18 Febbraio Feb 2019 1733 one month ago

Seminario "Leadership al femminile, le donne sanno vincere"

Il primo appuntamento è il 19 marzo alla Scuola dello Sport del CONI a Roma, seguiranno gli appuntamenti del 23 maggio a Napoli e del 12 settembre a Milano.

Sport Al Femminile

Era il leggendario 1896, l’anno dei Giochi della prima Olimpiade. Erano 285 atleti di 14 nazioni al via. Zero donne. A Pyeongchang, in Corea, la XXIII edizione dei Giochi invernali, le ragazze erano 1242 contro 1680 uomini. E tre di loro – Sofia Goggia, Michela Moioli e Arianna Fontana - conquistando ori bellissimi, hanno piazzato la bandiera Italiana. Molto è cambiato dai tempi delle prime Olimpiadi di Atene.
Oggi le donne si sono prese lo sport, professionistico e amatoriale (in Italia il 19,6% lo pratica in modo continuativo, i maschi sfiorano il 30% - ISTAT pubblicazione 2017), i medaglieri dei grandi eventi internazionali, contratti di sponsorizzazione e le copertine delle riviste. Ma qualcosa d’importante restava da fare a livello dirigenziale, quel piccolo mondo antico in cui i pregiudizi sono duri a morire. Ci ha pensato il CIO (Agenda 2020, raccomandazione 11) a incoraggiare la partecipazione femminile all'interno del Movimento Olimpico. Ci ha pensato, Giovanni Malagò, Presidente del Comitato olimpico italiano che ha voluto le quote rosa per il prossimo quadriennio olimpico: dopo Tokio 2020, quando le 44 Federazioni del Coni andranno a elezioni, almeno un terzo dei consiglieri federali dovrà essere donna.
Pyeongchang, con sette medaglie firmate dalle ragazze, ha accelerato il percorso ed il 9 aprile 2018 è stata adottata la delibera che incentiva le presenze femminili nelle Federazioni e nelle discipline associate, quindi in Consiglio nazionale.
La Scuola dello Sport vuole dar vita ad un seminario sull’importanza della partecipazione e il coinvolgimento delle donne nel mondo dello sport. Un’iniziativa di orientamento e formazione con l’intento di stimolare la presenza femminile nei ruoli decisionali. È ora che le donne trovino il coraggio di cogliere quest’opportunità e di misurarsi nelle varie dinamiche elettorali.
"La raccomandazione 11 dell’Agenda 2020 del CIO - ricorda il VicePresidente del CONI Alessandra Sensini -, recepita nei “Principi fondamentali degli statuti delle Federazioni Sportive Nazionali e delle Discipline Sportive Associate”, ha la finalità di stimolare la partecipazione e il coinvolgimento delle donne nello sport sia dentro che fuori dal campo di gioco.
In tale contesto, d’intesa con la Scuola dello Sport, sono stati programmati tre distinti seminari per dare l’occasione alle donne che occupano differenti ruoli nel mondo dello sport (atlete, ex-atlete, tecnici, volontarie nello sport, dirigenti di associazioni, dirigenti di squadre agonistiche, ecc...), di approfondire la conoscenza del nuovo assetto normativo e incentivare la presenza femminile ai vertici dello sport e della sua governance
."
I seminari sono a contenuto informativo e divulgativo, volti ad incoraggiare e consolidare le potenzialità di leadership a favore delle donne che hanno i requisiti e il desiderio di candidarsi nei ruoli dirigenziali, nell’interesse delle stesse istituzioni che dovranno adeguarsi ai nuovi regolamenti; il primo seminario è quello che si terrà il 19 marzo a Roma, gli altri due sono previsti il 23 maggio a Napoli e il 12 settembre a Milano.

QUANDO
Roma: 19 marzo
Napoli: 23 maggio
Milano: 12 settembre

DOVE
Per la data di Roma il seminario si svolgerà all’interno del Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti”, Largo G. Onesti 1, ROMA

La partecipazione all'evento è gratuita, previa iscrizione secondo le modalità indicate di seguito.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE
Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro lunedì 18 marzo. Dopo aver effettuato la registrazione sul sito della Scuola dello Sport, occorre compilare il modulo online presente all’interno della scheda del seminario. Compilato il modulo si riceve una e-mail di conferma di avvenuta iscrizione.

INFORMAZIONI
Tel: 06/3272.9324 – 9227 -9380
E-mail: sds_catalogo@coni.it
Per info: qui