10 Ottobre Ott 2018 1410 12 days ago

A Rigutino primo controllo contro la frode tecnologica

In occasione del Giro Valli Aretine, 13° Trofeo Butinori si è svolto per la prima volta il controllo di biciclette con iPad con scanner forniti dall'Unione Ciclistica Internazionale.

particolare bicicletta

La gara juniores di Rigutino in Toscana (di cui parliamo qui) può fregiarsi di un titolo per certi verso storico. In occasione del Giro Valli Aretine, 13° Trofeo Butinori si è svolto infatti per la prima volta il controllo di 60 biciclette contro la frode tecnologica. Si è trattato di un controllo a sorpresa, realizzato dal collegio di giuria presieduto dal giudice internazionale Gianluca Crocetti e che ha riscosso non poca curiosità e molta collaborazione da parte degli atleti interessati. Non è stata riscontrata alcuna anomalia o infrazione al regolamento. Il controllo è stato possibile grazie all’utilizzo di iPad con scanner forniti dall’UCI, come ha ricordato anche il presidente Renato Di Rocco. “Abbiamo chiesto all’Unione Ciclistica Internazionale, la disponibilità dei tablet per effettuare questo tipo di controllo. Una richiesta apprezzata e la risposta è stata prontamente positiva. D’altra parte e lo ripetiamo ancora – conclude Di Roccoil compito della Federazione è quello di prevenire e quindi come avviene per i controlli medici, ripeteremo ancora questo tipo di controllo che mi risulta sia stato particolarmente apprezzato in occasione della gara toscana che è stata una novità in assoluto da parte della Federazione tra l’altro in una gara regionale”.