25 Agosto Ago 2018 1727 5 years ago

EUROPEAN YOUTH MTB: Con Letizia Marzani arriva anche il bronzo

L'azzurra fa suo il terzo gradino del podio nella prova Cross Country Under 17 - Titolo a Mona Mitterwallener, argento per Aneta Novotna - Nella prova maschile quarto posto per Diego Caviglia, oro per Jan Zatloukal

Marzani Xco17 25Agosto

Pila (25/08) - Arriva anche la medaglia di bronzo per la Nazionale italiana! E' Letizia Marzani ad aggiudicarsi il terzo gradino del podio, nella prova Cross Country Under 17 degli Europei giovanili MTB in programma a Pila. Una bellissima prova, quella dell'azzurra classe 2002, arrivata emozionatissima al traguardo. E a farle i complimenti per prima è stata proprio Mona Mitterwald, eletta oggi campionessa europea U17: prestazione di costanza, quella dell'austriaca, che sin dal primo giro si è andata a creare un fortissimo vantaggio rispetto al resto del gruppo. Seconda classificata la ceca Aneta Novotna, medaglia d'argento a + 1'49'' dalla vetta. Letizia Marzani si piazza al terzo posto a +2'41'' dalla Mitterwald.

Nella Top Ten anche altre tre altete azzurre: quinto posto per Sylvie Truc, sesto per Noemi Plankesteiner, ottava Giulia Challancin.

Ancora un quarto posto al maschile per l'Italia, nella prova XCO Under 17: a conquistare la medaglia di legno stavolta è Diego Caviglia, che sfiora il podio dominato dal ceco Jan Zatloukal, che regala alla sua nazionale la terza medaglia d'oro di questo europeo. Alle sue spalle due svizzeri, Luke Wiedmann (argento) e Lars Sommer (bronzo).

L'ANALISI DEL CT - Tre le medaglie con cui il CT Mirko Celestino torna a casa, decisamente soddisfatto delle prestazione dei suoi ragazzi: "Sono tutti così giovani ma già molto determinati, e soprattutto educati" le sue parole al termine della competizione europea. E ancora: "Le medaglie vinte mi hanno davvero sorpreso, soprattutto quelle delle ragazze: non mi aspettavo questi risultati, e questo mi dà ancora più motivazioni per far crescere questi atleti già forti e determiati. Il mio compito è quello di far capire loro che bisogna sempre combattere e sapersi rialzare dopo una caduta, ci stiamo lavorando insieme e devo dire che le soddisfazioni che stanno arrivando sono tante. Voglio ringraziare le società per l'impegno che mettono nel seguire ogni giorno questi atleti, ed un ringraziamento speciale e a tutto lo staff Italia, che si dimostra sempre pronto e professionale. Ora ci aspettano i Mondiali in Svizzera: forza ragazzi, avanti così!".