18 Dicembre Dic 2018 1013 3 months ago

Stella d'Argento CONI a Mauro Tanfi

Al vice Presidente Vicario del Comitato Regionale Lazio il prestigioso riconoscimento per l suo impegno decennale a favore della diffusione dello sport e del ciclismo

CONI LAZIO STELLA D'argento CONFERITA A MAURO TANFI V

Si è svolta a Roma presso l’aula magna del centro CONI “Giulio Onesti” la cerimonia di assegnazione delle benemerenze CONI del 2017 per la provincia di Roma. E’ stato premiato con la Stella D’argento il Vice Presidente Regionale Lazio per la Federazione Ciclistica Italiana Mauro Tanfi per il suo impegno decennale a favore della diffusione dello sport e del ciclismo in particolare.

Cresciuto nelle file del suo gruppo sportivo fondato dal padre nel 1948 raggiungendo titoli come società campione d’Italia UISP nel 1980 e affiliata come ASD ininterrottamente con la FCI dal 1982. Ricordiamo i suoi diversi incarichi ricoperti: per un decennio nella commissione giovanile regionale e nel centro studi regionale a seguire come consigliere regionale, vicepresidente regionale, presidente provinciale di Roma, fiduciario CONI Roma.

Attualmente è Vice Presidente Vicario Del C.R. Lazio ed eletto presso la commissione di coordinamento della consulta cittadina sulla sicurezza stradale mobilità dolce e sostenibile del comune di Roma, componente per la F.C.I. Lazio presso la cabina di regia grandi eventi sportivi su strada del comune di Roma. Oltre alla partecipazione e l’organizzazione di una moltitudine di eventi, la sua peculiare attività rimane per i giovani e la scuola su cui svolge un importante lavoro di coordinazione tra il territorio e i protocolli d’intesa avviando nel limite del possibile nuove collaborazioni tra istituzioni.

Ultima ma molto importante la sicurezza stradale e il bisogno di realizzare spazi utili allo svolgimento dell’attività. Al momento della consegna della benemerenza il vice presidente tanfi ha voluto ringraziare il CONI e il CONI Lazio per questo prestigioso riconoscimento e ha voluto dedicare questo premio alla memoria di Bruno Vallorani con il quale ha condiviso un lungo tratto della sua vita sportiva e umana e che intende ringraziarlo anche per questo traguardo raggiunto.

Giovanni Maialetti