12 Settembre Set 2015 2055 3 years ago

ELITE/U23: Consonni festeggia i 21 anni a Viguzzolo

L’azzurro del Team Colpack centra il settimo successo stagionale davanti a Maronese, Gaggia e Begnoni

CONSONNI Viguzzolo

Viguzzolo (AL) (12/9) - Non poteva esserci miglior festeggiamento per il proprio compleanno che Simone Consonni ha esplosivamente festeggiato vincendo alla grande il 5° Trofeo Viguzzolo, bruciando allo sprint il gruppo presentatosi compatto sulla linea d’arrivo (foto Soncini). Settima vittoria stagionale con la serenità di una ormai sicura convocazione per i prossimi Mondiali di Richmond dopo avere partecipato alla Coppa Bernocchi con la maglia Azzurra il prossimo 17 settembre. Un momento molto sereno per Consonni, che pareggia anche il numero di vittorie su strada, 8 a pari con la sorella Chiara (junior) e che annuncia di rimanere alla Colpack anche la prossima stagione anche se ha già un accordo con Giuseppe Saronni e la Lampre per il 2017.

Questa 5^ edizione della corsa di Viguzzolo, decisamente all’insegna della velocità, nella prima parte è stata costellata da numerosi tentativi di fuga. Si sono distinti Gabriele Scarabello (Monviso-Venezia), primo attaccante di giornata, seguito poi dal tandem Zilio (Zalf) e Vlasov (Russia-Viris) anche questo con esito negativo

Al secondo giro disegnato nei dintorni di Viguzzolo si disputa il primo TV di giornata e se lo aggiudica l’australiano Parker (Cipollini) davanti a Nosotti (Viris). I primi due giri, totale km. 42, vengono coperti alla media di kmh. 47,757.

Inizia il terzo giro dei 4 totalmente piatti con Luca Raggio (Overall), Bettinelli (Colpack), Carlo Franco e Padovan (Monviso Venezia), Troia (Colpack) e Pozzoli (Named) all’attacco, che però il gruppo spegne dopo qualche chilometro.

All’approssimarsi del secondo TV di giornata è ancora l’australiano Parker a prendere in mano le redini della situazione e si aggiudica anche questo premio davanti al varesino Carmelo Foti (Viris).

All’inizio dell quarto ed ultimo giro del circuito piatto si forma al comando un gruppo di 14 corridori, praticamente la classica “fuga di giornata” imbastita da Amici (Viris), Gadda (Fabbiano), De Mori (General Store), Burchio (Lions Cycling Team), Parker (Australia-Cipollini), Scarabello (Monviso Venezia), Raul Colombo (Overall), Zanzi (Pedale Brianteo), Pietra Vigili del Fuoco-Genova), Zaccanti (Colpack), Eros Colombo (Named) Rasi Puttini e Shnyder, entrambi svizzeri del VC Mendrisio e Rossi (Zalf).

Questo gruppo va a contendersi il terzo TV di giornata, che ancora una volta va all’australiano Parker. Il vantaggio di questo drappello sale fino a sfiorare i 2 minuti, poi, grazie anche alla forte reazione della Viris e del gruppo inseguitori, scema inesorabilmente e prima di scollinare sul GP della Bedolla intitolato alla memoria di Sonego, il ricongiungimento è cosa fata.

Sulla salita è Nathan Pertica. unico corridore di Milano, città a prendere l’iniziativa e si aggiudica il GPM davanti all’irriducibile Parker e a Filippo Zaccanti della Colpack e agli altri 5 corridori facenti parte di quest’ultimo tentativo esauritosi nel giro di un paio di chilometri. Quando ne mancano solamente 7 all’arrivo ennesimo ricongiungimento generale con la Colpack che prende decisamente in mano la situazione nonostante le forature che fermano Francesco Rosa e Filippo Ganna.

Il grande lavoro del Team Colpack trova un “sarto” eccezionale che ricama queste fatiche con un taglio ed un disegno d’alta classe: Simone Consonni, avviato a testa alta e con grande padronanza dei suoi mezzi verso l’approdo al professionismo, il sogno di tutti i ragazzi quando salgono in sella con un numero spillato sulla schiena.

A margine della corsa, seguita dal Sindaco di Viguzzolo Giuseppe Chiaso col suo vice, Claudio Bini e l’Assessore alle politiche sociali e giovanili, Elena Carmiglia (che ha dato il via alla corsa), c’era anche Piero Coppi che ha annunciato la donazione, da parte del CONI, di una statuua raffigurante Fausto Coppi posizionata vicino alle tombe di Fausto e Serse Coppi e che verrà ufficialmente inaugurata lunedì 21 settembre con la presenza del Presidente del C.O.N.I., Giovanni Malagò.

Infine, un grazie ai Coniugi Bruno e Carla Cadirola che, prima di lasciare questa vita terrena, hanno disposto un lascito affinchè questa gara potesse continuare nel tempo e ai quali, prima della partenza, è stato dedicato un minuto di silenzio.

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo: 1. Simone Consonni (Team Colpack) km. 125 in 2h44’20” media kmh. 45,639; 2. Marco Maronese (Zalf Euromobil-Désirée-Fior); 3. Marco Gaggia (idem); 4. Gianmarco Begnoni (idem); 5. Stefano Perego (Viris Maserati-Sisal Chiaravalli); 6. Daniele Arnaboldi (Pedale Brianteo-Guerciotti); 7. Carmelo Foti (Viris Maserati); 8. Filippo Rocchetti (Zalf); 9. Matteo Pozzoli (Team Named); 10. Jalel Duranti (Overall Cycling Team)