12 Giugno Giu 2016 1600 2 years ago

ELITE/U23: Maronese firma il 32° Trofeo Fumagalli

Quinto centro stagionale del velocista “Zalfino” che anticipa i due “Colpack” Consonni e Minali a Gessate

Maronese Gessate1

Gessate (MI) (12/6) - C’è la firma di Marco Maronese sull’albo d’oro del Trofeo Stefano Fumagalli, che appena sceso dalla bici esprime tutta la sua soddisfazione per questa vittoria in una gara che con le sue 32 edizioni possiamo definire storica e prestigiosa (foto Soncini). Soddisfazione esaltata soprattutto dal nome del battuto, anzi dei battuti, che sono Simone Consonni e Riccardo Minali.

"Questa è la mia quinta vittoria stagionale, quindicesima per la mia squadra, la Zalf , ma la vittoria che più mi è rimasta nel cuore è quella ottenuta nel Circuito del Porto a Cremona, sia per il prestigio della gara che dei battuti che, guarda caso, sono sempre gli stessi, Minali e Consonni nell’ordine a Cremona. Una vittoria che dedico a tutta la squadra e in particolare al mio compagno Marco Gaggia, che mi ha abilmente pilotato fino all’ultima curva permettendomi di entrare nel rettilineo finale in un’ottima posizione. Ma il ringraziamento va a tutta la squadra, agli sponsor e ai miei genitori, Maura e Dino".

La gara, organizzata dall’AC Gessate, si è disputata sul classico circuito di Km 15 disegnato tra i centri di Gessate, Cambiago, Basiano e Gessate per chiudere il cerchio ripetuto 10 volte per un totale di km. 150 pedalati dai 157 corridori presenti alla media di 48,618 kmh.

Subito al secondo giro, sullo slancio del primo TV a premi vinto da Bevilacqua (Colpack), si forma al comando un gruppetto di 20 corridori composto da Bresciani, Da Dalt e Toffaletti (Zalf), Lavazza, A. Marengo e Tocchella (General Store), Moggio (Cipollini Iseo); Cambianica e Pettiti (Equipe Explorer), Colombo (Gavardo), Moschetti (Viris), Guizzetti (Named), U. Marengo (Overall); Bondesan (Gerbi); Consonni, (Colpack); Grodzicki e Polese (Palazzago), Messieri e Pietra (Team VVF), e Bonassi (Team Idea).

Questi corridori guideranno la corsa per un’ottantina di chilometri con un vantaggio sempre molto risicato, nella fascia tra i 18" e i 30”, consentendo a Moggio (Cipollini Rime) e Toffaletti (Zalf) di aggiudicarsi il 2° e il 3° TV a premi. Poi, ad una trentina di chilometri dall’arrivo il gruppo torna compatto e tentano l’avventura Calderaro (Zalf), Cristofaletti e Fedeli (General Store) che si aggiudicherà l’ultimo TV a premi, Moggio (Cipollini Iseo) e Troia (Colpack).

Anche questo tentativo avrà vita brevissima e la conclusione allo sprint è ormai inevitabile, col grande duello tra i ragazzi della Colpack e della Zalf tutti meritevoli di vincere. Oggi il più abile di tutti è stato il “pilota” Gaggia nel guidare il compagno Maronese verso un successo che rilancia il derby tra queste due corazzate del nostro ciclismo dilettantistico. Senza dimenticare naturalmente le altre numerose squadre che hanno numeri e talenti per potere emergere. Intanto un nota positiva a favore dei corridori e dei loro direttori sportivi, su 157 partenti, ben 124 hanno portato a termine la prova: Bravi!

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo, 1. Marco Maronese (Zalf Euromobil Desirèe Fior) km. 150 in 3h05’07” media kmh. 48,618; 2. Simone Consonni (Team Colpack); 3. Riccardo Minali (Team Colpack); 4. Marco Gaggia (Zalf); 5. Oliviero Troia (Team Colpack); 6. Luca Muffolini (Team Colpack); 7. Jalel Duranti (Viris Maserati-Sisal Matchpoint); 8. Leonardo Fedrigo (Cipollini Iseo-Serrature Rime); 9. Uladzimir Harakhavik (BLR-Overall Cycling Team); 10. Gianmarco Begnoni (Zalf Euromobil-Desirèe Fior).