17 Gennaio Gen 2019 1301 one month ago

LUTTO: Addio a Michele Maggio

Il dirigente storico del ciclismo federale si è spento martedì sera a Roma - Le esequie venerdì 18 gennaio ore 12,00 presso la Chiesa Parrocchiale di San Frumenzio via Craviglia, 8 (Roma)

Maggio

Si è spento serenamente martedì 15 gennaio, presso l'ospedale Sant'Andrea di Roma, il maestro di vita e di sport Michele Maggio. Nato a Roma il 22 luglio 1938, personaggio di spicco e dirigente storico del ciclismo federale, ha ricoperto numerosi ruoli di dirigente e presidente del comitato provinciale Fci di Roma.

Uomo di grandi valori sportivi ed umani, dotato di sensibilità solidale, proveniente dalla famosa scuola di ciclismo del Corpo Forestale dello Stato, nel suo luminoso impegno dirigenziale federale, ha ricoperto per anni il ruolo di Direttore del centro pista federale del Velodromo Olimpico all'Eur, nel frattempo era anche Direttore Tecnico della AS Roma Ciclismo, Poi lasciato l'impegno del Veledromo ha ricoperto con grande professionalità l'incarico di Presidente del Comitato Provinciale di Roma.

In seguito lascia l'incarico per fine mandato istituzionale, e la sua passione per il ciclismo la trasferisce con rinnovato entusiasmo giovanile, al Csi Ciclismo del Lazio ricoprendo importanti deleghe e collaborando attivamente con l'organizzazione del famoso Mundialito Ciclismo Open di Morro d'Oro (Te).

Negli ultimi tempi, per motivi di salute deve abbandonare suo malgrado la sua innata passione per la bici, pur rimanendo in contatto con il Csi e con i mass media del mondo del ciclismo. Personaggio dotato di grande umanità molto legato all’amata famiglia, la sua scomparsa che ci addolora molto, lascia un vasto patrimonio di valori nel ciclismo e tanta saggezza nella vita quotidiana.

Le esequie si svolgeranno domani venerdì 18 gennaio ore 12,00 presso la Chiesa Parrocchiale di San Frumenzio via Craviglia, 8 Roma (zona Prati Fiscali). Alla consorte del caro Michele signora Antonietta detta Netta figli Riccardo e Lucia parenti tutti, giungano le più sentite condoglianze.

Partecipano con stima e vicinanza affettiva la Fci con il Presidente Renato Di Rocco, il Comitato Regionale della Fci Lazio con il Presidente Antonio Zanon, gli amici Gualtiero Massi, Umberto Proni, Mario Valentini, la sezione ciclismo del Corpo Forestale dello Stato, il Presidente del Csi Lazio Daniele Rosina, e tutto il mondo dello sport e del ciclismo italiano.

Giovanni Maialetti