12 Ottobre Ott 2018 0949 one month ago

LUTTO: Il ciclismo fermano piange la scomparsa di Silvio Benignetti

Personaggio di grande umanità era un punto di riferimento del movimento locale e regionale

Benignetti Omini

Si è spento presso la casa di cura “Villa Verde” di Fermo, Silvio Benignetti noto nell’ambiente delle due ruote con l’appellativo di “avvocato”.

Classe 1932, Silvio è stato un personaggio di grande umanità, un punto di riferimento storico per tutto il movimento ciclistico locale fermano ed anche regionale profondendo impegno, passione e capacità in tutti i settori dirigenziali promuovendo in prima persona l’attività giovanile con la Rapagnanese (presidente e coordinatore fino al 2015) oltre ad assumere incarichi istituzionali nel comitato provinciale di Ascoli Piceno come presidente (l’ultima volta fino al 2008) e Fermo.

Tanti i meriti sportivi conferiti alla GS Rapagnanese e a titolo personale dal CONI e dalla FCI sotto la sua guida: uno su tutti la “Medaglia d’oro al merito” di distinzione nel ciclismo al sodalizio fermano nel 1993 (nella foto Benignetti premiato da Agostino Omini).

Il direttivo del comitato regionale FCI Marche e il presidente nazionale Renato Di Rocco esprimono profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Silvio Benignetti, le cui esequie si svolgeranno venerdì 12 ottobre (domani) alle 15:00 presso i locali del Teatro Comunale di Rapagnano.