11 Agosto Ago 2016 1920 2 years ago

ELITE/U23: A Riabushenko il 33° Trofeo Sportivi di Briga

Il bielorusso del Team Palazzago Amaru cala il poker stagionale regolando Vendrame (Zalf-Euromobil-Désirèe-Fior) e Bernardinetti (Ciclistica Malmantile)

RABUSH 11Agosto

Briga Novarese (NO) (11/8) - Aleksandr Riabushenko, bielorusso di Minsk, 22 anni ancora da compiere, livrea del Team Palazzago-Amaru firma la sua quarta vittoria stagionale conquistando sul Muro di San Colombano a Briga Novarese, la 33° edizione del Trofeo Sportivi di Briga, valido anche per l’assegnazione del 15° Memorial Domenico Piemontesi e Pasqualino Fornara con un rush formidabile negli ultimi metri della ripida e strettissima salita che termina sul piazzale della Chiesa che porta lo stesso nome del muro (nelle foto Soncini l'arrivo e il podio).

La corsa scattata alle 13 precise con 166 corridori schierati al via dato dallo starter, Chiara Barbieri, Sindaco di Briga Novarese dopo che Don Giovanni, Parroco della Parrocchia di San Giovanni Battista ha impartito la Benedizione del Cristiano agli atleti e a tutti i presenti.

Giornata abbastanza calda ma anche un po’ ventilata che ha invogliato i corridori a scattare fin da subito ed animare così la corsa che prende subito una ben precisa soluzione con la formazione al comando di un plotone composto da 23 corridori : Simone Bettinelli (Colpack); Nicola Da Dalt e Davide Gabburo (Zalf); Jacopo Billi (Generalstore); Jai Hindley (Australia); Nicolò Corbetta, Matteo Bellia ed Elia Tedeschi (Equipe Exploit); Rocco Ventrelli (Fly Cycling); Davide Donesana (Viris-Maserati); Alessio Bottura e Massimo Rosa (Hopplà Petroli Firenze); Simone Guizzetti e Matteo Pozzoli (Named Sport->Kemo); Stepan Kurianov (Russia); Michele Gazzara (Norda-MGKVis); Luca Limone e Umberto Marengo (Overall); Christian Zanetta (Team Cerone); Luca Covili (Palazzago); Loris Calipa e Francesco Messieri (Team VVF); Alessandro Piffaretti (VC Mendrisio-Pl Valli).

Questi ragazzi comanderanno la corsa per parecchi chilometri perdendo all’ottavo giro dopo 120 km Luca Limone (Overall) e Christian Zanetta (Team Cerone) dopo che avevano raggiunto un vantaggio massimo sugli inseguitori di 3’53”.

In questi frangenti i fuggitivi passavano sempre in testa al traguardo del GPM di Orio dove battagliavano tra loro per la conquista del primo posto che alla fine dava questa classifica : 1° Luca Covili (Palazzago), punti 12, 2° Elia Tedeschi (Equipe-Exploit) punti 10 e, 3° Nicolò Corbetta (Equipe Exploit), punti 8.

Giunti a 2 giri dalla fine, circa 30 km all’arrivo, si avvantaggiano di una trentina di secondi Nicola Da Dalt (Zalf) e Simone Guizzetti (Named Sport-Kemo) per un sogno che durerà non più di 3-4 km quando il gruppo torna compatto ed inizia una continua bagarre per conquistare le prime posizioni del plotone per aggredire in posizione ottimale l’ostica salita finale, circa 1200 metri prima di tagliare il traguardo.

La lotta si fa sempre più aspra e difficile perché oltre alla forza ci vuole anche una dose di abilità nello schivare gli avversari ma anche di lucidità perché lo stress e la fatica si fanno decisamente sentire. Alla fine, emergono gli atleti che, almeno per oggi, si sono dimostrati all’altezza della situazione come il trentino di Rovereto, Andrea Toniatti (Team Colpack) decisamente in testa viene raggiunto sulla leggerissima discesa a circa 300 metri dall’arrivo proprio da Aleksandr Riabushenko che oggi è decisamente un corridore molto in forma e lo dimostra anche il suo recente successo nel GP di Felino che nei duecento metri fin ali ha lo scatto del “felino” e non concede assolutamente chance ai suoi avversari che gli terminano a ruota,

Andrea Vendrame (Zalf), molto contento di questo risultato dopo le note avversità seguite al grave incidente del quale è rimasto vittima nel mese di aprile e Marco Bernardinetti (Ciclistica Malmantile) sul terzo gradino del podio che vengono poi premiati dall’Organizzatore Giuseppe Bellosta col Sindaco di Briga Novarese Chiara Barbieri che oggi festeggiava il suo Onomastico e brindava alla salute di tutti i presenti.

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo: 1. Aleksandr Riabushenko (Blr-Team Palazzago-Amaru) km. 176 in 3h56’30” media kmh 44,651; 2. Andrea Vendrame (Zalf-Euromobil-Desirèe-Fior); 3. Marco Bernardinetti (Ciclistica Malmantile); 4. Nicola Gaffurini (Norda-Mg Kvis); 5. Davide Orrico (Team Colpack); 6. Michael Storer (Australia National Team); 7. Jacopo Mosca (Viris Maserati-Sisal Matchpoint) a 4”; 8. Antonio Zullo (Futura Team Rosini); 9. Andrea Toniatti (Team Colpack); 10. Lucas Hamilton (Australia National Team) a 10”.