18 Giugno Giu 2019 1335 27 days ago

Trofeo Manutherm e Gran Combinata

A San Lorenzo di Pescantina si apre la stagione su pista

Castedazzano

San Lorenzo di Pescantina (VR) (17/06) - Il 4° Trofeo Manutherm, sostenuto da Filippo Arzenton, apre la stagione agonistica su pista al velodromo San Lorenzo di Pescantina. E’ aperto a G4, G5 e G6 e fa parte della Gran Combinata (1° Trofeo Ace Elettrica, rappresentato da Andrea Rigo) che tiene conto dei punti ottenuti in questa riunione su pista sommati a quelli conquistati alla 37^ Festa dei Giovanissimi, domenica scorsa a Castel d’Azzano, il tutto con l’organizzazione del Gs Cadidavid di Roberta Cailotto e la collaborazione del Comitato Gestione pista di Pescantina. Ma in gara ci saranno anche esordienti e allievi, in lizza per i titoli regionali americana, omnium velocisti esordienti maschi e femmine e americana allievi maschi e femmine (ritrovo alle ore 14.30).

“Anche quest’anno – sottolinea il presidente provinciale della Federciclismo, Diego Zoccatelli - il velodromo San Lorenzo di Pescantina si anima: cominciano le gare che andranno a vivacizzare le serate estive del mercoledì, trasmettendo le emozioni che solo la pista sa dare. L’attività è avviata da tempo con gli allenamenti e la distribuzione delle biciclette nello scorso aprile ed ora entra nel vivo”.

Gli atleti del Centro di Pescantina, assegnato alla guida tecnica dell’olimpionico Sergio Bianchetto, intanto, si sono resi già protagonisti in giro per le piste del Veneto, conquistando i primi titoli regionali con Fausini, Ambrosi, Dan. Il Comitato Gestione pista Pescantina, presieduto da Luciano Donatelli, con il sostegno di molti amici che collaborano nei pomeriggi di allenamenti al velodromo, e Bianchetto portano inossidabile esperienza, la spinta a migliorarsi ed a credere negli obiettivi fissati, in stretta collaborazione con il Comitato provinciale il cui presidente Zoccatelli partecipa costantemente alla programmazione degli allenamenti e alle scelte di Bianchetto quando si tratta di formare le squadre che poi parteciperanno ai campionati regionali e italiani. Comitato Gestione pista Pescantina e Comitato provinciale vanno a braccetto anche nelle organizzazioni delle manifestazioni: le gare in calendario a luglio e agosto sono intitolate a sponsor storici del ciclismo veronese, amici più che sponsor, senza i quali non si riuscirebbe a tenere in attività il velodromo.

“Senza la loro generosità – ribadisce Zoccatelli – non si riuscirebbe a sostenere e svolgere i lavori di manutenzione ordinaria che, ogni anno, a primavera vengono eseguiti dai volontari delle società veronesi”.

Il Centro pista Pescantina è il più titolato nel Veneto ed uno dei migliori d’Italia, come dimostrano i tanti titoli tricolori conquistati dai suoi atleti, ma ha anche un occhio di particolare riguardo per l’attività dei giovanissimi “che deve essere – aggiunge il presidente provinciale – un punto di partenza per la crescita ciclistica di quelli che potranno essere i campioni del domani”.

In attesa che vengano trovati i fondi necessari e la volontà politica degli enti di ristrutturare il velodromo che, dopo aver “visto” in gara Coppi e Bartali, Maspes e Gaiardoni e tutti i migliori pistard degli anni d’oro, è stato “vissuto” da Elia Viviani dagli esordi in bicicletta all’oro olimpico di Rio de Janeiro, il “San Lorenzo” continua a essere polo di allenamenti sicuri, senza paure per il traffico, per i giovani atleti.

Con il 4° Trofeo Manutherm di questa sera, l’attività agonistica riparte sotto il segno della collaborazione e del volontariato, “sentimenti indispensabili – conclude Zoccatelli – per il proseguo di questa grandissima attività ciclistica, orgoglio del ciclismo veronese”.

Renzo Puliero