18 Ottobre Ott 2015 1732 3 years ago

ELITE/U23: Il bielorusso Shumov sfreccia a Biassono

L'alfiere della General Store bootoli Zardini precede Vendrame (Zalf) e Cima (Colpack) nella 94^ Coppa d’Inverno e si laurea campione lombardo under 23, a Christian Marzoli (Palazzago Fenice) il titolo élite

Shumov Inverno

Biassono MI) (18/10) - Nikolai Shumov. bielorusso classe 1994, conquista la sua seconda vittoria stagionale, nona per la sua squadra la General Store-bottoli-Zardini, vincendo allo sprint la 94° edizione della prestigiosa Coppa d’Inverno disputata oggi a Biassono (Monza&Brianza), sulla distanza di km. 152.

La gara organizzata dalla US Biassono-Coppa d’Inverno si è disputata su di un circuito tracciato nella Brianza monzese imperniata sul GPM della Brugora nel Comune di Besana Brianza e si è infiammata subito dopo il via per merito di Flavio Valsecchi (Palazzago), Christian Brambilla (Team Named) e Simone Guizzetti (Pedale Brianteo) che ci danno dentro con decisione e mettono ben presto tra loro e gli inseguitori un gap che ha raggiunto la sua punta massima in 4’33” alla fine del secondo dei cinque giri del circuito.

Questo terzetto resterà al comando della corsa per poco più di 90 km conquistando anche 3 passaggi al GPM con Christian Brambilla che vincerà la classifica generale “Memorial Graziano Sbragion”.

Nei 3 giri condotti al comando i tre fuggitivi vinceranno anche il traguardo volante al secondo passaggio sotto lalinea del traguard0, sempre dedicato a Graziano Sbragion con Brambilla che precede Guizzetti e Valsecchi nell’ordine mentre il TV successivo dedicato alla memoria di Mario e Gianluca Gatti, è Valsecchi a precedere nell’ordine Guizzetti e Brambilla.

Poi il vantaggio si eroderà nel volgere di pochi chilometri tanto che al 92° chilometri la situazione è di gruppo compatto.

Dopo qualche chilometro di assestamento si scatena una bagarre a ciclo continuo con tanti scatti e contro scatti con formazioni al comando di vari gruppetti ma che finivano preso la loro avventura fino ad una trentina di chilometri dall’arrivo quando si formava al comando un plotone di 13 corridori tra i quali Masnada (Colpack), Zilio (Zalf) e Amici (Viris) che però cedevano rimpiazzati in testa da Cima (Colpack), e, Rocchi, (Zalf).

L’ultimo GPM è appannaggio di Christian Marzoli (Palazzago) che inizia una serie di tentativi personali per risolvere la corsa, azioni che non gli riescono per la forte opposizione degli squadroni Colpack, Zalf e Viris.

Soluzione allo sprint dunque con Shumov che, a sorpresa, sorprende tutto il plotoncino all’avanguardia e vince con pieno merito la 94° edizione della Coppa D’Inverno davanti ad Andrea Vendrame (Zalf Euromobil-Desirèe-Fior) e Damiano Cima del Team Colpack (foto Soncini).

Poi sarà il Consigliere del CR lombardo, Fabio Perego, a vestire i neo campioni regionali lombardi che sono, Shumov, per gli U23, come già detto e l’emiliano di Pavullo nel Frignano, Christian Marzoli per gli Elite.

Martedi prossimo ad Acquanegra (Mantova), la chiusura ufficiale stagione ciclistica su strada in Italia.

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo: 1.Nikolai Shumov (Blr-General Store-bottoli-Zardini) km. 152 in 3h44’, media kmh 40,714; 2.Andrea Vendrame (Zalf Euromobil-Desirèe-Fior); 3.Damiano Cima (Team Colpack); 4.Nicolò Rocchi (Zalf); 5.Jacopo Mosca (Viris Maserati-Sisal-Chiaravalli); 6.Mirco Maestri (General Store); 7.Federico Burchio (Lions Cycling Team); 8.Michele Toffaletti (General Store); 9.Christian Marzoli (Team Palazzago-Fenice); 10.Luca Ferrario (UC Pregnana-Team Scout)