16 Giugno Giu 2015 0941 3 years ago

JUNIORES: Paolo Baccio conquista il Trofeo Morucci

A San Martino al Cimino il siculo centra il sesto successo stagionale - Al laziale Gianmarco Rossi, secondo, il titolo regionale

Morucci2015

S. Martino al Cimino (VT) (14/6) - E’ stato un grande successo la 54^ edizione del Trofeo Salvatore Morucci - 3° Memorial Armando Morucci, una classica del ciclismo nazionale che dal 2013 si disputa per la categoria juniores, ma ha una lunga tradizione nella categoria elite/under 23. Nel 2011 ricordiamo la brillane vittoria di Fabio Aru nella 50^ edizione, scrivendo il suo nome d nell’albo d'oro della prestigiosa e storica corsa, trampolino di lancio per grandi traguardi futuri.

Paolo Baccio, atleta siciliano di Avola (Sr), ha imposto la sua legge conquistando la sua sesta vittoria stagionale. Per il portacolori della Secom - Forno Pioppi - Pippo Caruso è un periodo di forma straordinario che lo ha visto protagonista anche con la maglia azzurra nel primo weekend di giugno nel Trofeo Karlsberg in Germania.

Il Trofeo Morucci è una festosa tradizione che si rinnova puntualmente ogni anno, grazie all’eccellente lavoro organizzativo svolto dallo Staff societario per ricordare degnamente il grande campione Salvatore e suo fratello Armando (un cuore generoso) scomparso di recente, per tantissimi anni presidente della società. La novità della corsa: il cambio di data da settembre a metà giugno per motivi di calendario regionale, ha registrato una numerosa e qualificata partecipazione di juniores, in concomitanza della prova unica su strada del campionato regionale della Federciclismo del Lazio.

Partenza da piazza Mariano Buratti di San Martino al Cimino con la presentazione delle squadre ed il foglio firma alle ore 15.00 testimoniata da un'ottima e festosa cornice di pubblico che ha poi seguito la corsa con entusiasmo sin dall'inizio grazie alla “diretta “dell’ottimo speaker Fabrizio Amadio di Terni. Prima della partenza ufficiale la doverosa e tradizionale visita al cimitero di San Martino al Cimino presso la tomba di Salvatore e di Armando Morucci con la consegna di un mazzo di fiori da parte dei corridori.

Partenza ufficiale a Viterbo per affrontare il primo giro a lungo raggio ci circa 76 km prima di tornare in zona arrivo per il giro conclusivo. Prima azione significativa al km 6 con Lorenzo Scipione (Santegidiese - Vini Biagi) e Pier Luca Dandolo (Ternana Ciclismo - Capobianchi.it), che guadagnano una ventina di secondi e rimangono in avanscoperta fino al km 22, quando la reazione del gruppo riporta il plotone compatto nel tratto tra Tuscania e Arlena di Castro. Nel frattempo, diversi sono stati i tentativi di evasione, ma subito stoppati dall’attento gruppo. La prima ora di gara viene affrontata alla media di 40 Km/h.

Al km 53 ci provano Loris Gentile (Bevilacqua Sport Pescara) e Matteo Bulfaro (Convertini Junior Team), azione che raggiunge un vantaggio massimo di 10“: il gruppo non concede spazio. Ripresi Gentile e Bulfaro è Victor Bykanov, atleta russo della Civitavecchiese - Fratelli Petito, intorno al km 60 che se ne va da solo. Viene raggiunto poco dopo da Maurizio Gesualdi della Convertini Junior Team e Leonardo Prizzi della New Project Team, formazione toscana guidata dall'ex prof Primo Mori.

Si forma un terzetto al comando con Bykanov, Gesualdi e Prizzi, tre inseguitori a 45” Alfredo Rutili (Ternana Ciclismo Capobianchi.it), Lorenzo Scipione (Santegidiese – Vini Biagi), Natale Piscitelli (G.S. Imperiale Grumese), e il gruppo che segue a 1’. Quando si torna verso Viterbo vengono ripresi i 3 contrattaccanti ed il gruppo recupera e si porta a 25” dai battistrada. Bykanov si rialza, rimangono in testa Gesualdi e Prizzi, che poco dopo vengono recuperati da Gianmarco Michini (Digiotek Cycling Team).

