4 Febbraio Feb 2017 1803 one year ago

Ciclismo Cup 2017, si parte con tante novità

Con il GP Donoratico parte il circuito, organizzato dalla Lega Ciclismo Professionistico, che sostituisce la Coppa Italia: 23 giornate di gare, 11 delle quali trasmesse in diretta da Rai e Bike Channel, e visibili anche streaming su diverse piattaforme.

Nizzolo Bernocchi

Milano - Durante la presentazione del Tour of The Alps il Presidente della Lega Prof Enzo Ghigo ha presentato la Ciclismo Cup 2017, il circuito che sostituisce la Coppa Italia e che domenica esordisce con il GP Donoratico. PMG Sport, società specializzata nella produzione di format multimediali live e on-demand, ha acquisito i diritti fino al 2019 per la produzione e commercializzazione, garantendo la copertura delle 23 giornate di gare (di cui undici in diretta, 12 in differita) in tutto il mondo, su piattaforme tv e web. Il circuito prevede a classifica individuale a punti ed una per squadre ,che assegna alla vincitrice l’invito da parte di RCS Sport al Giro d’Italia della stagione successiva.

“Sono molto soddisfatto – spiega Enzo Ghigo, Presidente della Lega Ciclismo Professionistico – perché tramite questo rinnovato progetto, la Lega è riuscita a compattare, rivitalizzare e dare una prospettiva importante al ciclismo storico, al di fuori delle gare RCS. L’autoproduzione consente di accedere al pubblico tradizionale del ciclismo, quello radio-televisivo, ma anche a una nuova e importante platea mediatica che usa i moderni mezzi di comunicazione. Il nostro approccio a questa operazione è stato: tradizione e innovazione. Sono certo che i partner commerciali comprenderanno e sapranno mettere a frutto questo sforzo enorme di rinnovamento, in termini di promozione e comunicazione, che ha unito Lega, Federazione, Organizzatori e importanti realtà produttive del nostro Paese”.

L’accordo vuole valorizzare il ruolo degli organizzatori che con costanza e passione portano avanti il proprio impegno per garantire al ciclismo italiano competizioni di valore assoluto. L’obiettivo di PMG è infatti quello di realizzare un format che sappia raccontare in modo nuovo le corse, attraverso uno sguardo più vicino alla gara e ai suoi protagonisti. “Il ciclismo è oggi uno sport amato e praticato da milioni di persone nel nostro paese, vogliamo portarlo il più vicino possibile agli appassionati attraverso l’utilizzo di ogni tipo di device”, spiega Roberto Ruini, fondatore di PMG.

Le novità riguardano sia la fase produttiva che quella distributiva. La scelta editoriale di PMG, rispetto al format televisivo messo in campo, mira a fornire allo spettatore – sia nelle trasmissioni live che in quelle in differita – un racconto più coinvolgente, portando lo spettatore nel vivo del gruppo, potenziando l’infografica, valorizzando nella giusta misura sia i protagonisti che il territorio nel quale le gare hanno svolgimento.

Dal punto di vista distributivo, PMG in collaborazione con Oneplayer ha fatto in modo che tutte le quindici manifestazioni previste nel programma possano avere visibilità in Italia e all’estero, creando in particolare per gli eventi trasmessi in diretta un bacino potenziale di telespettatori davvero importante in Europa e negli altri continenti. Ma la grande novità riguarda anche il web, con l’inserimento degli eventi sui maggiori portali di informazione (sia con lo streaming live, sia con approfondimenti tematici) oltre alla forte veicolazione che verrà effettuata sui canali social.

In uno scenario che vede gli sport più popolari credere con forza alla potenzialità dei contenuti live diffusi in streaming (anche la NBA e il calcio hanno da tempo imboccato questa strada), PMG porta il ciclismo ad affrontare una nuova esperienza che ne possa valorizzare a pieno la spettacolarità. “Non è vero che il nostro ciclismo è in crisi perché siamo ancora la prima realtà mondiale nel professionismo, come numero e qualità degli atleti e dello staff. Ci auguriamo che questo meccanismo virtuoso della Ciclismo Cup, con tante dirette e differite di qualità, possa attrarre investimenti in squadre italiane, catalizzando e rendendo disponibili risorse che oggi si concentrano altrove”, soggiunge Enzo Ghigo.

Le gare saranno trasmesse in tv in Italia da Raisport e Bike Channel. Tra i principali broadcater esteri ci sono l’Equipe in Francia, TV2 in Danimarca, Bike Channel in UK, Eleven Sport Channel in Belgio, Polonia, Singapore, Taiwan e Ucraina ed Econet in Africa, oltre che Eurovisione per gli highlights delle gare live.

Sulle piattaforme digitali, la Ciclismo Cup sarà totalmente coperta da Repubblica.it in Italia, Cycling.tv in Usa, Canada e Australia, oltre che sulle piattaforme di PMG (www.pmgsport.it e su FB: @PMGLiveSport). Si potranno vedere anche su Gazzetta.tv e sono ancora aperte le trattative con altri importanti broadcaster e operatori digitali italiani ed esteri.

(fonte: https://legaciclismoprof.org/)

Le gare del calendario 2017
G.P. Costa degli Etruschi (5 febbraio),
Trofeo Laigueglia (12 febbraio),
G.P. Industria e Artigianato (5 marzo),
Settimana Internazionale Coppi&Bartali (23-26 marzo),
Giro dell’Appennino (9 aprile),
Tour of the Alps (ex Giro del Trentino, 17-21 aprile),
Trofeo Matteotti (16 luglio),
Coppa Agostoni (13 settembre),
Coppa Bernocchi (14 settembre),
Memorial Marco Pantani (16 settembre),
Giro di Toscana (26-27 settembre),
Coppa Sabatini (28 settembre),
Giro dell’Emilia (30 settembre),
G.P. Beghelli (1 ottobre),
Tre Valli Varesine (3 ottobre).

(Nella foto, Nizzolo in occasione della Coppa Bernocchi 2016)