4 Luglio Lug 2016 1614 2 years ago

JUNIORES: Lira raddoppia a Fabbrica di Peccioli

Il giovane dell’Industrial Forniture Moro si ripete nel Trofeo San Rocco mentre il tricolore Bevilacqua è secondo “a tavolino” per volata irregolare di Della Bianca, terzo sul podio Ligato (Team Swdrd)

Lira Fabbrica

Fabbrica di Peccioli (PI) (3/7) - Mai come in questa occasione il Trofeo San Rocco tornato in calendario grazie all’impegno assiduo del gruppo Amici del Pedale di Fabbrica di Peccioli era risultato in passato così movimentato con un finale “giallo” per quanto successo in volata e per l’altro episodio accaduto durante la gara, quello relativo a una caduta con una neutralizzazione della stessa per circa tredici minuti.

Diciamo subito che il vincitore della gara Stefano Lira (lo stesso del giorno prima a Cenaia), nello sprint conclusivo in salita su via Vittorio Veneto, ha effettuato la volata in maniera del tutto regolare traendo eventuale vantaggio solo per il fatto che il suo compagno di squadra Della Bianca transitato secondo sulla linea di arrivo, ha ostacolato il campione italiano, il livornese Mattia Bevilacqua del Team Franco Ballerini che cercava la rimonta su Lira (foto Stefano Bagni).

Conclusione giusta quella assunta dalla giuria presieduta dal pisano Giovanni Guidi con il conforto del giudice di arrivo Bruno Batelli che sul traguardo aveva potuto assistere a quanto successo durante lo sprint. Della Bianca veniva così retrocesso all’ultimo posto del gruppo per la scorrettezza, il campione italiano Bevilacqua passava secondo così come scalavano di un posto tutti gli altri. Restava come dire l’amarezza, la rabbia nel tricolore che era convinto di potercela fare, ma capita anche di questi episodi e quindi occorre guardare al futuro.

L’altro episodio è stata la neutralizzazione di 13 minuti in quanto il mezzo sanitario in servizio al seguito della gara ha dovuto accompagnare in ospedale con il medico di corsa un atleta caduto rovinosamente a terra, che aveva battuto la faccia sull’asfalto, e quindi in attesa del rientro del medico in corsa la stessa è rimasta bloccata.

Una gara con 150 partenti e 4 giri di 21 Km con la salita di Montelopio dove era posto il gran premio della montagna. Gara veloce e combattuta e come sempre un finale tiratissimo ed incerto lungo la direttrice Fabbrica-Peccioli e ritorno dove sulla testa si veniva a formare un gruppo di 23 corridori. Scatti continui anche in vista degli ultimissimi chilometri e qui la squadra veneta del vincitore, la Industrial Forniture Moro che aveva piazzato tre atleti nei primi 5 anche nella gara del sabato a Cenaia, confermava la propria forza controllando la corsa in attesa che Lira esplodesse il suo rush.

Un atleta questo Lira alla prima stagione in categoria, al terzo successo stagionale dopo quello colto in Sicilia ai primi di giugno e questa doppietta in provincia di Pisa. Tra i toscani bene il tricolore, bravo anche oggi Ferri così come Jaku, Sensi e Chiti.

Antonio Mannori

Ordine di arrivo: 1. Stefano Lira (Industrial Forniture Moro) Km 104, in 2h29’, media Km 41,739; 2. Mattia Bevilacqua (Team Franco Ballerini); 3. Francesco Ligato (Team Swdrd); 4. Niccolò Ferri (Stabbia Dover); 5. Klidi Jaku (Romagnano); 6. Azzalini; 7. Sensi; 8. Chiti; 9. Rossi F.; 10. Rosati.