12 Luglio Lug 2015 1831 3 years ago

ELITE/U23: Doppietta Zalf a Ornago con Maronese davanti a Savignano

Nella 47^ MdO Nino Ronco a.m. ancora uno show dello squadrone veneto – Terzo il polacco Cezary Grodziki (Palazzago)

Ornago

Ornago (MB) (12/7) - Doppietta della Zalf che vince ad la 47° Medaglia D’Oro Nino Ronco con Marco Maronese al suo quinto successo stagionale accompagnato sul podio dal compagno Alessandro Savignano che conquista il posto d’onore davanti al polacco del Team Palazzago Fenice, Cezary Grodzicki in una volata di 15 corridori che hanno portato a termine una lunga fuga con un lievissimo margine di vantaggio sul gruppone inseguitore (foto Soncini).

Sono 137 i corridori che hanno preso il via in questa corsa che, da 47 anni ricorda ed onora Nino Ronco, una gloria del ciclismo nato ad Ornago e che corse a cavallo degli anni 50.

Ed è subito un quintetto che anima la corsa, Muraro (Valcavasia), Ruetimann (Sui-VC Mendrisio), Lizde (Colpack), Rudi (Selle Italia-Cieffe-Ursus) e Toffaletti (General Store). Dopo una decina di chilometri viene ripreso dal gruppo. Siamo al secondo giro del percorso disegnato dai dirigenti del GS Ronco su di un circuito di km. 15,5 attraverso i centri di Roncello, Basiano, Cambiago, Cavenago e, ancora Ornago per chiudere il cerchio ripetuto 9 volte e ci pensano subito Giacomo Garavaglia (Team Named-Ferroli) e lo svizzero Guido Bassi (VC Mendrisio) a dare fuoco alla corsa che viaggia sempre ad alte medie.

Anche questo tentativo avrà vita breve e si ritorna al classico “gruppo compatto”. Poi è un susseguirsi di tentativi che non vanno mai al di là della classica “passerella” fino a quando, in due rapide successioni, nasce il tentativo che condizionerà l’esito finale della corsa con 12 corridori che si portano in testa, raggiunti dopo un paio di chilometri da un quintetto per formare al comando un plotone di 17 corridori. Sono Zmorka e Grodziki (Palazzago); Calvi e Moschetti (Viris); Guglielmi e Toffaletti (General Store); Savignano, Vecchio, Begnoni e Maronese (Zalf); Sartor (Selle Italia-Cieffe-Ursus); Affini, Lizde, Martinelli e Troia (Colpack); Falappi (Cipollini Alè Rime); e Zanzi (Pedale Brianteo) che ben presto crea il vuoto con un vantaggio massimo di 1’42” sugli immediati inseguitori.

Nel corso della fuga perderanno contatto Moschetti (Viris), per una caduta, e il suo compagno di squadra Calvi che rallenta per aiutarlo. In questo frangente esce dal gruppo anche Carmelo Foti (Viris) che tenterà di riagganciare i fuggitivi, cosa che non gli riesce per pochissimo prima di essere ripreso dal gruppo in forte rimonta e dal quale esce Da Dalt (Cieffe-Selle Italia-Ursus) che si aggancerà ai fuggitivi quasi in vista del traguardo. Poi sarà una lotta tra gli uomini della Zalf, Palazzago e Colpack col tandem zalfino, Maronese e Savignano nettamente davanti a tutti al traguardo e per il Team trevigiano è il 32° successo stagionale.

La corsa era valida anche per l’assegnazione del titolo di Campione Provinciale U23 del CP-FCI di Monza & Brianza, titolo conquistato da Andrea Zanzi (Pedale Brianteo) che si piazza nella top-ten di giornata.

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo: 1. Marco Maronese (Zalf-Euromobil-désirée Fior) km. 137,7 in 3h08’ media kmh. 43,947; 2. Alessandro Savignano (idem); 3. Cezary Grodziki (Pol-Palazzago); 4. Davide Martinelli (Team Colpack); 5. Davide Falappi (Cipollini Alè Rime); 6. Giamarco Begnoni (Zalf); 7. Gianluca Vecchio (Zalf); 8. Giovanni Guglielmi (General Store-bottoli-Zardini); 9. Oliviero Troia (Team Colpack); 10. Andrea Zanzi (Pedale Brianteo-Guerciotti