29 Aprile Apr 2017 1900 one year ago

Il portoghese Almeida su Riabushenko a Buoncovento

All’australiano Hindley la Due Giorni Internazionale Toscana Terra di Ciclismo-Eroica

Toscana Volata29apr

Buonconvento (SI) (29/4) - Sul traguardo dove Fabio Aru cinque anni fa s’impose nella tappa italiana della Coppa delle Nazioni, volata da fotofinish per il successo nella seconda frazione della “Due Giorni Internazionale”. Ha vinto il portoghese Pedro Joao Goncalves Almeida nei confronti del campione europeo Riabushenko e di un ristretto plotoncino che ha guadagnato la testa nel finale dopo un generoso tentativo senza successo di Fortunato e Yuri Colonna, sfortunatissimo per una foratura a 9 Km dall’arrivo. L’australiano Jai Hindley invece si è aggiudicato la classifica finale grazie anche all’apporto dei suoi compagni di squadra (foto Andrea Bruschettini).

Una tappa difficile, con quasi 50 Km di sterrato e atleti “eroici” tra nuvole di polvere, cadute, tante forature e ritiri. Con 71 rimasti in gara dopo i ritiri del giorno prima ai quali si sono aggiunti alcuni atleti che hanno deciso di non prendere il via, la seconda e ultima frazione della Due Giorni Internazionale, con partenza ufficiosa da Foiano della Chiana e ufficiale da Bettolle.

Percorso impegnativo con sei settori di strade sterrate prima dell’arrivo a Buonconvento. La partenza con 40’ minuti di ritardo per problemi organizzativi. Dopo 10 Km la fuga di Messieri, Volkau, Pessotto e West, raggiunti da Cianetti con un ottimo inseguimento. Sui quattro che guadagnavano due minuti sul gruppo, rientrava Sobrero mentre grazie al piazzamento al traguardo volante era Nicholas Cianetti a vincere la speciale classifica finale.

Il gruppo nel frattempo aveva reagito ed il ritardo era sotto il minuto. Perdevano contatto Pessotto e West e la fuga del quartetto proseguiva lungo il terzo settore sterrato con un vantaggio che tornava sui due minuti. Mollava Messieri, forava Wolkau, mentre erano numerose le forature e grande lavoro per il cambio ruota, oltre a qualche caduta.

A poco più di 30 Km dal traguardo il gruppo tornava compatto ma era ridotto a 26 unità. L’ultimo assalto di Fortunato e Yuri Colonna; quest’ultimo forava e Fortunato era ripreso da un drappello che si giocava il successo su via Dante Alighieri a Buonconvento ed era Almeida per un soffio ad avere la meglio.

Antonio Mannori

ORDINE DI ARRIVO 2^ TAPPA: 1. Pedro Joao Goncalves Almeida (Unieuro Trevigiani Hemus 1896) Km. 147,5 in 3h57’53, media 37,432; 2. Aleksandr Riabushenko (Palazzago Amarù); 3. Alessandro Fedeli (Team Colpack); 4. Robert Stannard (Naz. Australia); 5. Lorenzo Fortunato (Hopplà Petroli Firenze) 6. Marco Molteni (Uniero Trevigiani Hemus 1896); 7. Brandon Rivera (Uc Monaco); 8. Zahiri Abderrahin (Uniero Trevigiani Hemus 1896); 9. Lucas Hamilton (Naz. Australia); 10. Jai Hindley (idem).

CLASSIFICA GENERALE: 1. Jai Hindley (Naz. Australia); 2. Robert Stannard (idem) a 26”; 3. Luca Hamilton (idem) a 36”; 4. Pedro Joao Almeida (Uniero Trevigiani Hemus 1896) a 51”; 5. Zahiri Abderrahin (idem) a 53”; 6. Marco Molteni (idem) a 53”; 7. Alessandro Fedeli (team Colpack) a 1’03”; 8. Aleksandr Riabushenko (Team Palazzago Amarù) a 1’19”; 9. Massimo Rosa (Hopplà Petroli Firenze) a 2’28”; 10. Francesco Romano (Team Palazzago Amarù) a 2’29”.

CLASSIFICA A PUNTI: 1. Aleksandr Riabushenko (Palazzago Amarù).

CLASSIFICA TRAGUARDI VOLANTI: 1. Nicolas Cianetti (Hopplà Petroli Firenze).