8 Agosto Ago 2015 2342 3 years ago

ELITE/U23: Marco Gaggia brucia Luca Pacioni a Casalnoceto

Volata serratissima risolta soltanto con il fotofinish, al terzo posto Stefano Perego

Gaggia Casalnoceto

Casalnoceto (AL) (8/8) - Dopo la sconfitta per sorteggio a Sommacampagna, Marco Gaggia (Zalf), ha temuto di vedersi negare la vittoria, questa volta al fotofinish, nei confronti di Luca Pacioni (Viris) battuto per questione di millimetri. Conclusione della corsa con una volata contestatissima, ma il cui esito Marco Gaggia ha difeso fin dalle prime battute appena sceso dalla bicicletta: “Sono sicuro che questa è la mia quarta vittoria stagionale - afferma convinto il corridore nato l’8 novembre 1989 a Ponte della Priula (Treviso) ed ivi residente -. Le volate a volte vengono anche contestate ma io mi sento sicuro di come sono andate le cose ed attendo con serenità il responso della Giuria. Intanto dedico questa vittoria alla mia ragazza, Maria Sole, e mi auguro che questa vittoria, possa farmi da “passaporto” verso la categoria dei professionisti”.

LA CRONACA - Con l’impegno di tutti i sindaci delle cittadine che si sono impegnate a mantenere viva la tradizione di questa preziosa “Challenge” alessandrina oggi torna in scena il “Trofeo Ciclistico della Bassa Valle Scrivia e Valcurone” con la disputa del Circuito Casalnoceto giunto all’11° edizione. Al via 155 corridori, mossiere il neo presidente del GS Bassa Valle Scrivia e Valcurone, Ennio Ferrari, dopo un minuto di raccoglimento in memoria di Gino Bruno, co-fondatore della “Challenge”, e di Chiara Pierobon e di Edoardo Baccin, figlio di Marco, tutti recentemente scomparsi.

Poi la parola passa ai corridori che iniziano a pedalare con decisione sul circuito Casalnoceto, Volpedo, Monleale, Castellar Guidobono Casalnoceto, da ripetersi 8 volte per un totale di km. 90,800. Dopo questo circuito entra in scena il circuito con al centro la salita della Ghidina per km. 30 infine, un breve tragitto finale di km. 11,7 sempre con lo scollinamento sulla Ghilina.

Ed è subito fuga Lanciata da Riccardo Bennati (Overall) seguito da Colicino e Lorenzo Locatelli, (Pregnana), Mosca e Nosotti (Viris), Parker (Cipollini), Beltrami (Fly Cycling), Mammoliti (UC Monaco), Vecchio (Zalf), Limoni (Overall), e Ricci (Vigili del Fuoco).

Per loro una fuga di circa 20 chilometri prima del ricompattamento generale seguito da un continuo attivismo che vede Mariani (Team Idea), vincere il primo TV di giornata davanti a Fedrigo (Cipollini). Uno scatto che spezza la testa del gruppo e innesca ancora una fuga. Protagonisti Neris (Colpack), Foti e Moschetti (Viris), Houddan (Palazzago),Vassalli (Pregnana), Grassi (Big Hunter), Sartori, (Zalf), Zanetta (Lions), Belletti (Malmantile), che vanno a contendersi il 2° TV di giornata. La spunta Sartori (Zalf), davanti a Carmelo Foti (Viris).

Dal gruppetto di testa si stacca Matteo Grassi (Big Hunter), vittima di una foratura, mentre prende il suo posto in testa alla corsa Luca Limone (Overall).

Siamo al sesto giro e sotto il traguardo è in palio il terzo Tv di giornata vinto da Mirco Sartori (Zalf), davanti a Luca Limone (Overall) seguiti dagli altri 7 fuggitivi col gruppo a 29”.

Ennesimo ricongiungimento e subito il tandem della Viris formato da Foti e Moschetti s’imbarca in una fuga a due, vantaggio massimo intorno ai 30” sugli immediati inseguitori. I due transitano nell’ordine al 4° Tv di giornata prima di rientrare nei ranghi sul primo giro imperniato sulla salita della Ghilina che il gruppo attacca a ranghi compatti.

Sulle prime rampe si avvantaggiano Bonifazio e Micheletti (Viris), Manzoni (Colpack), Thiery Cyrille (Svizzera-Mendrisio) e Petroni GFDD Altopack), che dopo una decina di chilometri vengono raggiunti da Vigilante (Viris), Duranti e Lavazza (Overall), Pertica (Monviso-Venezia), Andreoletti (Zalf) e, Bernardini (Malmantile). Per loro un altro giro al comando poi ancora un ricongiungimento fino all’attacco dell’ultimo passaggio sulla Ghilina valido per il GPM. che vede transitare e vincere la relativa classifica Lizde Seid (Colpack) davanti ad Alfio Locatelli e Gianluca Vecchio seguiti ad una decina di secondi dal resto del gruppo.

Nella discesa si torna a ranghi compatti. Volatona finale al traguardo posizionato in Piazza Martiri della Libertà, con l’arrivo serratissimo e contestatissimo anticipato all’inizio.

Il fotofinish e il Giudice d’Arrivo Michela Massocchi assegnano la vittoria al trevigiano Marco Gaggia della Zalf Euromobil désirée Fior sul romagnolo Luca Pacioni della Viris-Maserati-Sisal Chiaravalli. Con un altro corridore della Viris, Stefano Perego, sul terzo gradino del podio (foto Soncini).

Il 35° Trofeo della Bassa Valle Scrivia e Val Curone proseguirà con la seconda prova in programma a Guazzora col 98° Circuito Guazzorese-Coppa Guido Autelli.

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo: 1. Marco Gaggia (Zalf Euromobil désirée Fior) km. 130 in 3h08’07”, media 41,464; 2. Luca Pacioni (Viris Maserati-Sisal Chiaravalli); 3. Stefano Perego (Viris-Maserati); 4. Matteo Pozzoli (Team Named); 5. Damiano Cima (Team Colpack); 6. Angelo Raffaele (Big Hunter Seanese); 7. Matteo Draperi (UC Monaco); 8. Jalel Duranti (Overall Cycling Team); 9. Simone Bettinelli (Team Colpack); 10. Alessandro Savignano (Zalf Euromobil désirée Fior).