10 Marzo Mar 2018 2014 8 months ago

ELITE/U23: Guizzo di Marengo a S. Ginese di Compito

Sul podio Sartor (Team Colpack) e Borgo (General Store Bottoli) - Corsa neutralizzata per 11 minuti

Compito1

S. Ginese di Compito (LU) (10/03) - Una terza edizione del Circuito del Compitese” lanciato tre anni fa dall’appassionato Roberto Tomei, direttore dell’organizzazione curata anche dall’U.C. Lucchese 1948 (70 anni di attività per la società del presidente Ernesto Bianchi) assai movimentata fino alla fine, con l’ultimo brivido a 30 metri dal traguardo, quando Gregorio Ferri che lottava per il successo finiva a terra ed era costretto a tagliare la linea di arrivo a piedi con la bici.

Il guizzo vincente invece del venticinquenne èlite Umberto Marengo della Viris Vigevano Lomellina, davanti a Sartor, già terzo qui nel 2017, mentre la medaglia di bronzo era di Borgo e naturalmente lo sfortunato Ferri coglieva il quarto posto (nelle foto Soncini il podio e l'arrivo).

Il gruppo forte di 19 atleti (ecco un altro dato, su 145 corridori di 23 società hanno portato a termine la prova solo in 23) era regolato per il quinto posto da Romano sul campione italiano élite Milani.

Abbiamo detto di un’edizione movimentata. Infatti attorno al trentesimo chilometro una caduta di alcuni corridori costringeva i due mezzi sanitari in servizio al seguito della gara a fermarsi per prestare le cure del caso ai corridori finiti a terra, per cui la direzione di gara decideva di neutralizzare la competizione per una dozzina di minuti.

La gara seguita anche dal c.t. della nazionale azzurra Marino Amadori, riprendeva a gruppo compatto sotto la pioggia caduta incessante per tre quarti della stessa in un pomeriggio grigio e nebbioso. Quando mancavano 25 Km alla conclusione l’azione decisiva, protagonista il quartetto che di comune accordo proseguiva fino al termine, mentre le difficoltà dell’anello lucchese sulle colline del Compitese ai piedi di Monte Serra decimava le forze in campo con tantissimi ritiri.

Ed eccoci alla volata finale con arrivo in salita ed una leggera semicurva a 30 metri dalla fettuccia di arrivo. Sartor lanciava lo sprint, poi proseguito da una progressione notevole e vigorosa di Marengo mentre Ferri cercava la rimonta all’interno, ma l’atleta della Zalf Euromobil Desirèe Fior, il più giovane dei quattro di testa finiva per le terre, si rialzava per andare a cogliere a piedi la quarta posizione.

Appassionato il lavoro di Roberto Tomei, del figlio Francesco (ex corridore professionista e dei loro collaboratori) con la presenza del sindaco di Capannori Luca Menesini e dell’assessore allo sport Serena Frediani.

Antonio Mannori

ORDINE DI ARRIVO: 1. Umberto Marengo (Virsi Vigivano Lomellina) Km 112,5, in 2h58’, media Km 37,900; 2. Federico Sartor (Team Colpack); 3. Marco Borgo (General Store Bottoli) a 3”; 4. Gregorio Ferri (Zalf Euromobil Desirèe Fior) a 8”; 5. Francesco Romano (Team Colpack) a 35”; 6. Gianluca Milani (Zalf Euromobil); 7. Mirco Sartori (Mastromarco Chianti Sensi Nibali); 8. Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club); 9. Andrea Colnaghi (Team Pala Fenice); 10. Lorenzo Fortunato (Petroli Firenze Maserati Hopplà).