26 Dicembre Dic 2018 1247 6 months ago

CDM CICLOCROSS: Dorigoni sesto a Zolder

Giornata difficile per gli azzurri di Scotti, nella gara juniores Huez è 19°

Cdmzolder

Zolder (BEL) (26/12) – Non troppo fortunata la trasferta degli azzurri juniores e under 23 a Zolder, in Belgio, per la Coppa del Mondo di Ciclocross. Nella categoria under 23 Jakob Dorigoni non è riuscito a ripetere il podio di Namur, nonostante un finale in rimonta molto incisiva dopo la partenza complicata. Dorigoni si è classificato al sesto posto a soli tre secondi dal terzo gradino del podio e a 1’13” dal vincitore Eli Iserbyt. Il belga si è imposto davanti all’olandese Malk Van der Heijden, staccato di 30”, e al connazionale Timo Kielich, terzo a 1’10”. A seguire, praticamente in volata, l’olandese Kamp e il francese Dujardin, entrambi a 1’11”, sesto l’azzurro a 1’13”.

L'azzurro Jakob Dorigoni è sesto dopo una prova di forza.

"Volevo fare bene anche su questo circuito che è velocissimo - dice Jakob dopo l'arrivo -. E' andata così. Con tanti imprevisti. Ma la mia condizione è buona e continuo con decisione l'avvicinamento ai mondiali". Dalla quarantesima posizione non ha fatto altro che risalire per conquistarsi, nell'ultimo giro, la sesta posizione. Il tutto con una foratura e problemi meccanici, la catena non ha fatto il suo dovere per ben due volte. Insomma, una corsa nella corsa per Jakob che voleva ripetere i podi di Tabor e Namur. Ma, all'ultimo giro, negli ultimi 400 metri in discesa, quando la sua posizione era ottima per giocarsi il podio, un biker inglese è caduto davanti a lui bloccandolo. Da dietro il forcing era già serratissimo e non c'è stato più nulla da fare.

Per Dorigoni un sesto posto ed un pò di amarezza: "Oggi è andata così. Pensavo di riuscire a giocarmi il podio. Ma dopo la caduta dell'inglese che mi ha frenato, dietro sono subito rientrati e non avevo più energie per rispondere. La mia condizione è comunque in continuo crescendo. Il mio obiettivo è il Mondiale".

L'azzurro infatti si ferma in Belgio per partecipare ad altre due gare il 28 e il 30 con il proprio team di appartenenza. Parteciperà agli italiani e alle ultime due prove di Coppa prima dell'appuntamento iridato.

In precedenza aveva aperto la giornata la gara degli juniores. Lontano dalla prestazione di Namur Davide Toneatti, incappato in una partenza veramente infelice. Al termine sarà solo 47° a 3’51” dal vincitore, il belga Ryan Cortjens. Sul podio l’olandese Luke Verburg, secondo a 21”, e il britannico Lewis Askey, terzo a 23”.

Il migliore degli azzurri è stato Emanuele Huez, 19° a 1’41”, seguito da Davide De Pretto, 21° a 1’52°, Samuele Leone, 25° a 2’02”, Luca Pescarmona 31° a 2’10”.

Tra poco partirà la gara delle donne élite.

UOMINI JUNIORES

1. Ryan Cortjens (Bel) in 44’10”; 2. Luke Verburg (Ola) a 21”; 3. Lewis Askey (Gbr) a 23”; 4. Thibau Nys (Bel) a 25”; 5. Gonzalo Inguanzo Macho (Spa) a 31”; 6. Jan Zatloukal (Cze) a 33”; 7. Witse Meeussen (Bel) a 35”; 8. Ward Huybs (Bel) a 36”; 9. Tom Lindner (Ger) a 57”;10. Wout Vervoort (Bel) a 1’04”; 19. Emanuele Huez (Ita) a 1’41”; 21. Davide De Pretto (Ita) a 1’52”; 25. Samuele Leone (Ita) a 2’02”; 31. Luca Pescarmona (Ita) a 2’10”; 47. Davide Toneatti (Ita) a 3’51”.

Classifica di Coppa: 1. Meeussen p. 215; 2. Cortjens p. 148; 3. Verburg p.139

UOMINI UNDER 23

1.Eli Iserbyt (BEL) in 49’55”; 2. Malk Van der Heijden (Ola) a 30”; 3. Timo Kielich (BEL) a 1’10”; 4. Ryan Kamp (Ola) a a 1’11”; 5. Sandy Dujardin (Fra) a 1’11”; 6. Jakob Dorigoni (Ita) 1’13”; 7. Thomas Mein (Gbr) a 1’20”; 8. Loris Rouller (Svi) a 1’21”; 9. Matthieu Legrand (Fra) a 1’26”; 10. Lander Loockx (Bel) a 1’27”

Classifica di Coppa: 1. Pidcock p. 220; 2. Iserbyt p. 191; 3. Benoist (Fra) p. 180; 4. Dorigoni p. 149; 5. Fine (Fra) p. 126