22 Luglio Lug 2017 1946 one year ago

ELITE/U23; Andrea Garosio conquista Pian della Mussa

Il bresciano del Team Colpack anticipa Amici (Viris Maserati) e Colombo (Team Palazzago-Amarù)

Garosio Piandellamussaarrivo22luglio

Pian della Mussa (22/7) - Il bresciano di Cologne Andrea Garosio (Team Colpack) alza le braccia al cielo ai 1800 metri sul livello del mare di Pian della Mussa vincendo la 51° edizione della classicissima Ciriè-Pian Della Mussa di km. 111 (foto Soncini).

La corsa è scattata dalla cittadina canavesana alle ore 13,05 con un Mossiere d’eccezione come l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris che dopo avere seguito in prima persona i Campionati Italiani Cronoindividuali e quelli dei Professionisti maschili e femminili disputati sotto il brand di “Piemonte Tricolore” si è messo a disposizione anche degli organizzatori dell’ultracentenerario GS Brunero del presidente Filippo Brunero seguendo di persona tutta la gara dalla partenza alle premiazioni finali.

I 102 corridori che hanno preso il via dopo avere dedicato un minuto di raccoglimento alla memoria di Pier Angelo Sasso, storico collaboratore del GS Giovanni Brunero, hanno pedalato sul primo circuito di km. 11,5 disegnato intorno a Ciriè con Marco Murgano (Viris), TurarAssylkhan (Astana) e Davide Baldaccini che escono dal gruppo per una “trenata” durata una dozzina di chilometri poi ritornati in gruppo grazie anche all’impegno del Tricolore Matteo Moschetti anche oggi molto attivo nonostante il percorso non fosse di sua compatibilità.

Nel corso del 4° ed ultimo giro del circuito iniziale, si forma al comando un folto drappello di una trentina di corridori comprendente tra altri, anche il Campione d’Italia Moschetti (Viris), Manfreda (Fly), Baldaccini, Garosio e Orsini (Colpack), De Jong olandese e Pigeon, francese, entrambi della Chambery, Merlin (Pregnana), Bassani e Calipa (Team VVF), Feeley, irlandese dell’UC Monaco, Nicolino (Overall), Alberto Amici, Matteo Natali, Giacomo Garavaglia, (Viris), Luca Covili, Eros Colombo e Luca Riva (Palazzago) e Davide Botta (VC Mendrisio).

Questo drappello perde alcuni componenti prima di puntare sul tratto finale in salita di 20 chilometri fino ai 1800 metri dell’arrivo.

Sul Tv di Ceres non c’è battaglia e i corridori passano nell’ordine Luca Riva (Palazzago), Giacomo Garavaglia (Viris) e il francese Hugo Pigeon.

Poi scoppia la battaglia con l’esito che viene determinato dall’impegno dei corridori ma anche dalle pendenze della salita che respinge parecchi corridori ma ne promuove altri che riescono a recuperare. Poi a metà salita si avvantaggiano Amici (Viris), Garosio (Colpack) ed Eros Colombo (Palazzago); quando il vantaggio del terzetto prende sempre più consistenza, siamo a circa 5 chilometri dalla vetta, la vittoria diventa una questione tra il terzetto; Garosio è molto attivo, scatta a ripetizione con Amici che risponde colpo su colpo fino al cedimento di Colombo poi la disputa diventa a due, Amici non cede, resiste con onore, tenta di rilanciare ma non ci riesce mentre Garosio tira altre stilettate ai 200 metri dall’arrivo e stacca di qualche metro il bravissimo Amici che conquista la piazza d’onore mentre, a 30” giunge Eros Colombo che completa il podio.

Intanto Andrea Garosio dedica con qualche lacrima di gioia la vittoria ai genitori Amelia ed Oreste che lo hanno sostenuto anche quando tutto sembrava dovesse andare non per il giusto verso e alla squadra oggi rappresentata da Valori e Rossella Di Leo che festeggiano la 33° vittoria del Team del Presidente Beppe Colleoni. E Garosio dichiara ancora la sua felicità per questa vittoria giunta giusto un anno dopo quella di Boscochiesanuova dell’anno scorso, nato il 06.12.93, diplomato geometra, spera di potere approdare al professionismo, alle spalle ho sempre un diploma di geometra afferma sorridente Garosio.

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo, 1. Andrea Garosio (Colpack) km. 111,00 in 3h00’1” media kmh. 36,997; 2. Alberto Amici (Viris Maserati) a 3”; 3. Eros Colombo (Team Palazzago-Amaru) 30”; 4. Umberto Orsini (Colpack) 1’28”; 5. Davide Baldaccini (Colpack) st; 6. Matteo Natali (Viris-Maserati) st; 7. Luca Covili (Team Palazzago Amaru) 1’37”; 8. Giacomo Garavaglia (Viris Maserati) 1’47”; 9. Hugo Pigeon (Francia-Chambery Cyclisme) 2’01”; 10. Davide Botta (Svizzera-VC Mendrisio-PL Valli).