilini.
In occasione del 70° di proclamazione della Beata Vergine Madonna del Ghisallo quale Protettrice dei ciclisti, celebrato proprio nel corso di quest’anno, il Comitato Trentino della FCI ha infatti promosso un’iniziativa grazie alla quale tutte le società ciclistiche provinciali potranno entrare a far parte della prestigiosa collezione del Museo del Ghisallo.

Domani sera, oltre ad ammirare i cimeli esposti al PalaRotari, ogni società potrà donare alla Fondazione Museo del Ghisallo la propria maglia, contribuendo così ad arricchire la già preziosa collezione. Prossimamente, inoltre, al ciclismo trentino sarà dedicata una mostra temporanea proprio al Ghisallo.

Alla Festa del Ciclismo Trentino 2019 sono attesi oltre 1.000 ospiti: atleti e dirigenti delle società sportive, campioni del calibro di Letizia Paternoster, Matteo Trentin, Gianni Moscon e Cesare Benedetti. Saranno presenti inoltre il presidente federale Renato Di Rocco, il presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, l’Assessore allo Sport della Provincia Autonoma di Trento, Roberto Failoni, e il CT azzurro Davide Cassani.