15 Settembre Set 2018 1802 7 days ago

COPPA AGOSTONI: Moscon rincuora Cassani

Numero del talento trentino che attacca a 60 km dal traguardo e vince il testa a testa con Taaramae, terzo Gasparotto, bene anche Caruso

Agostoni Podiocomplet2018

Lissone (MI) (15/09) Il Ct Cassani e tutti gli sportivi italiani aspettavano un segnale chiaro e convincente da Gianni Moscon al rientro nel vivo delle corse dopo la lunga penitenza inflitta dall’UCI per l’improvvido gesto nei confronti del francese Elie Gesbert al Tour de France. E Gianni Moscon ha risposto con l’orgoglio e il talento del campione conquistando la 72^ Coppa Agostoni con un’azione lanciata da lontano, a 60 km dal traguardo, e finalizzata con grande determinazione sul traguardo di Lissone.

Il 24enne trentino in forza al Team Skysi è involato sulla salita del Colle Brianza insieme a Damiano Caruso, oggi in maglia azzurra. I due hanno raggiunto Madrazo, superstite della prima fuga di giornata ed hanno proseguito con lena inseguiti da un gruppetto guidato da Romain Bardet (AG2R La Mondiale).

Il vantaggio del terzetto ha oscillato a lungo tra i 40” e 50”, finchè sui fuggitivi si è riportato il francese Taaramae con un grande azione nel circuito finale di Lissone.

Nell’ultimo giro, a 7 km dal traguardo, mentre gli immediati inseguitori si facevano minacciosamente vicini al quartetto, Moscon e Taaramae hanno dato una nuova decisiva scrollata lasciando Caruso e Madrazo e riguadagnando rapidamente terreno.

I giochi sono fatti. La Coppa Agostoni si decide con lo sprint a due che Moscon si aggiudica facilmente davanti al bravo Taaramae, mentre sul terzo gradino del podio sale Gasparotto, che batte Wackermann nella volata degli inseguitori.

ORDINE D’ARRIVO

1. Gianni Moscon (Team Sky) in 4h49’33”; 2. Rein Taaramae (De) a 1”; 3. Enrico Gasparotto (Tbm) a 23”;4. Luca Wackermann (Brd) a 24”; 5. Pierpaolo Ficara (Amo) a 30”; 6. Davide Orrico (Vol) a 30”; 7. Anthony Delaplace (Fortuneo Samsic); 8. Marc Hirschi (Svizzera); 9. Ivan Rovny (Gazprom Rusvelo); 10. Francesco Gavazzi (Androni Sidermec).