6 Settembre Set 2017 0713 one year ago

ELITE/U23: Imerio Cima regola il gruppo a Livraga

L’azzurro in forza alla Viris Maserati Sisal Matchpoint L&L precede Begnoni (Asd General Store Bottoli Zardini) e Todaro (Team Palazzago Amarù)

Livraga3 5Settembre

Livraga (LO) (5/9) - Vittoria n. 3 stagionale di Imerio Cima (Gsc Viris Maserati Sisal Matchpoint L&L, ds Alberto Cappelletti) in volata sul gruppo nella 65a Coppa Comune di Livraga, l’unica corsa lodigiana 2017 riservata ai dilettanti Under 23/Elite, martedi pomeriggio 5 settembre nella cornice della Sagra di S. Gennaro (che non è quello di Napoli!) e con un servizio e un montepremi d’oro e denaro a cui, per tradizione, partecipa tutto il paese coinvolto e coordinato dall’Us Livraga, la società organizzatrice che s’avvale oggi della guida ruspante di Gianni Marazzi anche dc della gara.

Commosso del successo anche di questa edizione della corsa che l’ha visto tra i fondatori, Piero Marchesi, l’ex presidente e anima del Gruppo, anche se non ne ha più la forza (foto di Dario Belingheri).

Volata in doppia fila del gruppo negli ultimi 200 m e contesa accesa fin sulla linea d’arrivo dai due velocisti più accreditati in partenza, Imerio Cima e Gianmarco Begnoni.

Imerio Cima, bresciano di Lonato del Garda, 20 anni a fine stagione, un diploma di Perito Agrario, uscito dal recente Tour de L’Avenir con un 2° e 3° posto di tappa e da un maggio contrassegnato da due vittorie che contano, quali il Circuito del Porto a Cremona e il Città di Castelfidardo, perle di un 2017 tali da aprirgli la porta del debutto 2018 tra i professionisti con la Nippo Fantini, insieme al fratello Damiano, anche lui tra i maggiori protagonisti a Livraga.

La corsa - Starter il vice sindaco Giuseppe Bongiorni, partono in 86 (sui 129 iscritti) di 16 società di cui 9 col diritto di seguire la corsa con la propria ammiraglia. Per un percorso di 9.5 km da ripetere 13 volte, tracciato tra Livraga e le cascine intorno di S.Lazzaro e Vallazza su strade provinciali e comunali, un cavalcavia e TV sul traguardo in Livraga dal 2° all’11° giro.

Dopo i primi 2 giri (19 km, 1° Tv a Radice Raffaele della Gallina Colosio Eurofeed), a gruppo compatto, sul cavalcavia del 3° giro(km 24) nasce la fuga a 7 che resisterà al comando della gara fino al cavalcavia dell’11° giro ( km 100). L’animano: Meris Mario (Gallina Colosio Eurofeed), Cazzola Daniele (Cipollini Iseo Serrature Rime), Moreni Gabriele e Abenante Pasquale (General Store Bottoli Zardini), Cima Damiano (Viris Maserati Sisal Matchpoint L&L), Maritano Luca(V.C.Cremonese Guerciotti), Campesan Tommaso (Team Palazzago Amarù).

Filano bene insieme e si divideranno tra loro i Tv dal 3° all’10° giro: nell’ordine Meris , Cazzola , Campesan, Abenante, di nuovo Campesan, di nuovo Meris, Maritano, di nuovo Campesan). Dai 15” di vantaggio alla fine del 3° giro (km 28,5) i 7 battistrada arrivano a contare il massimo vantaggio di 1’20” al termine del 7° giro (km 66,5). Poi il gruppo si sveglia, nell’8° giro (km 76) incomincia a recuperare trascinato dalle società che non hanno nessuno tra i 7 battistrada (più decisi si mostrano i portacolori della Gavardo Bi& Esse Carrera Tecmor) e dalle società dei velocisti (vedi l’ordine d’arrivo). Tanto che nello spazio di un giro, l’11° (al km 100) il gruppo riesce ad annullare questa fuga.

Nella bagarre che segue a gruppo allungato e in diversi punti rotto, s’avvantaggiano in contropiede due gruppetti di 11 e di 5 che s’inseguono e poi si uniscono poco dopo il suono della campana. Li formano: Giuliani Giacomo, Marengo Umberto, Brugna Alessio, Galdoune Ahmed (Gallina Colosio Eurofeed ),Cazzola Daniele, Moggio Leonardo, Campesan Tommaso (Cipollini Iseo Serrature Rime), Piffaretti Alessandro, Rinaldi Nicholas (Vc Mendrisio Pl Valli), Bertone Filippo, Duranti Jalel (Viris Maserati), Ferri Gregorio, Tomio Giacomo (General Store Bottoli Zardini), Orlandi Federico (Gavardo Bi& Esse Carrera Tecmor), Ferrario Luca(Overall Cycling Team), Ruggeri Davide (Uc Pregnana Team Scout). Ma il vantaggio rimane così leggero e talmente forte è la rincorsa del gruppo che sul cavalcavia dell’ultimo giro (km 119) quest'ultimo tentativo a 16 della giornata ha fine e gli ultimi km di corsa sono tutto un gioco di squadra dei 2 velocisti più competitivi: la Viris Maserati e la General Store Bottoli Zardini.

Le Premiazioni seguono presso il cortile del Bar del Gallo sul retro del Palazzo Comunale di Livraga che ha ospitato il ritrovo della corsa.

Giuseppe Pratissoli

ORDINE D’ARRIVO

1. Cima Imerio(Gsc VirisMaserati Sisal Matchpoint L&L) Km. 123,5 in 2h45’22”, media 44,810 km/h;

2. Begnoni Gianmario (Asd General Store Bottoli Zardini);

3. Todaro Manuel(Team Palazzago Amaru);

4. Dainese Alberto(Asd General Store Bottoli Zardini);

5. Galdoun Ahmed Amin(Gallina Colosio Eurofeed Asd);

6. Duranti Jalel (Gsc VirisMaserati Sisal Matchpoint L&L);

7. Ferri Gregorio(Asd General Store Bottoli Zardini);

8. Brugna Alessio(Gallina Colosio Eurofeed Asd);

9. Bertone Filippo ((Gsc VirisMaserati Sisal Matchpoint L&L);

10. Cazzola Daniele (Cipollini Iseo Serrature Rime).