23 Settembre Set 2019 1347 20 days ago

Yorkshire 2019 - Vince la Gareeva, Alessio 4^ per un soffio

Ancora un quarto posto per gli azzurri ai Mondiali in Gran Bretagna: su un percorso non per specialisti della crono Camilla è ancora protagonista ma si ferma a 4" dal bronzo. Ottava Sofia Collinelli.

Schermata 2019 09 23 Alle 12

HARROGATE (GB) 23 SETTEMBRE - Le lacrime di Camilla Alessio fotografano lo stato d’animo della spedizione azzurra al termine della prova a cronometro delle donne juniores ai Mondiali di Ciclismo Yorkshire 2019, che ha regalato ancora un quarto posto. La vice campionessa del mondo dello scorso anno non riesce a trattenere l’emozione per un podio che gli è sfuggito per meno di 4”: “E’ una stagione in cui tutto è andato storto. Ho avuto problemi sin dall’inizio e nel corso dell’anno non sono mai riuscita ad entrare in condizione veramente. Oggi ho dato tutti quello che avevo, ma evidentemente non era sufficiente. Complimenti alle avversarie, che sono state più forti. Mi dispiace chiudere qui l’esperienza con le juniores, in una categoria che mi ha regalato tanto. La medaglia dello scorso anno è stato uno dei giorni più belli della mia vita. Oggi invece..” la frase finisce così, con la voce rotta dalla commozione.

Il Campionato del Mondo si rivela, anche in questo secondo giorno di gare, amaro per i colori azzurri. Ieri il quarto posto della staffetta mista aveva lasciato l’amaro in bocca, anche per come era maturato, a seguito di una foratura nel momento più difficile. Oggi le ottime prove di Camilla Alessio e Sofia Collinelli non sono bastate per vederci portare a casa la prima medaglia della spedizione.

Ha vinto il titolo mondiale la russa Aigul Gareeva, che ha superato di soli 3” l’olandese Shirin van Androoij e di 10”93 la britannica Elynor Backstedt. Il fatto che sul gradino più altro non siano salite nè una olandese (favorite d'obbligo) nè l’atleta di casa, già bronzo lo scorso anno, la dice lunga sulla difficoltà ad interpretare questo percorso. In questa ottica si deve leggere anche il risultato della Alessio, che pur non salendo sul podio, si è confermata una delle migliori in questa specialità. La russa è stata autrice di un'autentica impresa. Ha vinto, infatti, nonostante ai piedi della salita finale abbia palesemente sbagliato strada, costretta poi a tornare sui propri passi. Avrà perso una decina di secondi, se non di più. E' stata brava a non demordere e alla fine ha portato a casa la maglia iridata.

“Sono contenta della mia gara – ha detto al termine Sofia Collinelli, che ha chiuso all’ottavo posto a 35” dalla vincitrice –. Si è trattata di una crono strana, con quattro strappi in sequenza, che hanno reso tutto più difficile.” La 18enne figlia d’arte ha terminato la prova esausta, segnando anche il miglior tempo momentaneo. “Adesso guardo alla prova in linea con fiducia: la gamba è ottima. Speriamo di rifarci.”.

Dalle 13 (14 ora italiana) inizia la prova degli uomini juniores.

Nelle foto: a centro pagina, Camilla Alessio; sotto: Sofia Collinelli.