Michini va all'attacco e conquista il traguardo volante di Tobia al km 74,300. Alle sue spalle a 20” Paolo Baccio (Secom Forno Pioppi - Pippo Caruso) e Gianmarco Rossi (Team Coratti - Sannio Bike Sport) transitano nell'ordine. Michini continua nel suo tentativo ed è in prima posizione al GPM di Via Doria a San Martino al Cimino, proprio sulla linea del traguardo. Inizia così l'ultimo giro con Michini che viene agganciato da Giovanni Loiscio e da Alessandro Monaco (Convertini Junior Team) con 15” di vantaggio su un primo gruppo forte di 20 corridori molto allungato ed il grosso del gruppo che transita a circa 40” dalla testa.

Negli ultimi 20 km che portano all'arrivo, i più immediati inseguitori si riportano su Michini, Loiscio e Monaco: tutto da rifare in vista del finale. Chilometri conclusivi pirotecnici, si avvantaggiano Paolo Baccio e Gianmarco Rossi, a 15” il gruppetto dei migliori.

Ai due chilometri sono in testa Baccio e Rossi, con Loiscio nella loro scia. Ai 1500 metri dall'arrivo rilancia Paolo Baccio che se ne va da solo: è l'azione decisiva. Baccio va a vincere con 2” di vantaggio sull’indomabile laziale Gianmarco Rossi, che conquista il titolo di campione regionale Lazio Juniores 2015. A 4” chiude il podio un brillante Giovanni Loiscio, poi a seguire tutti gli altri, meritevoli di applauso.

Dei 187 iscritti, ne sono partiti 144 e hanno concluso la corsa 61 atleti. Una corsa spettacolare, dove ancora una volta abbiamo ammirato un grande vincitore: Paolo Baccio. Nota storica: il suo D. S. Gianluca Brugnami anche lui nel 1993 vinse il prestigioso Trofeo Morucci.

Cerimonia di premiazione con il pubblico delle grandi occasioni in piazza Buratti. Moderatore e presentatore l’infaticabile giornalista Fabrizio Amadio. Il presidente del famoso sodalizio viterbese, Ezio Morucci, consegnava l’ambito Trofeo a Paolo Baccio, il Presidente del C. R. L. Fci Lazio, Antonio Mauro Pirone provvedeva alla vestizione del neo campione laziale Gianmarco Rossi (Team Coratti . Sannio Bike Sport). Per il Comune di Viterbo l'assessore Alessandra Troncarelli con delega alle politiche giovanili e al decentramento, i consiglieri Francesco Serra, Capogruppo di maggioranza, e Sergio Insogna. A premiare anche il vice presidente del G.S. Morucci Giovanni Trombetta, le figlie di Armando Morucci la signora Paola e la signora Attilia e le Miss della manifestazione Sara, Elisa, Chiara e Giorgia. Tra gli ospiti d’onore gli immancabili l’ex prof Eraldo Bocci di Arlena di Castro. I dirigenti dell’AS Roma Ciclismo Umberto Proni e Gualtiero Massi.

Arrivederci alla prossima 55 ^ edizione 2016.

Giovanni Maialetti

ORDINE DI ARRIVO

1. Paolo Baccio (Secom Forno Pioppi Pippo Caruso) Km.96.00 in 2h33’00”, media 37,647
2. Gianmarco Rossi (Team Coratti - Sannio Bike Sport) a 2'' (Campione Regionale Lazio)
3. Giovanni Loiscio (Covertini Junior Team) a 4''
4. Antonio Di Maiolo (Zerokappa) a 8''
5. Francesco Gabriele (Team Coratti - Sannio Bike Sport) a 12''
6. Antonio Mecariello (Zerokappa) a 15''
7. Giordano Burocchi (U.C. Foligno - Team Vpm Distribuzione Porto Sant'Elpidio) a 18''
8. Kristiano Sinaj (Vini Fantini - Nippo Free Bike) a 23''
9. Francesco Labbrozzi (Bevilacqua Sport di Pescara) a 24''
10. Gianni Pugi (New Project Team) s.t.