10 Maggio Mag 2015 2035 3 years ago

ELITE/U23: Leonardo Fedrigo festeggia il primo centro da dilettante

Il velocista della Cipollini Alè Rime corona una lunga fuga vincendo lo sprint a ranghi ristretti nell’11° Trofeo Larghi davanti ai “zalfini” Marco Maronese e Filippo Rocchetti

Fedrigo

Pregnana Milanese (10/5) - Leonardo Fedrigo porta a buon fine la fuga del gruppetto che si gioca in volata la vittoria nell’11° Trofeo Larghi, a Pregnana Milanese. Dopo aver regolato i due “zalfini” Marco Maronese e Filippo Rocchetti, dichiara:Questa mia prima vittoria da dilettante non può essere dedicata che alla mia mamma proprio oggi che è la festa di tutte le mamme, ma è chiaro che un grosso ringraziamento va anche a tutti i miei compagni di squadra che, come al solito, hanno gestito benissimo la corsa. In particolare a Davide Falappi e Leonardo Moggio che, oltre che a guidarmi brillantemente fino ai 200 metri dall’arrivo, hanno trovato anche le forze per classificarsi tra i primi dieci”. Queste le parole del veronese di Isola della Scala, nato il 21 luglio 1996, diploma di Perito Grafico, che ha esordito nel ciclismo tra i G5 con la maglia del VC Isolano per poi approdare al “Bovolone” indi alla Cipollini-Ca Di David tra gli juniores. Ha vinto nel 2014 cinque gare e la storia prosegue con prima vittoria da dilettante conquistata oggi.

La gara è scattata da Pogliano Milanese, cittadina confinante con l’area di Expo 2015, alle ore 11, mossiere lo storico presidente dell’UC Pregnana-Team Scout, Dino Turrini. Sono 133 i corridori in gara, tra i quali l’australiano Luke Fletcher Parker, della Cipollini-Alé Rime, che da il via alle schermaglie e si aggiudica così il primo dei TV a premi. Con lui anche Diego Morzenti (Gavardo-Biesse-Carrera) per un tentativo esauritosi dopo qualche chilometro.

Segue una serie di brevi tentativi di fuga che vedono spesso protagonista Carmelo Foti (Viris-Maserati), che interpreta una gara sempre in prima linea tanto che sarà il plurivincitore dei TV a premi e della relativa classifica finale. Il corridore di Cappelletti, sempre vigile e attento, è tra i promotori del tentativo più lungo, che in parte andrà a buon fine.

Sono 19 i corridori che daranno vita a questa fuga e, tra loro, i padroni di casa Luca Ferrario e Daniele Vassalli (UC Pregnana), il campione provinciale U23 di Brescia, Michael Morandi (Cipollini), Milan (Moviso Venezia), Bianchini (Delio Gallina), Marzatico (Fabbiano), Comaglio (Gavardo), Forcolin (Selle Italia-Cieffe Ursus) ed altri.

Il gruppo è tirato con determinazione dai ragazzi della Colpack mentre quelli della Zalf restano necessariamente passivi perché ben rappresentati nel plotoncino dei fuggitivi, che invece ci dà dentro a tutta proprio per merito dei corridori della Cipollini-Alé Rime e di Carmelo Foti ben supportato dal compagno Mirko Nosotti (Viris Maserati).

Negli ultimissimi chilometri qualche fuggitivo si rialza, ma quando sembrava che tutto dovesse risolversi con uno sprint a ranghi compatti, il plotone dei fuggitivi tiene ben saldo il comando della corsa. Poi in dirittura d’arrivo, la Cipollini-Alè-Rime completa il suo splendido lavoro di giornata e, nonostante il forte contrasto degli zalfini Maronese e Rocchetti e del varesino Carmelo Foti, Fedrigo, già ottimo velocista nelle categorie minori, conferma il suo talento di ruota veloce e vince abbastanza nettamente (foto Soncini).

Vito Bernardi

Ordine d’arrivo: 1. Leonardo Fedrigo (Cipollini Alè Rime) km. 148,2 in 3h08’15” media kmh. 47,235; 2. Marco Maronese (Zalf Euromobil désirée Fior); 3. Filippo Rocchetti (idem); 4. Carmelo Foti (Viris Maserati-Sisal Chiaravalli); 5. Mirko Nosotti (Viris Maserati); 6. Luca Gamba (Gavardo Biesse-Carrera Tecmor); 7. Davide Falappi (Cipollini Alè Rime); 8. Leonardo Moggio (Cipollini); 9. Nicola Da Dalt (Selle Italia-Cieffe Ursus); 10. Alessio Larentis (Gavardo Biesse-Carrera-Tecmor).