4 Settembre Set 2016 2006 2 years ago

ELITE/U23: Toniatti su Andreoletti a Turbigo

Testa a testa in volata nel 50° Trofeo Raffaele Marcoli a.m. tra il trentino del team Colpack e il velocista della Zalf

Turbigo1 4Settembre

Turbigo (MI) (4/9) - "Dopo la vittoria a Reda all’inizio di stagione sembrava una chimera tornare sul gradino più alto del podio ma oggi ce l’ho messa tutta come d'altronde in tutte le altre gare, la cercavo, la volevo e, finalmente, l’ho raggiunta proprio qui in memoria del grande Raffaele Marcoli al quale la corsa era dedicata". Strafelice il trentino Andrea Toniatti dopo aver tagliato il traguardo, prosegue raccontando la sua impresa: "Sono partito in fuga fin dal primo degli 11 giri del circuito con Andreoletti, Cambianica e Billi, che,dopo qualche chilometro è stato messo KO da una caduta. Rimasti in tre abbiamo proseguito in perfetto accordo fino all'arrivo".

La corsa è scattata con 143 corridori al via, starter le sorelle del compianto Raffaele Marcoli, Franca e Silvana alla presenza del presidente del CP-FCI Milano, Valter Cozzaglio presente anche come vincitore della prima edizione della corsa 50 anni fa.

E a fare gli onori di casa anche l’Olimpionico di Roma 1960, Toni Bailetti, promotore e trascinatore di tutte le manifestazioni in ricordo di Raffaele Marcoli, tragicamente scomparso 50 anni fa in un tragico incidente automobilistico ma, sempre nel cuore e nelle menti dei suo tifosi e concittadini.

Subito, come già detto la fuga promossa dal trentino Andrea Toniatti, una fuga che si è evoluta e cambiata in tante sfaccettature ma sempre con perno su Cambianica, Ferrario (Exploit), Logica e Gallio (Generalstore), Colnaghi (Palazzago), Bonifazio (Viris), Orlandi (Gavardo), Colombo (Named), Padovan (Team Idea), Begnoni, Toffaletti e Andreoletti, (Zalf).

Poi a due giri dalla fine la svolta con Toniatti, Andreoletti e Cambianica che prendono in mano decisamente la situazione e volano spediti verso il traguardo dove i tre corridori si affrontano a viso aperto e risolvere gagliardamente le sorti della corsa con una lunga e corretta volata che fa sorridere Toniatti finalmente di nuovo sul gradino più alto del podio per dedicare la vittoria al suo Patron, Beppe Colleoni ed ai genitori Francesca e Mauro venuti appositamente da Mori (Trentino) per applaudire il figlio Andrea, 24 anni appena compiuti e pronto per il debutto al professionismo.

E felice anche lo svizzero di Bellinzona, Enea Cambianica (Equipe Exploit), due vittorie conseguite nella Svizzera tedesca : Ho fatto tanti podi e piazzamenti tra i top-ten qui in Italia, risultati che mi inorgogliscono e che oggi ho impreziosito anche con la vittoria nella classifica finale per i Traguardi Volanti, risultati che mi spronano a fare sempre meglio nella speranza di potere approdare al professionismo, un obiettivo che è comune a tutti noi ragazzi che facciamo del ciclismo una professione ed un impegno a 360 gradi.

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo; 1. Andrea Toniatti (Team Colpack) km. 145,2 in 3h13’ media kmh. 45,140; 2. Pietro Andreoletti (Zalf Euromobil-Désirée Fior); 3. Enea Cambianica (Sui-Equipe Exploit); 4. Luca Ferrario (Equipe Exploit) a 17”; 5. Giacomo Gallio (Generalstore-bottoli-Zardini); 6. Lorenzo Delcò (Sui-VC Mendrisio-PL Valli); 7. Marco Padovan (Team Idea 2010); 8.Michele Toffaletti (Zalf Euromobil Désirée Fior) a 35”; 9. Leonardo Bonifazio (Viris Maserati-Sisal Matchpoint-Chiaravalli); 10.Gianmarco Begnoni (Zalf Euromobil Désirée Fior).