23 Aprile Apr 2017 2121 one year ago

ELITE/U23: Ancora Toniatti e Colpack a Montanino

Battuto in volata l’ottimo Zullo (Futura Team Rosini), terzo Moschetti (Viris Maserati)

Toniatti Montanino23aprile

Montanino di Reggello (FI) (23/4) - Dopo lo stop dell’anno scorso, più per ragioni tecniche che finanziarie, è tornata in grande stile la 56^ edizione della Coppa Sportivi di Montanino per dilettanti élite under 23 con 27 squadre ai nastri di partenza (13 le toscane in gara) e 186 corridori (nelle foto Rodella l'arrivo e il podio).

Sul lungo e tradizionale rettilineo di via Turati nella località valdarnese ha prevalso Andrea Toniatti del Team Colpack che ha battuto l’ottimo compagno di fuga Antonio Zullo con il quale ha dato vita a una finale di corsa emozionante ed incertissimo. I due infatti sono stati praticamente raggiunti dal gruppo sul traguardo e per il terzo posto è stato Moschetti ad imporsi nella volata su due compagni di squadra, Cima e Muffolini.

Toniatti non si scopre in questa gara. Già azzurro è uno dei più forti under 23 in campo nazionale. Sorretto da un’invidiabile condizione atletica e da una squadra come sempre impeccabile nell’interpretare la gara, Toniatti è entrato in azione assieme a un superlativo Zullo (meritata per lui la convocazione in nazionale per indossare la maglia azzurra) a 12 Km dall’arrivo sulla salita della “Costa” ripetuta tre volte mentre in precedenza era stata percorsa per tre volte quella di Castellina. Toniatti e Zullo hanno dato scacco matto a tutti gli antagonisti ed il gruppo tornato compatto ad inseguire il tandem di testa ha fatto di tutto per colmare il gap.

Toniatti e Zullo non si sono mai voltati, si sono tuffati in discesa in maniera impressionante e nel tratto finale in pianura hanno resistito al ritorno del gruppo condotto da Mastromarco Sensi Nibali, Big Hunter Beltrami Seanese, Viris Maserati e Team Cervelo, che incalzava in maniera impressionante i due. Toniatti in volata non ha avuto difficoltà ad imporsi su Zullo.

Diversi altri atleti peraltro meritano un bel voto per la prestazione fornita, come il compagno di squadra di Toniatti, il pisano di Santa Croce sull’Arno Orsini, e poi Di Rosolini, Szelag, Micheletti, Di Renzo, Grassi, autori di una fuga che ha fatto da anteprima allo scoppiettante finale di corsa. Prima del via premiato con una targa da Mauro Papucci del Comitato Organizzatore l’atteso campione europeo Aleksandr Riabuschenko giunto alla fine sesto, ed osservato prima del via un minuto di silenzio nel ricordo di Michele Scarponi.

Antonio Mannori

ORDINE DI ARRIVO: 1. Andrea Toniatti (Team Colpack) Km. 159 in 3h46’32”, media 42,987; 2. Antonio Zullo (Futura Team Rosini); 3. Matteo Moschetti (Viris Maserati); 4. Damiano Cima (idem); 5. Luca Muffolini (idem); 6. Aleksandr Riabushenko (Palazzago Amaru); 7. Tommaso Fiaschi (Mastromarco Sensi Nibali); 8. Yuri Colonna (Altopack Eppela Coppi); 9. Mattia Bevilacqua (Hopplà Petroli Firenze); 10. Gabriele Bonechi(Team Cervelo).